La Juve già sola al comando del calciomercato, le altre arrancano

Pubblicato il 11 luglio 2016 da redazione

juve

CARACAS. – Il divario che era risicato, da un punto di vista tecnico, con Antonio Conte è cresciuto negli anni del tris del prossimo allenatore del Chelsea. Con Allegri sono venuti altri due tricolori e il 2016-2017 sembra profilare il sesto sigillo.

Se il buongiorno del mercato si vede dalle prime mosse la distanza già netta sulle rivali sta diventando un abisso. Mentre la Juventus ha piazzato una serie di colpi mirati ed efficaci, alle sua spalle Napoli e Roma fanno fatica a raggiungere gli obiettivi di mercato mentre Inter e Milan sono disorientate dal passaggio alle nuove proprietà cinesi. Delle altre di maggior livello, la Fiorentina si barcamena con un budget limitato e la Lazio è divorata dalle polemiche per il gran rifiuto di Marcelo Bielsa.

Per il futuro della Juve sono arrivati Mandragora e Ganz (poi girato al Verona) mentre per il presente gli esterni hanno un nuovo titolare, l’esperto Dani Alves, abituato a vincere col Barca e soprattutto Mire Pjanic, strappato alla Roma con la clausola di 30 milioni. Bonucci e Pogba potrebbere cedere alle lusinghe dei due Manchester portando 160-180 mln da reinvestire.

Intanto Benatia rinforzerà la difesa mentre per colmare la partenza di Morata si parla di Sanchez, Cavani e Lukaku. I giochi sono ancora da fare ma giocatori come Pjaca e Andrè Gomes vengono comunque accostati alla Signora.

Va a rilento il mercato del Napoli: Koulibaly bussa a soldi, Higuain non vuole prolungare mettendo in difficoltà il club, che è stato rifiutato da Zielinski, Lapadula e Vrsaljko. Sta per chiudersi la trattativa per Witsel, preferito a Herrera dopo le esose richieste del Porto. Come esterno il club vorrebbe Candreva che tergiversa, quindi potrebbe dirottarsi su Pereyra.

La Roma dovrebbe correre, visto lo spareggio Champions a metà agosto, e invece Sabatini ha bisogno di tempo . Partito Digne è arrivato Mario Rui, in porta c’è Alisson ma Spalletti prova a riavere Szczesny mentre dovrà gestire il campioncino Gerson. Non ci sarà Pjanic ma Strootman è come se fosse un nuovo grande acquisto. Si attende Diawara ma le carenze maggiori sono in difesa per l’infortunio di Rudiger che si rivedrà a novembre. In arrivo Juan Jesus, Caceres e forse Nacho.

Incertezza anche per l’Inter, passata in mani cinesi. Un formidabile punto fermo è l’arrivo di Banega, mentre scaldano meno i tifosi Ansaldi e Erkin. Ma presto potrebbero arrivare due numeri uno: per 40 milioni dallo Sporting il centrocampista Joao Mario, mentre Candreva sembra preferire la soluzione Inter al Napoli. Un colpo in canna per gennaio è quello di Gabriel Jusus, il diciannovenne brasiliano definito il nuovo Neymar. Sullo sfondo c’è la grana Icardi che vuole prolungare e incrementare il contratto.

Più complicata la situazione del Milan visto l’annuncio del passaggio in mano cinese. L’arrivo di Montella sembra preludere alla partenza di Bacca. Positivo l’avvento di Lapadula, capocannoniere di B. In difesa è partito l’assalto a Musacchio del Villarreal per fa coppia con Romagnoli. Vicino anche Zielinski per la fascia, Galliani non molla la pista Pjaca in concorrenza con la Juve mentre Montella vorrebbe Fernando.

Più modesto il mercato della Fiorentina che ha rinunciato a Blaszczykowski e ha preso i giovani Dragowski e Dicks. In attacco andranno via Gomez e Babacar, rimane il dubbio su Rossi. Corvino sta trattando il fantasista ceco Duda mentre per problemi di bilancio potrebbero partire Ilicic e Badelj. Sousa riparte da Kalinic, Bernardeschi e Borja. Il resto è tutto da scrivere.

Situazione incandescente infine alla Lazio dopo il gran rifiuto di Bielsa e i probabili strascichi legali. Pato non verrà mentre Lotito prova a chiudere per Valencia e Caio. Candreva vuole partire mentre Biglia e Anderson dovrebbero restare. Ora Lotito cambierà strategie ma sarà dura ricucire coi tifosi.

Ultima ora

00:30Calcio: Nicola, mantengo la promessa e vado in bici a Torino

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Io ci credevo". Davide Nicola è forse il meno sorpreso della salvezza del suo Crotone. "Sono molto soddisfatto e gratificato - le sue parole a Premium Sport - Ero convinto che attraverso il lavoro e la costruzione di un gruppo si potesse raggiungere quest'obiettivo. La squadra ha lavorato per meritare di rimanere in A: l'ho sempre detto ai ragazzi. Dal punto di vista tecnico, tattico e mentale c'è stato un grande lavoro dietro ed è per questo che non volevo sentir parlare del Crotone come di una favola. Avremmo potuto salvarci prima, ma anche retrocedere prima: la realtà è che più si vuole ottenere un obiettivo, più si deve essere disposti a perderlo". Poi il tecnico rivela che manterrà fede alla promessa fatta in caso di salvezza: "Crotone-Torino in bicicletta? È la parte più facile: lo farò con grande piacere, le promesse le mantengo. In questo momento la prima parola che mi viene in mente è gratitudine. E sono dispiaciuto per l'Empoli, perché so che per una squadra che festeggia ce n'è una che soffre".

00:27Auto: Indianapolis, guasto al motore e Alonso si ritira

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Il team Andretti Autosport si aggiudica la 500 Miglia a Indianapolis, ma non è Fernando Alonso a regalargli la vittoria, bensì l'ex pilota di Formula 1 Takuma Sato, primo giapponese a vincere su questo circuito in questa classe, che ha beffato Helio Castroneves nel finale di gara. Per lo spagnolo, che oggi ha saltato il Gran Premio di Monaco, restano invece da ricordare solo i 27 giri condotti in testa, prima di essere costretto al ritiro a 20 dalla fine per un guasto al motore della sua McLaren-Honda (in quel momento era settimo). Un peccato perché l'ex ferrarista stava ben animando la gara e il pubblico lo aveva anche accolto molto calorosamente.

00:04Totti: Zeman, oggi non è stata una festa ma una tragedia

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Mi spiace per Totti, perché non è stato lui a decidere. E oggi, anziché una festa, è stata una tragedia. Oggi gli consiglierei di continuare a giocare: lui ha ancora voglia. In Italia no, bisogna vedere se fuori troverà una squadra adatta alle sue qualità". Così Zdenek Zeman a Premium Sport sull'addio di Francesco Totti alla maglia giallorosa.

00:01Basket: semifinali playoff, Venezia-Avellino 88-77

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - L'Umana Reyer Venezia risponde alla sconfitta in gara-1 di semifinale dominando la Sidigas Avellino: l'88-77 finale, infatti, è frutto del relax con cui Venezia ha chiuso la gara, che aveva portato sull'88-65. A trascinare i veneziani è stato l'mvp Peric (23 punti), ma ha pagato anche la scelta di coach De Raffaele di inserire nel quintetto un centro di peso come Batista. Venezia, infatti, ha dominato anche a rimbalzo: 39-23 il conto. Avellino, invece, ha dovuto fare i conti con la serata negativa di Ragland, fermatosi a 5 punti in 19 minuti in campo, quando la sua squadra ha subìto un parziale negativo di 18 punti rispetto agli avversari. Avellino ha provato più volte a riavvicinarsi nel punteggio, ma non è mai scesa sotto i quattro punti di ritardo, soffrendo l'intensità difensiva e il dinamismo offensivo dell'Umana Reyer, che ha mandato in doppia cifra ben cinque giocatori: oltre a Peric, anche Haynes (13), Ejim (11), Batista e McGee (entrambi 10 punti personali). Martedì, ad Avellino, gara-3.

23:50Calcio: Roma, per Emerson rottura del crociato

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro: questa la diagnosi riscontrata ad Emerson Palmieri, infortunatosi oggi nel primo tempo dell'ultima di campionato tra Roma e Genoa. Il terzino giallorosso, peraltro, era stato appena convocato dal ct Ventura in azzurro, ma dovrà rimandare il suo esordio con l'Italia. Domani sarà operato a Villa Stuart, a Roma.

23:49Dante: Gifuni legge Paradiso dalla Torre di Pisa

(ANSA) - PISA, 28 MAG - Finale ad effetto per "Danteprima", la manifestazione dedicata a Dante Alighieri, con l'attore Fabrizio Gifuni che ha letto alcuni canti del Paradiso dall'alto della Torre pendente di Pisa. Quello di stasera è stato l'ultimo appuntamento con la rassegna che Pisa, capitale dantesca, dedica a Dante in vista delle celebrazioni per il settecentenario dalla morte del sommo poeta nel 2021. (ANSA).

23:46Pallavolo: verso la World League, all’Italia la Vesuvio Cup

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Con due vittorie su due, la Nazionale italiana di pallavolo maschile si aggiudica la prima edizione della Vesuvio Cup, torneo triangolare disputato a Napoli. Dopo aver sconfitto ieri l'Argentina 3-1, oggi i ragazzi del ct Blengini hanno battuto con lo stesso risultato il Giappone: 25-17, 11-25, 25-15, 25-22. Il gruppo azzurro si ritroverà a Pesaro martedì sera per riprendere la preparazione in vista del primo weekend di World League, da venerdì a domenica, con le gare contro Brasile, Polonia e Iran.

Archivio Ultima ora