Padoan difende le banche italiane, in Ue percezione distorta

Pubblicato il 12 luglio 2016 da redazione

Dutch Finance Minister and chair of the eurogroup finance ministers Jeroen Dijsselbloem, left, speaks with Italian Minister for Economy and Finances Pier Carlo Padoan at the start of the Economic and Financial Affairs Council meeting at the EU Council building in Brussels, Belgium, Tuesday, July 12, 2016. (ANSA/AP Photo/Darko Vojinovic)

Dutch Finance Minister and chair of the eurogroup finance ministers Jeroen Dijsselbloem, left, speaks with Italian Minister for Economy and Finances Pier Carlo Padoan at the start of the Economic and Financial Affairs Council meeting at the EU Council building in Brussels, Belgium, Tuesday, July 12, 2016. (ANSA/AP Photo/Darko Vojinovic)

BRUXELLES. – Nonostante le banche italiane non fossero in alcun modo nell’agenda di Eurogruppo ed Ecofin, nella due giorni di riunioni l’attenzione sul tema è rimasta altissima. Frutto, secondo il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan, di una percezione “totalmente distorta” del sistema bancario italiano che invece “rimane solido”, anche se Bankitalia segnala un picco di sofferenze, salite a 200 miliardi.

La trattativa con Bruxelles comunque procede, e il ministro si aspetta un accordo “molto presto”. Segnali positivi anche dalla cancelliera Merkel, convinta che le questioni “possano essere risolte bene”.

Padoan difende il sistema italiano che certamente “è passato da tre anni di recessione profonda da cui sta uscendo”, ma “ci sono molte poche specifiche criticità”. Quindi “il fatto che qualcuno dica che il rischio generato sia così elevato è totalmente infondato”.

Il ministro nota “una percezione del sistema bancario italiano che è totalmente distorta in termini di numeri, di sofferenze, di ciò che è necessario capitalizzare”, ha detto al termine dell’Ecofin, ribadendo di aver letto e sentito dai media in questi giorni molte cose non vere.

Non è facile contrastare una percezione distorta, quando anche alcuni esponenti di governi europei la cavalcano: “Tutti parlano di Brexit come di un grosso problema, ma è solo speculazione. Un problema più grande per l’Europa potrebbe essere la salute di alcune banche italiane”, ha twittato durante l’Ecofin il ministro dell’economia della Repubblica Ceca Andrej Babis.

Nonostante i rumori di fondo, la trattativa prosegue e Padoan vede “molto presto” un accordo “nell’interesse dell’Italia, del’Ue e all’interno delle regole”.

Anche il ministro tedesco Wolfgang Schaeuble vede “margini per intervenire sulle banche italiane, anche se resta aperta la questione degli aiuti di Stato”. Il vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis, conferma che ci sono varie ipotesi sul tavolo, tutte rispettose delle regole europee e senza “effetti negativi sugli investitori retail”.

Un punto fermo per Padoan è infatti “la totale protezione delle famiglie e dei risparmiatori”, su cui il Governo è impegnato al massimo. Si cerca quindi uno strumento “di natura precauzionale, come già fatto per la liquidità”, ma “solo se serve e con l’obiettivo di sostenere, se necessario, le operazioni di mercato”.

Siamo lontani quindi dall’idea di un paracadute da 150 miliardi di fondi pubblici per le banche europee, evocata dal capo economista della Deutsche Bank. Un’ipotesi che, spiega il ministro, lo appassiona solo a livello accademico, ma non quando si passa sul piano della realtà.

Secondo Standard and Poor’s, “il crescente euroscetticismo in alcuni Paesi e le incertezze economiche e finanziarie” scaturite dalla Brexit “potrebbero dare al governo italiano un certo potere contrattuale nelle discussioni” con Bruxelles. E in effetti, ha sottolineato Padoan, l’Ecofin è concorde nel considerare il referendum britannico un fattore “che ha fatto emergere instabilità in tutto il sistema bancario europeo”, e non solo nel sistema italiano.

(di Chiara De Felice/ANSA)

Ultima ora

10:41F1: Australia, Hamilton domina seconde libere, Vettel 2/o

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - Il britannico della mercedes Lewis Hamilton domina anche la seconda sessione di prve libere dle gran premio di F1 di Melbourne in Australia, ma la Ferrari di Sebastian Vettel migliora sensibilmente le sue prestazioni rispetto alla prima sessione e fa il secondo miglior tempo. Hamilton ha girato in 1:23'620, il tedesco della rossa in 1:24'167. terzo tempo per l'altro pilota Merces, il finlandese Valtteri Bottas che ha fermato il cronometro a 1:24'176, quarto miglior tempo per l'altro ferrarista, Kimi Raikkonen in 1:24'525. (ANSA).

10:33F1: Australia, Hamilton vola in prime libere, Raikkonen 5/o

(ANSA) - MELBOURNE, 24 MAR - Lewis Hamilton segna il miglior tempo sulla sua Mercedes nella prima sessione di prove libere del Gran premio d'Australia, prima prova del Mondiale di Formula 1. Nel suo giro più veloce Hamilton ha segnato 1'24"220, quasi sei decimi di secondo più veloce del compagno di squadra Valtteri Bottas. Dietro le due Mercedes si sono piazzate le Red Bull di Daniel Ricciardo e Max Verstapen, poi le Ferrari di Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel.

10:06Brexit: Juncker a Bbc, ‘un fallimento e una tragedia’

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - Il 29 marzo, quando la Gran Bretagna consegnerà a Bruxelles la lettera che dà l'avvio alla Brexit, il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker sarà "triste" perchè l'uscita di Londra dall'Ue "è una tragedia, un fallimento e una tragedia". Lo stesso Juncker lo ha detto alla Bbc in una lunga intervista che andrà in onda oggi. L'emittente ne ha anticipato alcuni brevi stralci.

09:42Terremoto: Marini, Parlamento Ue a Norcia è vicinanza gente

(ANSA) - NORCIA (PERUGIA), 24 MAR - "Oggi a Norcia si riunisce la presidenza del Parlamento europeo (presidente, vicepresidenti e presidenti del gruppo politici) nell'ambito delle cerimonie per il 60/O anniversario dei Trattati di Roma. È un gesto simbolico e di vicinanza delle istituzioni europee alla nostra gente colpita dal sisma": è quanto scrive questa mattina sul proprio profilo facebook, Catiuscia Marini, presidente della Regione Umbria. Secondo la quale "dobbiamo ricostruire ciò che il terremoto ha distrutto e lacerato, sostenere la forza resiliente della popolazione, ma anche ricostruire il progetto europeo che ha bisogno della fiducia e del consenso dei cittadini". Marini sarà a Norcia, assieme agli altri presidenti di Regione colpite dal sisma, per accogliere i parlamentari europei, con il presidente Antonio Tajani. Gli esponenti del Parlamento europeo al termine dei lavori visiteranno la città di San Benedetto, recandosi davanti alla Basilica quasi completamente distrutta dal sisma. (ANSA).

08:55Trump: Senato conferma Friedman ambasciatore Usa in Israele

(ANSA) - WASHINGTON, 24 MAR - Il Senato degli Stati Uniti ha confermato la nomina avanzata dal presidente Donald Trump di David Friedman come ambasciatore americano in Israele, nonostante le critiche espresse dai democratici. I senatori hanno approvato la nomina con 52 voti favorevoli e 46 contrari. Friedman, avvocato di New York molto legato a Trump che e' stato suo cliente, e' noto per la sua posizione a sostegno degli insediamenti israeliani e contraria alla creazione di uno Stato palestinese.

08:51Trump: Casa Bianca spinge per voto oggi contro Obamacare

(ANSA) - WASHINGTON, 24 MAR - La Casa Bianca insiste affinche' si voti già oggi sulla legge che dovrebbe sostituire l'Obamacare, dopo che la Camera del Congresso Usa ha deciso di rimandare il voto previsto nelle scorse ore, attribuito da più parti al fallimento dell'ennesimo pressing del presidente Donald Trump e dello speaker Paul Ryan sui membri del Congresso repubblicani riluttanti. Eppure fino all'ultimo momento il portavoce della Casa Bianca si era detto certo che il voto ci sarebbe stato e fiducioso che il testo sarebbe passato, ma questa volta Trump non sembra essere stato capace di 'chiudere l'affare', almeno per ora: stando ai media l'amministrazione ha lanciato un ultimatum ai leader repubblicani al Congresso affermando che "la trattativa e' chiusa" ed esortando al voto già nelle prossime ore, con le pressioni protrattesi fino a tarda sera in incontri a porte chiuse a Capitol Hill, alla presenza anche dei più stretti collaboratori di Trump, dal suo stratega Steve Bannon al chief of staff Rience Priebus.

01:33Calcio: Mondiali 2018, Colombia-Bolivia 1-0

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - La Colombia ha battuto la Bolivia 1-0 in una gara valida per le qualificazioni mondiali dell'America del sud. Decide la rete su rigore dell'attaccante del Real, James Rodriguez, al 38' del secondo tempo. Si fa male invece Muriel: il giocatore della Samp è stato infatti costretto a uscire per un infortunio dopo mezzora di gioco.

Archivio Ultima ora