Dallas: Obama e Bush ai funerali per riunire l’America

Pubblicato il 12 luglio 2016 da redazione

Dallas: Obama e Bush ai funerali per riunire l'America

Dallas: Obama e Bush ai funerali per riunire l’America

WASHINGTON. – Tenta di consolare e riconciliare un Paese inquieto e arrabbiato il presidente Usa Barack Obama, sbarcato in una Dallas blindata per i funerali dei cinque agenti bianchi uccisi da un cecchino nero che voleva vendicarsi dei due afroamericani ammazzati dalla polizia la scorsa settimana.

E’ l’undicesima volta che vola in una città americana colpita da una strage. L’ultima un mese fa a Orlando, in Florida, dove un americano di origine afghana radicalizzatosi negli States e proclamatosi fedele all’Isis ha ucciso 49 persone in un night club per gay.

Ma a Dallas Obama deve fare i conti non solo con l’irrisolta questione della proliferazione delle armi ma anche con la sempre aperta questione razziale, che rischia di pesare sulla sua eredità politica. E questa volta deve fare l’acrobata di fronte ad una polizia vittima e imputata nello stesso tempo, falcidiata da un cecchino a Dallas ma nel mirino per i pregiudizi e la brutalità contro i neri, come Alton Sterling a Baton Rouge (Louisiana) e Philando Castile a St Paul (Minnesota), uccisi da agenti senza apparente giustificazione.

Per questo ha telefonato alle loro famiglie prima di incontrare privatamente quelle dei poliziotti uccisi a Dallas, intervenendo poi ad una commovente cerimonia interreligiosa, dove il sindaco della città, Mike Rawlings, aprendo una maratona di omaggi, ha denunciato un “male comune”: la violenza nelle strade.

Obama è arrivato a Dallas in un clima teso, dopo l’ondata di proteste e arresti in molte città americane, minacce alla polizia e una serie di recenti sparatorie contro le forze dell’ordine, le ultime a Washington e nella contea texana di Ellis, vicino a Dallas, fortunatamente senza feriti, ma anche a Baltimora, dove uno sconosciuto ha fatto fuoco alla veglia per un afroamericano ucciso, colpendo cinque persone.

E ha voluto dare un segnale di unità e di partecipazione ampia e bipartisan, portando con sé non solo Michelle e il vice Joe Biden ma anche un senatore locale come Ted Cruz, che lo aveva a lungo criticato prima di ritirasi dalla primarie repubblicane. E ha voluto che ci fosse pure il suo predecessore repubblicano, George W. Bush con la moglie Laura, anche lui pronto a parlare per dare l’immagine di un Paese comunque unito.

Non la pensa così Donald Trump, che ha rotto la tregua accusando la “debole leadership di Obama” e “la corrotta Hillary” della divisione del Paese, schierandosi prima di tutto con la polizia, come candidato di “legge e ordine”. Gli episodi di violenza della scorsa settimana potrebbero essere “solo l’inizio per questa estate”, ha ammonito, pronto a cavalcare il peggio.

Più equilibrata Hillary, che dopo aver incassato l’atteso endorsement di Bernie Sanders, ha chiesto rispetto per la legge ma anche che “ciascuno sia rispettato dalla legge”, promettendo di fare di più per evitare “la tragedia di uomini e donne e bambini neri uccisi in incidenti con la polizia”. Le tensioni rischiano di ripercuotersi sulle convention di Cleveland e Philadelphia, dove le misure di sicurezza sono già state rafforzate in vista di proteste annunciate.

Intanto le famiglie di Sterling e Castile chiedono giustizia e annunciano che faranno causa. Quella di Sterling chiede inoltre alle forze dell’ordine che rendano pubblico il video ripreso dalle telecamere di sorveglianza del negozio davanti al quale il giovane è morto.

Ma la diffidenza, la sfiducia verso la polizia aumenta, come suggeriscono certi commenti sul web o quello di Kalyn Chapman James, prima ragazza nera ad aver conquistato il titolo di miss Alabama, nel 1993: in un video sul social network ha spiegato i suoi sentimenti verso la strage di Dallas affermando di “sentirsi un po’ in colpa perché non prova tristezza per i poliziotti che hanno perso la vita”. E di considerare un martire Micah Johnson, l’autore della strage.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

02:41Manchester: esplosione a concerto, forse terrorismo

(ANSA) - LONDRA, 23 MAG - Paura e sangue in Gran Bretagna, nella Manchester Arena, dove una potente esplosione ha causato morti e feriti. L'episodio è trattato dagli inquirenti come un fatto di terrorismo. Alcune testimonianze fanno riferimento ad almeno "20-30 persone" viste a terra. L'episodio, descritto subito dagli investigatori come "un serio incidente", ha tutta l'aria di essere un attacco compiuto con un ordigno, anche se al momento non vi sono conferme. E' avvenuto ieri sera subito dopo la fine di un concerto di Ariana Grande - pop star americana 24enne, rimasta illesa secondo una sua portavoce - e ha scatenato il panico fra la gente. La struttura, la più grande arena indoor d'Europa, con una capienza di oltre 21.000 posti, era affollata soprattutto di giovani e giovanissimi. Immagini registrate da testimoni oculari hanno mostrato scene di terrore, con urla seguite dal fuggi fuggi generale. Mentre la polizia accorreva in forze e così pure i mezzi di soccorso.

01:47Wp, Trump sollecito’ aiuto due capi 007 contro Fbi

(ANSA) - WASHINGTON, 23 MAG - Donald Trump chiese invano lo scorso marzo ai capi di due agenzie di intelligence di negare pubblicamente l'esistenza di qualsiasi prova di collusione tra il suo entourage e i russi per smontare l'inchiesta dell'Fbi. Lo rivela il Wp citando due dirigenti americani attuali e due ex. La richiesta fu rivolta a Daniel Coats, capo della National Intelligence (Dia), e all'ammiraglio Michael S. Rogers, direttore della National Security Agency (Nsa).

01:44Manchester: morti e feriti a concerto

(ANSA) - LONDRA, 22 MAG - Ci sono alcuni morti e feriti a causa dell'incidente avvenuto in serata alla Manchester Arena, dove e' stata udita 'almeno una esplosione' che ha scatenato il panico fra migliaia di persone subito dopo la conclusione di un concerto della cantante americana Ariana Grande. Lo riferisce la polizia della città britannica. Stando alle prime informazioni l'esplosione sarebbe avvenuta nella zona delle biglietterie, subito fuori dall'arena, che può contenere circa 20.000 spettatori.

01:44Svezia: tracce esplosivo in borsa, evacuato scalo

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - E' stato evacuato in Svezia l'aeroporto internazionale di Goteborg Landvetter, dopo che in un bagaglio lasciato incustodito sono state rilevate tracce di esplosivo. La borsa abbandonata era nell'area partenze, che è stata subito evacuata, transennata e raggiunta da polizia e artificieri. L'allarme è scattato verso le 21 di ieri. Il bagaglio sospetto è stato trovato vicino a un banco informazioni e dopo che la sicurezza non è riuscita a trovarne il proprietario sono scattati gli accertamenti, dai quali è risultata la presenza di tracce di esplosivo. La polizia svedese afferma che per ora non si può parlare di una situazione di "minaccia effettiva", ma le indagini sono ancora in corso.

23:47Calcio: Quagliarella, a Schick dico di restare alla Samp

(ANSA) - MILANO, 22 MAG - "Consiglio a Schick di restare un altro anno alla Sampdoria per confermare quanto di buono fatto e continuare a crescere. Non ho mai giocato con un calciatore simile". Fabio Quagliarella, vincitore del 22esimo 'Premio Gentleman', suggerisce al suo compagno di aspettare a lasciare Genova, ma concede un indizio sull'altro oggetto del desiderio del mercato, Muriel: "Muriel è nell'età giusta per poter partire se ci sono delle richieste che soddisfano il presidente. Contro l'Udinese non ha fatto una cosa bella, ma si è reso conto dell'errore. Non c'è stato alcuna rissa con Danilo e alla fine ha chiesto scusa". Quagliarella conferma il suo desiderio di restare alla Samp ("ho ancora due anni di contratto") e spende parole al miele per Francesco Totti: "E' una leggenda. Sono orgoglioso si averci giocato contro. Un ragazzo eccezionale, c'e solo da togliersi il cappello. Non mi permetto di dire nulla a Spalletti, ma Totti non va trattato così".

23:44Calcio: Montella, il Milan vuole tenere Donnarumma

(ANSA) - MILANO, 22 MAG - "Il rinnovo di Donnarumma? So che la società sta facendo degli sforzi enormi per riconoscere le grandi qualità di Gigio. Voglio bene come a un figlio a Donnarumma, ma ora deve fare una scelta e capire cosa vuole fare da grande perché é anche diventato maggiorenne. Ma con la massima serenità perché la società sta facendo di tutto per tenerlo". Così Vincenzo Montella a margine del 22esimo Premio Gentleman, parla delle trattative per il rinnovo di Donnarumma, ma non svela nulla su chi sarà il prossimo centravanti del Milan: "Chi sarà il prossimo numero 9 tra Keita, Kalinic e Morata? Forse nessuno dei tre. La maglia numero 9 è di Lapadula e per il momento se la tiene lui".

23:15Calcio: Pescara batte Palermo 2-0

(ANSA) - PESCARA, 22 MAG - Il Pescara ha battuto 2-0 il Palermo nel posticipo della 37/a giornata della serie A di calcio, partita che ha messo di fronte due formazioni già retrocesse. Gli abruzzesi sono passati in vantaggio al 15' con la prima rete in A del croato Robert Muric. Nel finale dell'incontro è giunto il raddoppio siglato dal suo sostituto, il romeno Mitrita. Il Pescara ha così vinto la terza partita in campionato.

Archivio Ultima ora