Appalti pilotati Agenzia Demanio FVG, ex direttore indagato

(ANSA) – GORIZIA, 13 LUG – Corruzione, turbativa d’asta e truffa aggravata a danno dello Stato sono i reati accertati dalla Guardia di Finanza di Gorizia al termine di una nuova indagine, coordinata dal Procuratore Aggiunto di Udine, Raffaele Tito, nei confronti di un ex dirigente dell’Agenzia del Demanio e di sei imprenditori, quattro italiani e due romeni per numerosi appalti pilotati in Friuli Venezia Giulia. La Polizia tributaria ha scoperto numerose aste irregolari tra cui la cessione di tonnellate di ferro a prezzi di favore, l’acquisto dell’ex Osservatorio Geofisico di Trieste e lo smantellamento del “Magazzino 74” del Porto di Trieste, aggiudicati a un imprenditore di Muggia. Pilotata anche la gara per l’affitto dell’ex polveriera di Monte di Mezzo di Sagrado (Grozia) e quella per l’ex Manifattura tabacchi di Gorizia. In cambio sono stati scoperti versamenti di denaro contante sui conti correnti dell’ex direttore, che ha ammesso di aver ricevuto da due imprenditori non meno di 50.000 euro.

Condividi: