Ucciso a bastonate in casa: pm chiede 30 anni per il killer

(ANSA) – ORISTANO, 13 LUG – Per il pubblico ministero non ci possono essere dubbi: l’allevatore di Paulilatino (Oristano) Gavino Madau è colpevole dell’omicidio di Giovanni Casula e deve essere condannato a 30 anni di reclusione. Per la difesa, invece, agli atti non ci sono le prove che dimostrano la sua colpevolezza e l’imputato deve essere assolto dall’accusa di omicidio per la quale è in carcere dal 4 giugno 2015. Per la sentenza del gip del Tribunale di Oristano bisognerà attendere la fine dell’estate. Al termine della discussione, l’udienza è stata rinviata infatti al 21 settembre per eventuali repliche e la pronuncia del verdetto. Giovanni Casula, 69 anni, era stato trovato cadavere nella sua abitazione di Paulilatino la mattina del 31 ottobre del 2014. L’autopsia rivelò che era stato ucciso a colpi di bastone da qualcuno che aveva bussato alla sua porta e non gli aveva lasciato neanche il tempo di difendersi.

Condividi: