La maggioranza tiene al Senato. Comitato del Sì supera il tetto delle firme

Pubblicato il 13 luglio 2016 da redazione

Renzi e Alfano

Renzi e Alfano

ROMA. – La maggioranza serra i ranghi e Ncd decide di lasciare i malumori interni alla resa dei conti serale con il leader Angelino Alfano che però mostra i muscoli subito prima di incontrare i suoi senatori: “credo che tutti i bluffatori siano stati smentiti dal chiaro gioco pubblico di questa sera in cui si è visto chiaramente come senza di noi questo governo non abbia la maggioranza, con noi può prescindere da tutti gli altri”.

Dopo giorni di tensione, comunque, Matteo Renzi può tirare un sospiro di sollievo: al Senato sul ddl Enti Locali la maggioranza conta 167 sì più 17 voti aggiuntivi degli uomini di Verdini e Tosi, ben oltre la maggioranza assoluta richiesta per far passare il provvedimento e ridare fiato al governo. Che oggi può festeggiare il traguardo delle 500mila firme popolari per il referendum, obiettivo che invece il Comitato del No non riesce a centrare.

Su Palazzo Madama si erano scaricate le attenzioni ed i timori sulla tenuta della maggioranza tra pressing di modifiche per l’Italicum e timori sull’esito del referendum dopo l’andamento delle amministrative. “Tanto rumore per nulla”, esulta il Pd che comunque qualche timore l’aveva visto tanto che i senatori avevano l’ordine tassativo di stare tutti in Aula.

D’altra parte una correzione di rotta, nell’ultima settimana, c’è stata: il premier ha invitato tutti a mettere la faccia sul referendum proprio per consentire di spersonalizzarlo dalla partita su di lui e sul governo e in direzione non solo la minoranza ma anche Dario Francheschini hanno chiesto di riflettere su modifiche all’Italicum dopo il voto sulla riforma costituzionale.

L'”esplorazione”, come viene chiamata un po’ scherzosamente in Transatlantico, di Lorenzo Guerini è partita: il vicesegretario sta sondando le varie correnti del Pd ed i partiti di maggioranza per capire se ci sono margini per correzioni chirurgiche all’Italicum.

Un sondaggio che non porterà, per ora, ad aprire alcun tavolo: tutto è rinviato a dopo il referendum e comunque Renzi ha fatto capire che il governo non entrerà in scena. Ma che sembra servire a placare gli animi anche dentro il Pd.

Pier Luigi Bersani, in un’intervista a Die Zeit, rassicura che “nessuno della minoranza pensa che il premier debba essere mandato a casa”, non vede rischi di instabilità per il governo anche se contesta la personalizzazione del leader dem che estromette la sinistra interna.

Comincia ad entrare nel vivo, nel frattempo, la partita referendaria anche se la data non è ancora fissata: non senza difficoltà, il Comitato del sì consegnerà in Cassazione tra le 560mila e le 580mila firme a sostegno del quesito.

Risultato invece fallito dal Comitato del No che si ferma a quota 300mila causa, denuncia Vincenzo Vita, un silenzio mediatico totale “grave e greve”. Colpa anche, denuncia qualcuno dei partiti di opposizione, dello scarso impegno M5S nella raccolta delle firme mentre Fi annuncia l’avvio della campagna referendaria “appuntamento politico decisivo della prossima stagione”.

(di Cristina Ferrulli/ANSA)

Ultima ora

00:36Calcio: l’Arsenal torna al successo, 2-0 al West Bromwich

(ANSA) - ROMA, 26 SET - L'Arsenal torna alla vittoria in Premier League battendo 2-0 il West Bromwich Albion nell'ultimo incontro della sesta giornata. Entrambe le reti sono state realizzate dal bomber francese, a segno al 20' pt e al 22' st, su rigore. La squadra guidata da Arsene Wenger è ora settima in classifica, a -7 dalla coppia di testa Manchester City-Manchester United. Uno dei protagonisti è stato anche il capitano del Wba Gareth Barry, che a 36 anni ha toccato le 633 presenze in Premier, migliorando il record fin qui detenuto dalla bandiera dello United Ryan Giggs.

23:32Calcio: Wanda “clausola Icardi? Per ora stiamo bene “

(ANSA) - MILANO, 25 SET - ''Per ora stiamo bene. Abbiamo firmato pochi mesi fa un prolungamento di contratto. Aumentare la clausola? Per ora non ci pensiamo, siamo a posto così''. Wanda Nara, moglie e agente di Mauro Icardi, parla del futuro del capitano dell'Inter. Secondo alcune voci, l'entourage del giocatore starebbe trattando col club per aumentare l'attuale clausola. Lo stesso Spalletti, qualche settimana fa, aveva detto che serviva una clausola 'alla Isco', da campione. ''Se lo dice l'allenatore - commenta Wanda - siamo contenti ma adesso non ci stiamo pensando''. La convocazione di Icardi con l'Argentina è un obiettivo raggiunto. Ma la showgirl argentina era sicura che la chiamata sarebbe presto arrivata: ''Ho sempre saputo che noi argentini abbiamo bisogno di un attaccante come Icardi, così giovane. Se credo che si qualificherà per i Mondiali? Certo, senza l'Argentina non sarebbero Mondiali''.

23:30Champions: arrestati a Napoli tre tifosi olandesi

(ANSA) - NAPOLI, 25 SET - Gli agenti della polizia di Stato hanno arrestato a Napoli tre tifosi olandesi giunti in città alla vigilia della sfida di Champions League tra la squadra partenopea e il Feyenoord, malgrado il divieto di vendita dei biglietti ai cittadini olandesi disposto dalla questura. La volante del commissariato è intervenuta in via dei Fiorentini, non lontano dalla Questura, a seguito della segnalazione della presenza di alcune persone moleste. Giunti sul posto, i poliziotti, ancora in auto, sono stati oggetto del lancio di alcune pietre. Gli agenti nel tentativo di bloccarli sono stati aggrediti e in una colluttazione hanno riportato lesioni. I tre aggressori, tutti 21enni, sono stati arrestati e verranno condotti nel carcere di Poggioreale.

23:23Calcio: Milik “penso a tornare, tenete le dita incrociate”

(ANSA) - ROMA, 25 SET - "Grazie a tutti per i vostri messaggi, significano molto per me. Ora sono concentrato sul ritorno, tenete le dita incrociate'': lo scrive su twitter l'attaccante del Napoli Arek Milik operato oggi al legamento crociato del ginocchio destro. Al giocatore polacco sono giunti moltissimi messaggi di auguri e solidarietà sui social, tra i quali quelli del compagno di squadra Dries Mertens e del giocatore della Roma Alessandro Florenzi, da poco tornato a giocare dopo incidenti simili a quelli del collega azzurro.

23:21Calcio: serie B, Palermo-Pro Vercelli 2-1

(ANSA) - PALERMO, 25 SET - Seconda vittoria consecutiva per il Palermo che batte 2-1 la Pro Vercelli nel posticipo della sesta giornata di serie B e si porta ad un punto dalla coppia di testa formata da Frosinone e Perugia. Gli ospiti passano in vantaggio al 20': sul cross di Vives dopo un'azione di calcio d'angolo, Posavec sventa per due volte i tiri dei piemontesi ma poi si arrende a Bifulco. Pareggia Nestorovski al 25' che sfrutta al meglio una verticalizzazione di Chochev. Al 6' della ripresa, nuova combinazione Chochev-Nestorovski e, soprattutto grazie a un regalo della difesa ospite, il macedone raddoppia. Inutile il forcing finale dei piemontesi, ultimi in classifica con due punti.

21:20Calcio: Florenzi, messaggio a Milik

(ANSA) - ROMA, 25 SET - "Ci vedremo al San Paolo e ci scambieremo la maglia. Fieri della nostra forza e più forti del nostro destino. Un grande abbraccio! Ale". Con questi messaggio, pubblicato sul proprio account di Twitter, il romanista Alessandro Florenzi ha dato appuntamento al collega del Napoli, Arkadiusz Milik, che, come il giallorosso, ha subito due gravi infortuni al ginocchio a poche settimane di distanza. L'attaccante dei partenopei oggi è stato operato a Roma e tornerà in campo fra cinque-sei mesi.

21:10Calcio: Van Bronckhorst, il Feyenoord punta alla vittoria

(ANSA) - NAPOLI, 25 SET - "Arriviamo a Napoli con molti infortunati ma dobbiamo vedere le cose in modo positivo e giocare meglio come squadra, sarebbe ideale trovare subito il vantaggio domani ma sarà molto difficile. Non saremo favoriti". Lo ha detto Giovanni Van Bronckhorst, allenatore del Feyenoord, alla vigilia della sfida contro il Napoli in Champions League. Il Feyenoord arriva a Napoli senza il bomber Jorgensen e il difensore Botteghin che il tecnico olandese ricorda "tornerà a gennaio-febbraio", precisa Van Bronckhorst che punta a vincere: "Domani ci servono i tre punti - dice - giocheremo senza paura ma con equilibrio. Sarà importante non prendere gol in avvio. Sappiamo di non essere favoriti ma sappiamo come gioca il Napoli, fanno un pressing molto alto e noi non dovremo rischiare di perdere palloni, ma allo stesso tempo impostare da dietro".

Archivio Ultima ora