La maggioranza tiene al Senato. Comitato del Sì supera il tetto delle firme

Pubblicato il 13 luglio 2016 da redazione

Renzi e Alfano

Renzi e Alfano

ROMA. – La maggioranza serra i ranghi e Ncd decide di lasciare i malumori interni alla resa dei conti serale con il leader Angelino Alfano che però mostra i muscoli subito prima di incontrare i suoi senatori: “credo che tutti i bluffatori siano stati smentiti dal chiaro gioco pubblico di questa sera in cui si è visto chiaramente come senza di noi questo governo non abbia la maggioranza, con noi può prescindere da tutti gli altri”.

Dopo giorni di tensione, comunque, Matteo Renzi può tirare un sospiro di sollievo: al Senato sul ddl Enti Locali la maggioranza conta 167 sì più 17 voti aggiuntivi degli uomini di Verdini e Tosi, ben oltre la maggioranza assoluta richiesta per far passare il provvedimento e ridare fiato al governo. Che oggi può festeggiare il traguardo delle 500mila firme popolari per il referendum, obiettivo che invece il Comitato del No non riesce a centrare.

Su Palazzo Madama si erano scaricate le attenzioni ed i timori sulla tenuta della maggioranza tra pressing di modifiche per l’Italicum e timori sull’esito del referendum dopo l’andamento delle amministrative. “Tanto rumore per nulla”, esulta il Pd che comunque qualche timore l’aveva visto tanto che i senatori avevano l’ordine tassativo di stare tutti in Aula.

D’altra parte una correzione di rotta, nell’ultima settimana, c’è stata: il premier ha invitato tutti a mettere la faccia sul referendum proprio per consentire di spersonalizzarlo dalla partita su di lui e sul governo e in direzione non solo la minoranza ma anche Dario Francheschini hanno chiesto di riflettere su modifiche all’Italicum dopo il voto sulla riforma costituzionale.

L'”esplorazione”, come viene chiamata un po’ scherzosamente in Transatlantico, di Lorenzo Guerini è partita: il vicesegretario sta sondando le varie correnti del Pd ed i partiti di maggioranza per capire se ci sono margini per correzioni chirurgiche all’Italicum.

Un sondaggio che non porterà, per ora, ad aprire alcun tavolo: tutto è rinviato a dopo il referendum e comunque Renzi ha fatto capire che il governo non entrerà in scena. Ma che sembra servire a placare gli animi anche dentro il Pd.

Pier Luigi Bersani, in un’intervista a Die Zeit, rassicura che “nessuno della minoranza pensa che il premier debba essere mandato a casa”, non vede rischi di instabilità per il governo anche se contesta la personalizzazione del leader dem che estromette la sinistra interna.

Comincia ad entrare nel vivo, nel frattempo, la partita referendaria anche se la data non è ancora fissata: non senza difficoltà, il Comitato del sì consegnerà in Cassazione tra le 560mila e le 580mila firme a sostegno del quesito.

Risultato invece fallito dal Comitato del No che si ferma a quota 300mila causa, denuncia Vincenzo Vita, un silenzio mediatico totale “grave e greve”. Colpa anche, denuncia qualcuno dei partiti di opposizione, dello scarso impegno M5S nella raccolta delle firme mentre Fi annuncia l’avvio della campagna referendaria “appuntamento politico decisivo della prossima stagione”.

(di Cristina Ferrulli/ANSA)

Ultima ora

00:45Calcio: Europa League, l’Inter chiude con un 2-1 allo Sparta

(ANSA) - ROMA, 8 DIC - L'Inter saluta l'Europa con una vittoria, in un San Siro semivuoto per la protesta dei tifosi. Finisce 2-1 con lo Sparta Praga, che si qualifica ai sedicesimi con gli inglesi del Southampton (1-1 con il Beer Sheeva). Ma anche stasera, con una squadra con diversi giovani, la formazione di Pioli ha sofferto. In gol con Eder, su una bella azione costruita dal baby Pinamonti, i nerazzurri sono raggiunti a inizio ripresa da un colpo di testa di Marecek. Lo Sparta spreca l'occasione di andare in vantaggio su rigore, Carrizo netraulizza il tiro di Dockal. Nel finale, al 90', il gol vittoria ancora di Eder. Negli altri gironi, lo Standard Liegi non va oltre l'1-1 con l'Ajax, ai sedicesimi con gli olandesi passa il Celta Vigo (2-0 in casa del Panathinaikos).

00:43Grecia: annuncio Tsipras, una tantum per pensionati poveri

(ANSA) - ROMA, 8 DIC - Il premier greco Alexis Tsipras ha annunciato in tv che il governo spenderà 617 milioni di euro in 'una tantum' da versare ai pensionati con i redditi più bassi. Lo riferiscono i media ellenici. Tsipras ha ricordato che la decisione avviene dopo che la Grecia ha superato gli obiettivi di surplus primario per il 2016, "fedeli al nostro impegno a sostenere i più deboli". L'assegno interesserà 1,6 milioni di pensionati che guadagnano meno di 850 euro al mese. Il premier ha anche detto che non scatterà l'aumento dell'Iva per le isole del nord Egeo più colpite dalla crisi dei migranti. Il surplus primario greco nel 2016 ha raggiunto l'1,1% del Pil, contro lo 0,5% previsto dal piano di salvataggio. Tsipras ha salutato il via libera dato dall'Eurogruppo alle misure a breve termine sull'alleggerimento del debito ellenico, allo scopo di far riguadagnare al Paese l'accesso al mercato. Tra queste c'è una rimodulazione delle scadenze del debito con i fondi salva-Stati Efsf e Esm, e una riduzione degli interessi.

23:28Usa: è morto l’astronauta John Glenn

(ANSA) - WASHINGTON, 8 DIC - E' morto John Glenn, il primo astronauta americano ad andare in orbita intorno alla Terra. Per 24 anni ha poi rappresentato l'Ohio al Senato degli Stati Uniti. Aveva 95 anni.

22:38Calcio: la Roma fa 0-0 in casa Astra, Sassuolo-Genk rinviata

(ANSA) - ROMA, 8 DIC - La Roma chiude il girone di Europa League con uno 0-0 a Bucarest, in casa dell'Astra Giurgiu, che comunque festeggia: assicurato il primo posto per il giallorossi, il secondo va proprio alla squadra romena, in forza della sorprendente vittoria del Plzen che in casa rimonta due gol di svantaggio e batte 3-2 l'Austria Vienna. Sassuolo-Genk, l'altra partita di un'italiana, e' rinviata a domani per la nebbia fitta sullo stadio di Reggio Emilia. Va ai sedicesimi anche il Manchester United, grazie allo 0-2 firmato Mkhitaryan-Ibrahmovic in casa dello Zorya, ma secondo dietro il Fenerbahce. L'Anderlecht perde in casa 3-2 col St.Etienne che lo sorpassa al primo posto del girone, ma si consola con la qualificazione da seconda. Nel gruppo D, avanti Zenit e Az Alkmaar: lo scontro diretto va agli olandesi (3-2), e' la prima sconfitta dei russi che pero' conservano il primo posto

22:08Natale: acceso il presepe di Manarola, 200 figure di luce

(ANSA) - MANAROLA, 8 DIC - Compie 40 anni il presepe di Manarola che oggi si è acceso con le sue oltre 200 figure luminose sulla collina a picco sul mare più famosa delle Cinque Terre. La natività più grande del mondo ha attirato migliaia di persone per ammirare l'accensione e lo spettacolo pirotecnico. Ad accendere il presepe Mario Andreoli, 89 anni, ideatore della rappresentazione e che anche quest'anno ha partecipato personalmente sistemando gli angeli sopra la capanna. Alla cerimonia hanno preso parte anche la sindaco di Riomaggiore (Manarola è una frazione) Fabrizia Pecuani e il presidente del parco delle Cinque terre Vittorio Alessandro che hanno sottolineato come "il presepe di Mario racconti la storia del territorio e deve essere valorizzato anche in futuro". Presenti il presidente della Regione Giovanni Toti e gli assessori Ilaria Cavo e Giacomo Giamperdrone. Toti ha detto che "l'accensione del presepe è il primo avvenimento di Lamialiguria inverno. Sarà un Natale importante compatibilmente col momento difficile del paese con la crisi che non si risolve. Abbiamo stanziato risorse importanti per eventi che arrivano sino a gennaio", ha detto Toti. (ANSA).

22:07Cacciati da San Basilio, Raggi: nuova casa

(ANSA) - ROMA, 8 DIC - Per la famiglia di origine marocchina cacciata due giorni fa dalla casa assegnatagli a San Basilio è in arrivo un nuovo alloggio. Ad annunciarlo è la sindaca di Roma, Virginia Raggi, che oggi ha incontrato in Campidoglio Mourad, Fatia e i loro bambini. "L'accoglienza e il senso di comunità sono valori condivisi da tutti i romani - le parole della prima cittadina -. Sarà assegnata loro una nuova casa". Buone notizie dunque, dopo il "vergognoso episodio" - come l'ha definito la stessa sindaca - di due giorni fa nei palazzi popolari del quartiere alla periferia orientale della Capitale. Una protesta che ha costretto la famiglia a lasciare l'abitazione che gli sarebbe spettata di diritto. Abitazione che - come ha rivelato oggi l'assessore alle Politiche Sociali, Laura Baldassarre - sarebbe stata di nuovo occupata.

22:02Football Leaks: Ronaldo “Preoccupato? Chi non deve,non teme”

(ANSA) - ROMA, 8 DIC - "Ti sembro preoccupato? Chi non deve non teme". Così Cristiano Ronaldo ha risposto a un cronista di Rtp che gli ha chiesto lumi sulla vicenda 'Football Leaks' che lo vedrebbe coinvolto. La battuta, riportata dal quotidiano Marca, è arrivata nella zona mista del Bernabeu, dopo il match di Champions contro il Borussia Dortmund. Cristiano Ronaldo ha detto di non essere preoccupato dal dossier che lo accuserebbe di avere evaso 150 milioni di tasse, rispondendo con un sorriso: "Me ves preocupado? Quien no debe, no teme". L'asso portoghese, stando al dossier, sarebbe accusato di avere 'deviato' verso le Isole Vergini Britanniche, un paradiso fiscale nei Caraibi, proventi per 150 milioni relativi ai suoi diritti di immagine e che sarebbe sotto inchiesta per gli anni 2011/13.

Archivio Ultima ora