Il Conte inglese si presenta, lavorare lavorare lavorare

Pubblicato il 14 luglio 2016 da redazione

conte inglese

LONDRA. – Basso profilo, emozione ed orgoglio in un inglese ancora da perfezionare, Antonio Conte si presenta così alla stampa inglese: nella sua prima conferenza da manager del Chelsea, l’ex Ct dell’Italia fa catenaccio, non parla di obiettivi e promette solo il massimo impegno.

Nessuna anticipazione né di mercato né tattica, il nuovo tecnico dei Blues vuole tenere le carte coperte: davanti alla platea di telecamere e cronisti accorsi allo Stamford Bridge rifiuta di darsi un soprannome, come aveva fatto il suo predecessore José Mourinho (prima “Special One”, poi “Happy One”), ma si accosta al portoghese perché entrambi “tecnici vincenti”.

“Non ho paura delle pressioni che mi attendono – le parole di Conte, che ha risposto in inglese alle domande della stampa locale -. Sono nato con la pressione e per un professionista che gioca o allena una squadra importante come il Chelsea convivere con questo tipo di aspettative è la normalità. La mia sfida più difficile? Non lo so, è difficile dirlo, certo è che quando sono arrivato alla Juventus reduce da due settimi posti”.

Non si sbilancia sul modulo tattico che adotterà (“non è importante se giocheremo dietro a tre o quattro, contano le motivazioni”), ma non nasconde l’entusiasmo per la nuova avventura. “Arrivo al Chelsea al momento giusto della mia carriera. Ho lavorato tanto per essere qui oggi, e sono contento e orgoglioso. Per noi sarà un anno estremamente difficile perché arriviamo da una stagione negativa. Abbiamo l’obbligo di tornare in Champions League e lottare fino alla fine per vincere il campionato”.

Lo attende però la Premier League più equilibrata di sempre: tante squadre in lizza per il primo posto, un’illustre schiera di top-allenatori. “Quello inglese è sicuramente il campionato più difficile al mondo. Altrove sono due, massimo tre, le squadre che lottano per la vittoria. Qui sei o sette. E il trionfo del Leicester lo scorso anno ci insegna molto”.

Claudio Ranieri non lo ha ancora sentito, ma sarà una delle prime telefonate che farà. “Quando si arriva in una nuova realtà bisogna entrare in punta dei piedi, rispettando usi e costumi. Mi farò spiegare da Claudio che per di più è una grandissima persona”.

La nazionale è già il passato, ma non dimenticato. “E’ stata un’esperienza straordinaria, ma avevo voglia di tornare ad allenare tutti i giorni, di sentire l’odore dell’erba, di cercare di migliorare i miei giocatori e i club dove lavoro”.

Senza per il momento fissare obiettivi di classifica. “La cosa più importante adesso è lavorare, lavorare, lavorare. In questi primi allenamenti ho visto l’atteggiamento giusto, di chi ha voglia di lottare per tornare in alto. Spero di far bene anche per portare in alto il nome dell’Italia”.

(di Lorenzo Amuso/ANSA)

Ultima ora

12:58Gerusalemme: appello Papa, ‘moderazione e dialogo’

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 23 LUG - Il Papa segue "con trepidazione le gravi tensioni e le violenze di questi giorni a Gerusalemme". Lo ha detto lo stesso Francesco oggi dopo l'Angelus. "Sento il bisogno di esprimere un accorato appello alla moderazione e al dialogo. Vi invito ad unirvi a me nella preghiera, affinché il Signore ispiri a tutti propositi di riconciliazione e di pace" ha aggiunto il pontefice.

12:35Incendiari arrestati in flagrante a Viterbo e nel messinese

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - Cinque incendiari sono stati bloccati dai Carabinieri nel messinese e a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo, mentre davano fuoco a delle sterpaglie. Sui monti Peloritani, a ridosso della strada Asi, i militari dell'Arma che stavano perlustrando la zona dopo i diversi incendi dei giorni scorsi, hanno arrestato un uomo di 28 anni: hanno visto un bagliore e, dopo essersi nascosti dietro un cespuglio, hanno sorpreso il giovane mentre si allontanava. "E' stata una bravata": così, invece, si sono giustificati 4 ragazzi, un 21enne e tre 16enni che sono stati sorpresi dai Carabinieri ad appiccare il fuoco ad un bosco di pini e cerri lungo la litoranea a Montalto di Castro. I militari hanno sorpreso i quattro amici, tutti provenienti da Roma, mentre davano alle fiamme il terzo rogo dopo averne appiccato altri due a poca distanza. Il maggiorenne è stato arrestato mentre i tre 16enni sono stati deferiti alla Procura di Roma, tutti per il reato di incendio doloso.

12:10Migranti: Usa, almeno 8 morti a San Antonio in Texas

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - E' di almeno otto morti, tra cui due bambini, il primo bilancio di un dramma dell'immigrazione clandestina a San Antonio, in Texas. Secondo FoxNews, in un camion con rimorchio, parcheggiato nei pressi di un Wal-Mart della città texana, la polizia ha trovato, oltre agli otto cadaveri, altre 30 persone, tra cui 20 in gravi condizioni. L'autista è stato arrestato. Il capo della Polizia di San Antonio, William McManus, ha detto che i corpi sono stati scoperti dopo una telefonata nella serata di sabato, riferisce la Cnn. "Abbiamo ricevuto una telefonata da un impiegato di Walmart per effettuare un controllo a un rimorchio parcheggiato lì davanti", ha detto McManus durante una conferenza stampa. "L'impiegato era stato avvicinato da qualcuno del camion che gli aveva chiesto dell'acqua. Dopo avergli dato una bottiglia ci ha chiamato e al nostro arrivo abbiamo trovato 8 cadaveri nel retro del rimorchio", ha aggiunto.

12:10Calcio: Cuadrado, “Barca è grande squadra ma anche la Juve”

(ANSA) - TORINO, 23 LUG - La Juventus "è una grande squadra e non è cambiata molto rispetto all'anno scorso". La sconfitta col Barcellona, nella prima amichevole della tournee americana, non fa cambiare idea sulla Juventus a Cuadrado. "Gli spagnoli sono un grandi avversari - aggiunge sul sito internet del club bianconero - sempre molto difficili da affrontare". Per lo juventino l'importante ora è continuare a "lavorare per trovare la migliore condizione e per conoscere il più in fretta possibile i nuovi compagni. Ora - conclude - dobbiamo prepararci bene, per arrivare pronti alla Supercoppa".

11:49Brexit: ministro Gb, deve verificarsi entro marzo 2019

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - Due anni di negoziati al massimo per la Brexit, da chiudere possibilmente entro il marzo 2019, e comunque prima di elezioni politiche in Gran Bretagna. Lo suggerisce Liam Fox, un euroscettico, attualmente ministro per il commercio con l'estero. Lo stesso Fox lo ha detto oggi all'Andrew Marr Show della Bbc. Il ministro si trova attualmente negli Stati Uniti, per una serie di colloqui sulle future relazioni commerciali tra Gb e Usa.

11:32Incendi: in Sicilia continua rogo in riserva dello Zingaro

(ANSA) - PALERMO, 23 LUG - Brucia ormai da quasi 24 ore la parte sud della Riserva naturale dello Zingaro, in provincia di Trapani, dopo l'incendio scoppiato nel pomeriggio di ieri. Sul posto stanno operando forestali, vigili del fuoco e 3 Canadair, uno dei quali arrivato in supporto questa mattina ai due che già da ieri erano in azione. La parte sud della riserva è in cenere e non si possono ancora valutare i danni del resto del'area. La riserva, che si estende dal mare verso la collina, aveva già subito un incendio devastante nel 2012. Nella zona è arrivato anche l'assessore regionale all'Agricoltura, Antonello Cracolici, insieme al direttore della riserva. Il sindaco di Castellammare del Golfo, Nicolò Coppola, ha spiegato che stanotte sono stati evacuati per prudenza anche alcuni alberghi e villette, mentre gruppi di volontari hanno operato nel tentativo di creare barriere naturali alle fiamme, diserbando alcune aree.

11:31Donna seminuda trovata morta per strada a Palermo

(ANSA) - PALERMO, 23 LUG - Una donna è stata trovata morta a Palermo in corso dei Mille, una strada molto trafficata alla periferia orientale della città. A notare il cadavere, che era adagiato tra due auto, è stato un passante che ha chiamato la polizia. La donna era seminuda e con i vestiti strappati. È il secondo caso a Palermo in pochi giorni: lo scorso nove luglio il cadavere di un'altra donna era stato scoperto sempre nella zona di Corso dei Mille. La vittima, tra i 25 e i 35 anni, era stata trovata priva di documenti accanto ad alcuni cassonetti dei rifiuti; non presentava segni di violenza sul corpo. Sui due ritrovamenti indaga la squadra mobile.

Archivio Ultima ora