Il Conte inglese si presenta, lavorare lavorare lavorare

Pubblicato il 14 luglio 2016 da redazione

conte inglese

LONDRA. – Basso profilo, emozione ed orgoglio in un inglese ancora da perfezionare, Antonio Conte si presenta così alla stampa inglese: nella sua prima conferenza da manager del Chelsea, l’ex Ct dell’Italia fa catenaccio, non parla di obiettivi e promette solo il massimo impegno.

Nessuna anticipazione né di mercato né tattica, il nuovo tecnico dei Blues vuole tenere le carte coperte: davanti alla platea di telecamere e cronisti accorsi allo Stamford Bridge rifiuta di darsi un soprannome, come aveva fatto il suo predecessore José Mourinho (prima “Special One”, poi “Happy One”), ma si accosta al portoghese perché entrambi “tecnici vincenti”.

“Non ho paura delle pressioni che mi attendono – le parole di Conte, che ha risposto in inglese alle domande della stampa locale -. Sono nato con la pressione e per un professionista che gioca o allena una squadra importante come il Chelsea convivere con questo tipo di aspettative è la normalità. La mia sfida più difficile? Non lo so, è difficile dirlo, certo è che quando sono arrivato alla Juventus reduce da due settimi posti”.

Non si sbilancia sul modulo tattico che adotterà (“non è importante se giocheremo dietro a tre o quattro, contano le motivazioni”), ma non nasconde l’entusiasmo per la nuova avventura. “Arrivo al Chelsea al momento giusto della mia carriera. Ho lavorato tanto per essere qui oggi, e sono contento e orgoglioso. Per noi sarà un anno estremamente difficile perché arriviamo da una stagione negativa. Abbiamo l’obbligo di tornare in Champions League e lottare fino alla fine per vincere il campionato”.

Lo attende però la Premier League più equilibrata di sempre: tante squadre in lizza per il primo posto, un’illustre schiera di top-allenatori. “Quello inglese è sicuramente il campionato più difficile al mondo. Altrove sono due, massimo tre, le squadre che lottano per la vittoria. Qui sei o sette. E il trionfo del Leicester lo scorso anno ci insegna molto”.

Claudio Ranieri non lo ha ancora sentito, ma sarà una delle prime telefonate che farà. “Quando si arriva in una nuova realtà bisogna entrare in punta dei piedi, rispettando usi e costumi. Mi farò spiegare da Claudio che per di più è una grandissima persona”.

La nazionale è già il passato, ma non dimenticato. “E’ stata un’esperienza straordinaria, ma avevo voglia di tornare ad allenare tutti i giorni, di sentire l’odore dell’erba, di cercare di migliorare i miei giocatori e i club dove lavoro”.

Senza per il momento fissare obiettivi di classifica. “La cosa più importante adesso è lavorare, lavorare, lavorare. In questi primi allenamenti ho visto l’atteggiamento giusto, di chi ha voglia di lottare per tornare in alto. Spero di far bene anche per portare in alto il nome dell’Italia”.

(di Lorenzo Amuso/ANSA)

Ultima ora

11:59Calcio: azzurri, convocati D’Ambrosio e Caprari

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Due nuove convocazioni per la Nazionale in ritiro da ieri sera al Centro Tecnico Federale di Coverciano: il Ct Gian Piero Ventura ha infatti aggregato al gruppo l'interista Danilo D'Ambrosio e il pescarese Gianluca Caprari che in nottata, al termine delle rispettive gare di campionato, hanno raggiunto i compagni. Oltre al forfait di Emerson, al quale Ventura ha fatto gli auguri di pronta guarigione dopo il grave infortunio subìto nell'incontro tra Roma e Genoa, il ct azzurro deve rinunciare a Verdi e Inglese, anche loro infortunati nell'ultima giornata di campionato di Serie A. Nel pomeriggio prima seduta di allenamento in vista dell'amichevole con San Marino in programma mercoledì alle 21.30 a Empoli.

11:58Stamina: filone bresciano, 4 condanne a Torino

(ANSA) - TORINO, 29 MAG - E' terminato con quattro condanne a due anni di carcere, a Torino, il processo per il cosiddetto filone bresciano dell'inchiesta Stamina. Il processo si riferiva al periodo in cui la controversa terapia di Davide Vannoni venne sperimentata agli Spedali Civili della città lombarda. Gli imputati sono stati riconosciuti colpevoli solo di somministrazione di farmaci imperfetti e sono stati assolti da tutti gli altri capi d'accusa, fra i quali l'associazione per delinquere. La sentenza riguarda Ermanna Derelli, ex direttrice sanitaria, Carmen Terraroli, segretaria referente del comitato etico, Arnalda Lanfranchi, responsabile del laboratorio, Fulvio Porta, pediatra. Il tribunale ha accertato le responsabilità degli imputati solo per il periodo compreso fra il 2011 e il 15 maggio 2012. La Regione Lombardia, il Ministero della salute, l'Aifa, Medicina democratica e tre famiglie hanno ottenuto il diritto a un indennizzo, da quantificare in sede civile, e il rimborso delle spese legali.(ANSA).

11:51Calcio: Crotone gioia salvezza, festa e caroselli fino alba

(ANSA) - CROTONE, 29 MAG - Sono proseguiti fino all'alba a Crotone i festeggiamenti dei tifosi per la conquista della permanenza in Serie A. Caroselli di auto erano iniziati subito dopo la vittoria contro la Lazio. Il concomitante successo del Palermo sull'Empoli ha permesso ai rossoblù calabresi di superare in classifica i toscani e guadagnare la permanenza nella massima serie. Un obiettivo insperato solo a gennaio quando il Crotone aveva ben 11 punti di svantaggio rispetto alla quart'ultima. Dal 2 aprile, con la vittoria esterna contro il Chievo (0-2) in meno di un mese, i rossoblù hanno costruito un successo che, per tutta la notte, è stato omaggiato dai tifosi per le strade di Crotone. A notte fonda il pullman della squadra ha attraversato le strade cittadine ed è stato bloccato dai tifosi. Alcuni calciatori, tra cui il capitano Alex Cordaz e il centravanti Simy sono saliti sul tetto del bus per festeggiare insieme alle migliaia di tifosi che affollavano la piazza. (ANSA).

11:37Violentata per anni e sequestrata per punizione, lo denuncia

(ANSA) - MONZA, 29 MAG - Un 24enne albanese, residente in provincia di Monza, è stato arrestato dalla Polizia di Stato di Monza con le accuse di violenza sessuale, sequestro di persona, lesioni personali e atti persecutori, di cui sarebbe stata vittima la sua ex fidanzata, sia durante la relazione sia successivamente. La giovane, una studentessa italiana di 21 anni, ha presentato denuncia nel febbraio scorso, raccontando di aver subito violenze psicologiche, fisiche e sessuali, iniziate quando era ancora minorenne, tra il settembre 2012 e la fine del 2013. In un'occasione il giovane l'avrebbe sequestrata e, per punizione dopo una lite, l'avrebbe rinchiusa per giorni nella cantina condominiale del suo palazzo. Una volta finita la relazione poi, avrebbe iniziato a perseguitarla.

11:26Riciclaggio: sequestrato 1 milione di euro a Fini

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - La Guardia di Finanza sta eseguendo un decreto di sequestro preventivo su richiesta della Dda di Roma per un valore di un milione di euro nei confronti dell'ex presidente della Camera Gianfranco Fini. Il sequestro riguarda due polizze vita, con un valore di riscatto di 495 mila euro l'una, ed è relativo all'indagine che ha portato in carcere l'imprenditore Francesco Corallo e nella quale Fini è indagato per concorso in riciclaggio. La misura è giustificata da inquirenti ed investigatori della Guardia di Finanza per il ruolo centrale di Fini in tutta la vicenda che ha portato in carcere Corallo e al sequestro di beni per un valore di sette milioni nei confronti della famiglia Tulliani.

11:13Macron riceve Putin oggi a Versailles

(ANSA) - PARIGI, 29 MAG - Emmanuel Macron riceve oggi a Versailles, vicino a Parigi, Vladimir Putin, con il quale inaugurerà un'importante mostra sui 300 anni delle relazioni franco-russe ma soprattutto tenterà di rilanciare il dialogo Parigi-Mosca dopo 5 anni di tensioni diplomatiche sulle questioni siriana e ucraina. Quattro giorni dopo la sua stretta di mano insistita con Donald Trump, il primo incontro del neopresidente francese con il capo del Cremlino rappresenta un nuovo test per il giovane capo dell'Eliseo. Nel programma della visita di Putin, un incontro di una quarantina di minuti al castello di Versailles, poi una colazione di lavoro e infine una conferenza stampa. Poi, la visita della mostra "Pietro il Grande, uno zar in Francia, 1717".

11:09Russia: Navalni avvisa autorità, il 12 giugno manifestazione

(ANSA) - MOSCA, 29 MAG - Il blogger e dissidente Alexei Navalni ha avvisato ufficialmente le autorità che intende organizzare una manifestazione contro la corruzione il 12 giugno a Mosca. Ovvero in concomitanza con la festa nazionale per la Russia. Il programma prevede un corteo da piazza Tverskaia Zastava fino alla Duma, dove è previsto un comizio. L'evento va dalle 14 alle 17 e si prevedono fino a 15mila persone. "E' il nostro paese, nel giorno della Russia abbiamo diritto a scendere in piazza con le bandiere russe". Richieste simili sono state inoltrate anche in altre città - sul sito di Navalni compaiono sette nomi ma in rete i gruppi vicini al blogger parlano già di manifestazioni in 212 città. Se le autorità "non ci daranno le autorizzazioni in base ai nostri diritti costituzionali", ha scritto Navalni sul blog, "noi scenderemo in piazza ugualmente".

Archivio Ultima ora