Arriva il “reddito di inclusione”, scontro Pd-M5s

Pubblicato il 14 luglio 2016 da redazione

La Camera ha approvato il decreto  ANSA/GIUSEPPE LAMI

La Camera ha approvato il decreto
ANSA/GIUSEPPE LAMI

ROMA. – La Camera approva il ddl del governo di contrasto alla povertà, che ora passa al Senato. Si tratta di una legge che per la prima volta in Italia vuole coordinare tutti gli strumenti di assistenza, vale a dire i benefici in denaro, i servizi sociali e i servizi per la ricerca del lavoro che confluiranno nel “reddito di inclusione”.

Un approccio innovativo che però non piace alle opposizioni, a partire da M5s, che ha riproposto in alternativa il proprio reddito di cittadinanza, dichiarato però inammissibile per l’assenza di copertura finanziaria.

Si tratta della “prima misura organica della storia repubblicana contro la povertà approvata oggi in prima lettura: 1,6 miliardi in due anni”, ha commentato soddisfatto il premier Matteo renzi in serata. Il provvedimento è un collegato alla legge di Stabilità che, lo scorso dicembre, ha istituito un Fondo per la lotta alla povertà, dotato dal 2017 di un miliardo (per il 2016 in via sperimentale erano stanziati 600 milioni).

Con il ddl approvato si riordina l’intero settore istituendo una “una misura nazionale di contrasto della povertà”, denominata “reddito di inclusione”. Il nome, introdotto con un emendamento di Donata Lenzi (Pd) ha suscitato l’ira di M5s. I Pentastellati avevano visto dichiarato inammissibile un proprio emendamento che sostituiva l’intero ddl con il proprio cavallo di battaglia, vale a dire il reddito di cittadinanza: il costo di 17 miliardi non aveva copertura.

Una proposta criticata dalla maggioranza non solo per i costi elevatissimi, ma perché accusata di essere una misura assistenziale. Critica respinta al mittente da M5s. Luigi Di Maio ha parlato di “ipocrisia” del Pd per l’assonanza tra i “reddito di inclusione” e quello di cittadinanza, e Alessandro Di Battista ha detto che il ddl “serve solo a Renzi per farsi uno spot”.

Ora la parola spetta al governo (il ddl è una delega) che entro sei mesi dovrà emanare uno o più decreti attuativi del reddito di inclusione, che dovrà tradursi in un mix tra beneficio in denaro, prestazione di servizi alla persona e alla famiglia, e aiuto nella ricerca del lavoro.

Analogamente ad esperienze di altri Paesi del Nord Europa, il reddito di inclusione comporterà “l’adesione a un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa”, che sarà messo a punto da una “équipe multidisciplinare” costituita dalle “amministrazioni competenti sul territorio in materia di servizi per l’impiego, la formazione, le politiche abitative, la tutela della salute e l’istruzione”, con il coinvolgimento dell’interessato.

La scommessa riguarda quindi la capacità delle varie amministrazioni pubbliche presenti nelle varie Regioni di coordinarsi tra loro per sostenere i beneficiari. La Camera ha anche separato assistenza e previdenza, cosa criticata mercoledì da Tito Boeri.

Il testo del governo prevedeva infatti la “razionalizzazione delle prestazioni di natura assistenziale, nonché di altre prestazioni anche di natura previdenziale, fatta eccezione per le prestazioni legate alla condizione di disabilità e di invalidità”; non venivano quindi escluse una “razionalizzazione” delle pensioni di reversibilità, le quali oggi vengono attribuite anche a vedove (o vedovi) con un alto patrimonio.

La Camera ha invece escluso dal riordino “le prestazioni rivolte alla fascia di popolazione anziana non più in età di attivazione lavorativa”.

(Di Giovanni Innamorati/ANSA)

Ultima ora

05:30Giappone:bilancio valanga Tochigi sale a 9 morti e 40 feriti

TOKYO - Ammonta a 9 il bilancio finale delle vittime della valanga che si e' abbattuta nella prefettura di Tochigi, a circa 100 km a nord di Tokyo, nel corso di un evento di arrampicata in programma a inizio settimana. Le autorita' municipali hanno confermato la morte di 8 studenti di scuola superiore e un insegnante, oltre al ferimento di 40 persone. La polizia ha aperto un'indagine sui motivi per i quali la manifestazione era stata organizzata malgrado la forte nevicata, circa 30 centimetri di neve, caduta il giorno prima sul villaggio.

04:27Trump, storia Russia e’ truffa, guardare Bill e Hillary

NEW YORK - ''La storia di Trump e la Russia e' una truffa. Perche' la commissione di intelligence della Camera non guarda agli accordi di Bill e Hillary'' Clinton ''con la Russia, ai discorsi pagati dalla Russia a Bill o alla societa' russa di Podesta?''. Lo afferma il presidente Donald Trump su Twitter.

04:11Messico: narcoboss trasferito in carcere Ciudad Juarez

CITTA' DEL MESSICO - Miguel Angel Trevino Morales, leader del cartello messicano della droga Los Zetas, e' stato trasferito dal carcere di Altiplano a quello di Ciudad Juarez, la citta' di confine tra il paese centramericano e El Paso, in Texas, tristemente nota, fra l'altro, per l'alto numero di femminicidi. Sono state le stesse autorita' messicane a renderlo noto precisando che il trasferimento e' da considerarsi ''di routine'' per evitare eventuali fughe. Il carcere e' lo stesso nel quale venne recluso Joaquin ''El Chapo'' Guzman dopo la sua nuova cattura dell'8 gennaio 2016 e prima dell'estradizione negli Stati Uniti nel gennaio scorso.

03:33Usa: class action contro agenti Ny, in mirino chi sembra gay

NEW YORK - Prendevano di mira uomini che sembravano 'gay' o 'non conformi al loro sesso' e li arrestavano con la falsa accusa di masturbarsi in pubblico. E' l'accusa mossa agli agenti del Dipartimento di Polizia di Port Authority di New York in una class action. I poliziotti della stazione di bus avrebbe ''abusato'' del loro potere per spiare nei bagni chi a loro avviso non 'rispettava' il proprio sesso o appariva effeminato.

03:28Trump:bufera su presidente commissione intelligence, ‘lasci’

NEW YORK - Il presidente della commissione di intelligence della Camera, Devin Nunes, ammette di aver incontrato alla Casa Bianca la fonte delle sue rivelazioni sulle intercettazioni nel transition team di Donald Trump. E scoppia il caso, con i democratici che chiedono si astenga dalle indagini sul Russiagate. Lo chiede il leader dei democratici alla Camera, Nancy Pelosi, mentre il leader dei democratici in Senato ne chiede le dimissioni da capo della commissione di intelligence.

03:24Trump: Usa valutano ruolo maggiore in conflitto in Yemen

NEW YORK - Gli Stati Uniti valutano la possibilita' di rafforzare il loro ruolo nel conflitto in Yemen aiutando direttamente gli alleati del Golfo nella battaglia contro i ribelli sciiti Houthi. Lo riporta la stampa americana citando alcune fonti. La maggiore assistenza americana potrebbe includere anche un sostegno dal punta di vista dell'intellingence.

03:21Trump: Giuliani legale turco che ha violato sanzioni Iran

NEW YORK - Rudolph Giuliani, l'ex sindaco di New York e alleato di Donald Trump, entra nella squadra legale di Reza Zarrab, il trader di oro turco arrestato per aver violato le sanzioni americane contro l'Iran. Un caso gia' al centro delle relazioni fra Turchia e Stati Uniti. Lo riporta il New York Times, sottolineando che Giuliani e un altro legale, Michael Mukasey, hanno incontrato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan nell'ambito degli sforzi per difendere Zarrab.

Archivio Ultima ora