Botte al capotreno, condannato un facchino abusivo

(ANSA) – BOLOGNA, 15 LUG – Il giudice del tribunale di Bologna Silvia Monari ha condannato ad un anno e sei mesi Chilimbar Hadir, facchino abusivo romeno arrestato l’8 luglio dalla Polfer in stazione, dove aveva picchiato un capotreno. Il ferroviere lo aveva notato all’altezza del binario 8 che infastidiva alcuni passeggeri insieme ad altri tre abusivi e li aveva invitati ad allontanarsi: uno di loro, Hadir, lo aveva colpito con un pugno al volto. L’imputato, processato in abbreviato, rimarrà in carcere, perché il giudice ha respinto la richiesta della difesa di revoca della custodia cautelare, con un’ordinanza in cui definisce il romeno una persona con “completa assenza di auto-controllo”. Una provvisionale da tremila euro è stata assegnata al capotreno, parte civile, assistito dall’avvocato Michela Zito; 500 euro per la Filt-Cgil, costituita con l’avvocato Gian Andrea Ronchi.(ANSA).

Condividi: