Colpo di stato in Turchia. I militari hanno preso il potere

Pubblicato il 15 luglio 2016 da redazione

In una immagine tratta da Twitter l'esercito turco mentre chiude l'accesso a due ponti sul Bosforo a Istanbul, 15 luglio 2016. ANSA/TWITTER

In una immagine tratta da Twitter l’esercito turco mentre chiude l’accesso a due ponti sul Bosforo a Istanbul, 15 luglio 2016.
ANSA/TWITTER

ROMA. – Colpo di stato dei militari in Turchia, con i carri armati in strada e gli elicotteri e gli F16 dell’esercito a volteggiare su Ankara e Istanbul, dopo oltre 15 anni di potere del partito islamico di Erdogan. Trentasei anni dopo l’ultimo putsch, la clamorosa azione di una parte dell’esercito turco ha spiazzato il mondo.

Dopo qualche ora di silenzio, Erdogan ha lanciato un appello ai turchi attraverso via Facetime attraverso uno smartphone sulla Cnn Turk affinché scendessero in strada per opporsi al golpe: “Sono ancora io il presidente, resistete”. Ma non si sa dove si trovi. Una fonte militare americana lo dà in volo verso la Germania ma non c’è nessuna conferma.

Le prime notizie sono partite poco prima della mezzanotte turca (le 22 in Italia), con messaggi sulla chiusura di due ponti sul Bosforo ad Istanbul. Poi si si sono uditi spari anche ad Ankara, dove nelle strade si vedevano i carri armati nei punti nevralgici, mentre elicotteri e jet militari sorvolavano la città.

A quel punto l’esercito ha diramato un messaggio a tutti i cittadini: tornate e restate nelle vostre case, mentre il premier, Binali Yildirim, denunciava il “tentato golpe”, attribuendolo ad un gruppo ribelle interno all’esercito: “Faremo tutto il possibile perché prevalga la democrazia. Il colpo di stato non riuscirà e i responsabili saranno puniti”, ha dichiarato, aggiungendo che “i responsabili pagheranno il prezzo più alto”.

Un braccio di ferro politico mediatico durato neanche una mezz’ora, prima che i militari prendessero il controllo della tv di Stato, annunciando ufficialmente di aver preso il potere. Lo abbiamo fatto, hanno specificato i militari, “per ristabilire l’ordine democratico e la libertà”, oltre a “ripristinare la laicità” dello Stato, “erosa dal governo” islamico di Erdogan. Con l’impegno a mantenere tutte le relazioni estere turche esistenti e a considerare lo stato di diritto una priorità.

Quanto al presidente-sultano Erdogan, la Cnn riferiva che si trovava al sicuro. Intanto tutti gli obiettivi strategici cedevano uno dopo l’altro: carri armati all’aeroporto Ataturk di Istanbul e il conseguente blocco di tutti i voli; tutti i social network e le comunicazioni fuori dai media ufficiali bloccati, con la conseguente difficoltà a reperire informazioni.

Sui media girano le foto di un cordone di soldati con alcune camionette di traverso che bloccano il principale ponte sul Bosforo che collega le due sponde di Istanbul. L’esercito ha poi imposto il coprifuoco e la legge marziale.

Gli analisti ipotizzano – e le prime dichiarazioni dei miliari lo conforterebbero – che il golpe sia l’azione di un gruppo ‘kemalista’, che si rifà cioè al laicismo voluto dal fondatore della Turchia moderna, l’Ataturk Mustafa Kemal, della quale l’esercito, prima che Erdogan intervenisse pesantemente sui vertici militari del paese, era il custode costituzionale contro ogni tentativo di dirottare il Paese verso soluzioni diverse dal laicismo delle origini. Ma Erdogan ha puntato il dito contro la rete ‘gulenista’, ovvero del predicatore Fethullah Gülen, come responsabile del golpe.

Ultima ora

01:47Wp, Trump sollecito’ aiuto due capi 007 contro Fbi

(ANSA) - WASHINGTON, 23 MAG - Donald Trump chiese invano lo scorso marzo ai capi di due agenzie di intelligence di negare pubblicamente l'esistenza di qualsiasi prova di collusione tra il suo entourage e i russi per smontare l'inchiesta dell'Fbi. Lo rivela il Wp citando due dirigenti americani attuali e due ex. La richiesta fu rivolta a Daniel Coats, capo della National Intelligence (Dia), e all'ammiraglio Michael S. Rogers, direttore della National Security Agency (Nsa).

01:44Manchester: morti e feriti a concerto

(ANSA) - LONDRA, 22 MAG - Ci sono alcuni morti e feriti a causa dell'incidente avvenuto in serata alla Manchester Arena, dove e' stata udita 'almeno una esplosione' che ha scatenato il panico fra migliaia di persone subito dopo la conclusione di un concerto della cantante americana Ariana Grande. Lo riferisce la polizia della città britannica. Stando alle prime informazioni l'esplosione sarebbe avvenuta nella zona delle biglietterie, subito fuori dall'arena, che può contenere circa 20.000 spettatori.

01:44Svezia: tracce esplosivo in borsa, evacuato scalo

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - E' stato evacuato in Svezia l'aeroporto internazionale di Goteborg Landvetter, dopo che in un bagaglio lasciato incustodito sono state rilevate tracce di esplosivo. La borsa abbandonata era nell'area partenze, che è stata subito evacuata, transennata e raggiunta da polizia e artificieri. L'allarme è scattato verso le 21 di ieri. Il bagaglio sospetto è stato trovato vicino a un banco informazioni e dopo che la sicurezza non è riuscita a trovarne il proprietario sono scattati gli accertamenti, dai quali è risultata la presenza di tracce di esplosivo. La polizia svedese afferma che per ora non si può parlare di una situazione di "minaccia effettiva", ma le indagini sono ancora in corso.

23:47Calcio: Quagliarella, a Schick dico di restare alla Samp

(ANSA) - MILANO, 22 MAG - "Consiglio a Schick di restare un altro anno alla Sampdoria per confermare quanto di buono fatto e continuare a crescere. Non ho mai giocato con un calciatore simile". Fabio Quagliarella, vincitore del 22esimo 'Premio Gentleman', suggerisce al suo compagno di aspettare a lasciare Genova, ma concede un indizio sull'altro oggetto del desiderio del mercato, Muriel: "Muriel è nell'età giusta per poter partire se ci sono delle richieste che soddisfano il presidente. Contro l'Udinese non ha fatto una cosa bella, ma si è reso conto dell'errore. Non c'è stato alcuna rissa con Danilo e alla fine ha chiesto scusa". Quagliarella conferma il suo desiderio di restare alla Samp ("ho ancora due anni di contratto") e spende parole al miele per Francesco Totti: "E' una leggenda. Sono orgoglioso si averci giocato contro. Un ragazzo eccezionale, c'e solo da togliersi il cappello. Non mi permetto di dire nulla a Spalletti, ma Totti non va trattato così".

23:44Calcio: Montella, il Milan vuole tenere Donnarumma

(ANSA) - MILANO, 22 MAG - "Il rinnovo di Donnarumma? So che la società sta facendo degli sforzi enormi per riconoscere le grandi qualità di Gigio. Voglio bene come a un figlio a Donnarumma, ma ora deve fare una scelta e capire cosa vuole fare da grande perché é anche diventato maggiorenne. Ma con la massima serenità perché la società sta facendo di tutto per tenerlo". Così Vincenzo Montella a margine del 22esimo Premio Gentleman, parla delle trattative per il rinnovo di Donnarumma, ma non svela nulla su chi sarà il prossimo centravanti del Milan: "Chi sarà il prossimo numero 9 tra Keita, Kalinic e Morata? Forse nessuno dei tre. La maglia numero 9 è di Lapadula e per il momento se la tiene lui".

23:15Calcio: Pescara batte Palermo 2-0

(ANSA) - PESCARA, 22 MAG - Il Pescara ha battuto 2-0 il Palermo nel posticipo della 37/a giornata della serie A di calcio, partita che ha messo di fronte due formazioni già retrocesse. Gli abruzzesi sono passati in vantaggio al 15' con la prima rete in A del croato Robert Muric. Nel finale dell'incontro è giunto il raddoppio siglato dal suo sostituto, il romeno Mitrita. Il Pescara ha così vinto la terza partita in campionato.

23:08Calcio: playoff serie B, Carpi in semifinale

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - Il Carpi è la prima semifinalista dei playoff di serie B ed il 26 e 29 maggio affronterà il Frosinone per contendergli un posto in serie A. La squadra allenata da Fabrizio Castori ha vinto 2-1 sul campo del Cittadella. Carpi in vantaggio con Lollo al 33' del primo tempo: gran tiro dai 35 metri che si è infilato sotto l'incrocio dei pali. Raddoppio degli ospiti al 20' della ripresa con Mbakogu, lanciato a rete da Letizia. Due minuti dopo Iunco, entrato da poco al posto di Chiaretti, ha accorciato le distanze con un colpo di testa su cross dalla sinistra di Valzania. Vano l'assalto finale del Cittadella per portare la partita ai supplementari. L'eventuale parità al termine di questi ultimi avrebbe comunque promosso la squadra veneta, che ha chiuso il campionato un punto sopra il Carpi.

Archivio Ultima ora