Nizza: paura per gli italiani, non sono escluse vittime

Pubblicato il 15 luglio 2016 da redazione

Una bambina, mentre depone una rosa sul lungomare Promenade des Anglais, dove è avvenuta la strage a Nizza,  15 luglio 2016. ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Una bambina, mentre depone una rosa sul lungomare Promenade des Anglais, dove è avvenuta la strage a Nizza, 15 luglio 2016.
ANSA/MASSIMO PERCOSSI

NIZZA, – La prudenza è d’obbligo perché, come sottolinea il console generale d’Italia a Nizza Serena Lippi, “al momento non esistono liste ufficiali”. Ma, con il passare delle ore, il timore che tra le vittime dell’attentato della Promenade des Anglais ci siano anche degli italiani diventa sempre più concreto.

Fonti della Farnesina parlano al momento di tre connazionali feriti, di cui due gravi. Ma all’appello mancano molti italiani. E l’impressione è che, per la prima volta, si sia rotto qualcosa nel secolare rapporto tra questo angolo della Costa Azzurra e i circa 50mila connazionali che risiedono lungo la Baie des Anges.

TIMORI PER GLI ITALIANI DISPERSI – “Gli italiani che hanno assistito ai fuochi d’artificio per la festa nazionale francese erano numerosi e il rischio che siano rimasti coinvolti nell’attentato c’è”, ammette il console Lippi, mentre la Farnesina si limita a dire che “non è possibile escludere la presenza di italiani”. “Stiamo facendo le verifiche necessarie”, aggiunge prudente il premier Renzi.

I nomi dei connazionali scomparsi nel nulla spuntano così dai social network, dove si moltiplicano gli appelli di amici e famigliari. Tra loro Angelo D’Agostino, 71 anni, e la moglie Gianna Muset, di 68. Originari di Voghera (Pavia), erano a Nizza per festeggiare la pensione dell’uomo, ma il figlio Massimiliano non ha più loro notizie.

E’ stato ritrovato dai famigliari all’ospedale Pasteur, dove è ricoverato in condizioni “molto gravi”, il cuneese Andrea Avagnina, 53 anni. Nessuna notizia, invece, della moglie, Marinella Ravotti, infermiera di 55 anni. La coppia era in vacanza in Costa Azzurra, dove possiede una casa.

E all’Hospital Pasteur, sulla collina di Nizza, è ricoverato anche Gaetano Moscato, 71 anni, il nonno eroe che ha perso una gamba per salvare i nipoti di 13 e 18 anni.

Cuneese è anche la quarta italiana dispersa di cui si conosce il nome, Carla Gaveglio, 48 anni di Piasco. Era a Nizza con la figlia quattordicenne, che l’avrebbe vista portare via da un’ambulanza. Dove non si sa e al momento della donna non c’è traccia.

Hanno potuto tirare un sospiro di sollievo i famigliari e gli amici degli altri italiani in un primo momento irrintracciabili perché avevano perso il cellulare o erano stati costretti a trascorrere la notte fuori casa. Come Elena Gallamini e Marco Bili, coppia di fidanzati rintracciata ad Avignone.

IN FUGA PER LA PAURA – Per due fidanzati che stanno bene, ce ne sono altri che, benché illesi nel fisico, non vedono l’ora di lasciare Nizza. “Qui c’è un train de vie molto tranquillo, la gente si trasferisce a Nizza per far crescere i propri figli. Ora non sarà mai più così: la gente è terrorizzata”, sostiene Alessia Allegri, ristoratrice di 33 anni che da sei vive in Costa Azzurra. Salvata “dalla pigrizia”, che l’ha trattenuta a casa, con l’amore Thomas è pronta a mettere la Francia e questo brutto ricordo dietro migliaia di chilometri.

“Non temiamo ripercussione commerciali, la Francia ormai è un Paese in stato di allerta perenne”, dice Agostino Pesce, direttore generale della Camera di Commercio italiana a Nizza. Ma i nizzardi italiani, tra i quali la storia annovera anche il patriota Giuseppe Garibaldi, si scoprono oggi meno francesi. “Asia o Stati Uniti cambia poco: il primo visto che arriva lo prendo al volo e me ne vado”, dice la ristoratrice Allegri puntando il dito contro un Paese “da sempre sicuro”, ma che “questa volta ha toppato qualcosa…”.

(dell’inviato Alessandro Galavotti/ANSA)

Ultima ora

21:19Usa: Trump, con taglio tasse crescita fino al 6%

(ANSA) - WASHINGTON, 16 DIC - Donald Trump ha difeso oggi il testo della riforma fiscale concordata dai repubblicani respingendo le critiche che avvantaggerà più i ricchi che la middle class. La previsione del presidente è che l'economia Usa comincerà a volare dopo l'approvazione della legge, crescendo dall'attuale 3% al "4%, 5% e forse anche 6% alla fine".

21:11Leader estrema destra a Praga,no all’Ue in Europa del futuro

(ANSA) - PRAGA, 16 DIC - I leader dei partiti populisti dell'estrema destra europea, uniti oggi a Praga per discutere del futuro dell'Europa si sono impegnati a lavorare insieme per creare un nuovo modello di cooperazione continentale distante dal modello dell'Unione europea. Rivolgendosi ai partecipanti della conferenza Marine Le Pen, alla guida del Front National francese, ha definito l'Ue "una organizzazione disastrosa" che "sta uccidendo l'Europa". Geert Wilders, fondatore del partito anti-Islam olandese per la Libertà, ha proposto che l'Europa segua l'esempio del presidente Usa Donald Trump che ha imposto un bando sull'immigrazione da alcuni Paesi a maggioranza musulmana.

21:11Inaugurato primo Gufo Bar nel Bresciano, titolari minacciati

(ANSA) - BRESCIA, 16 DIC - E' stato inaugurato a Palazzolo sull'Oglio, nel Bresciano, il primo Gufo Bar in Italia, locale che espone gufi vivi. Dopo che i proprietari avevano ricevuto minacce, anche di morte, da gruppi di animalisti, all'apertura, avvenuta nel pomeriggio, non si sono registrate tensioni nonostante la presenza di un corteo animalista composto da una ventina di persone. Alla prima mancavano però proprio i gufi. "Abbiamo temuto tensioni e quindi la scelta è stata quella di non esporre gli animali" hanno detto i titolari del bar di Palazzolo sull'Oglio. "Non rinunciamo al nostro progetto, ma vogliamo comunque verificare bene cosa dica la legge sulla presenza di animali nei locali. I nostri gufi - hanno aggiunto - sono nati, cresciuti in cattività e regolarmente registrati. Agli animalisti che minacciano di entrare nel locale per liberare i gufi diciamo che, se liberati, gli animali morirebbero".

21:10Pd: Renzi al lavoro su liste, i migliori nei collegi

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Matteo Renzi ha avviato, a quanto si apprende, il lavoro per definire le candidature con un giro di contatti e telefonate anche con Andrea Orlando e Michele Emiliano. La strategia elettorale è di mettere i candidati più forti alla guida dei collegi, ad esempio Renzi a Firenze centro; il premier Paolo Gentiloni a Roma 1; Dario Franceschini a Ferrara e proporzionale in Basilicata; Andrea Orlando a La Spezia, prevedendo anche la candidatura nel proporzionale; Marco Minniti nel collegio a Reggio Calabria e nel proporzionale in Veneto. Per Orlando probabile collegio a La Spezia e proporzionale in Calabria. Per Del Rio collegio di Reggio Emilia o Bolzano e proporzionale in Sardegna. La strategia, spiegano fonti del Nazareno, è mettere in campo nei collegi i candidati migliori e radicalizzare lo scontro con il M5S come dimostrano le polemiche di questi giorni su 80 euro, Europa e pensioni.

20:36Scuola: ‘bottone rosso’e Carta diritti, novità alternanza

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Un "bottone rosso" (digitale) che gli studenti in alternanza scuola-lavoro potranno usare per segnalare eventuali criticità. Una Carta dei diritti e dei doveri per chi è impegnato in questa attività didattica "innovativa". E ancora, un osservatorio istituito al Ministero dell'istruzione con il compito di produrre ogni anno - il primo sarà a giugno 2018 - un report su quanto fatto. Si rafforza con gli Stati generali, oggi al Miur, e con l'introduzione di questi nuovi strumenti, l'alternanza scuola-lavoro che la legge 107 ha reso obbligatoria per gli studenti del triennio delle superiori. L'obiettivo, ha ribadito la ministra Valeria Fedeli, è offrire ai ragazzi, con il contributo di tutte le parti, "le garanzie per un sistema con più qualità, trasparenza e responsabilità". Un sistema che, secondo il sottosegretario Gabriele Toccafondi, ha ancora luci e ombre, ma che mira a far crescere e formare la persona. A puntare il dito sulle ombre sono stati l'Unione degli studenti e il Fronte della gioventù comunista.

20:35Droga: in autocisterna vino 700 chili cocaina e hashish

(ANSA) - TORINO, 16 DIC - Nell'autocisterna del vino erano nascosti 700 chili di cocaina e hashish. E' la scoperta fatta dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino, in collaborazione con i colleghi di Cagliari - dove è iniziata l'indagine - che hanno arrestato due italiani di 30 e di 32 anni. L'autocisterna è stata fermata all'interno di un capannone di Moncalieri, alle porte di Torino. Una volta travasato il vino rosso, dentro la cisterna sono saltate fuori delle casse metalliche con all'interno lo stupefacente. Il mezzo è stato sequestrato. Le indagini proseguono nel massimo riserbo per stabilire la provenienza della droga e identificare i complici dei due arrestati. (ANSA).

20:28Nuoto: Europei, Scozzoli argento e record

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Due medaglie per l'Italia nella quarta giornata dei campionati europei in vasca corta, in svolgimento a Copenhagen. Nella finale dei 100 rana, Fabio Scozzoli conquista l'argento con il nuovo record italiano, 56''15, battuto solo dal britannico Adam Peaty, a sua volta autore del nuovo primato continentale (55''94). E' il secondo podio per della rassegna per l'atleta azzurro dopo l'oro nei 50 rana. Ilaria Cusinato agguanta la medaglia di bronzo nei 200 misti con il primato personale di 2'08"19. La medaglia d'oro è stata vinta dall'ungherese Katinka Hosszu, la quinta di questa manifestazione, e l'argento dalla sua connazionale Evelyn Verraszto.

Archivio Ultima ora