L’incubo infinito dell’Europa

Pubblicato il 15 luglio 2016 da redazione

Attacco Parigi, polizia francese

Attacco Parigi, polizia francese

ROMA. – Come in un terrificante e apparentemente ineluttabile déja vu, l’Europa è stata nuovamente colpita al cuore dal terrorismo di ispirazione islamica. Per diverse ore ci sono stati molti dubbi sulla matrice dell’attentato di Nizza, compiuto da un tunisino definito “depresso e instabile” per un divorzio e senza legami conosciuti con il terrorismo.

Un atto di un folle? Qualcosa che ricordava la pazzia di Andreas Lubitz, il copilota che nel marzo 2015 aveva fatto schiantare l’aereo della German Wings sulla Alpi della Provenza francese? Queste indecisioni sono state spazzate via dagli investigatori francesi: “E’ un attacco in perfetto stile jihadista”.

E Hollande, camminando attonito nei luoghi del sangue e dell’orrore ha confermato: “Colpiranno ancora”.

Siamo di fronte a un nuovo orrendo passo della guerra portata avanti dal Califfato contro l’Occidente, ma soprattutto di fronte a quella che il politologo francese Olivier Roy chiama “l’islamizzazione del radicalismo”, rovesciando il ragionamento comune della “radicalizzazione dell’islamismo”.

Cani sciolti, cellule dormienti oppure più semplicemente giovani emarginati che sfogano la loro follia adottando il jihadismo come strumento e come ideologia. Mohamed Lahouaiej Bouhlel, il terrorista di Nizza, non era un musulmano particolarmente osservante, ma aveva un padre definito un “estremista islamico”.

I componenti della cellula di Molenbeek fumavano e bevevano birra e non frequentavano le moschee. I macellai di Dacca venivano da famiglie borghesi e benestanti. Ma l’Isis per tutti loro è stato un punto di riferimento, un’ispirazione, il simbolo da adottare.

Nel caso degli orrendi attentati di Parigi e di Bruxelles attraverso una capillare organizzazione messa in piedi da ‘foreign fighter’ in contatto diretto con Raqqa, la capitale siriana dell’Isis. A Dacca attraverso un’organizzazione locale. Nel caso di Nizza nulla di tutto questo.

Ma nelle settimane scorse l’Isis aveva invitato ad attaccare l’Europa con ogni mezzo e ogni luogo per sferrare un contrattacco in un momento in cui perde terreno e battaglie tra la Siria e l’Iraq sotto la pressione militare della coalizione internazionale. E l’uso di auto e pullman è una consuetudine ben conosciuta da tempo per attacchi terroristici in molte parti del mondo.

La campagna globale e contro l’Europa – basti ricordare i recenti attacchi di Istanbul e appunto Dacca – passa, secondo le analisi di queste ore dell’intelligence francese, anche attraverso il gesto folle di un uomo semplicemente ispirato dal jihadismo che aveva precedenti per violenza ma che non era conosciuto per nessun contatto con il mondo del terrorismo.

Nel giorno della morte di 84 persone nel momento delle celebrazioni dei valori e dei principi – libertà, uguaglianza e fratellanza – che sono alle base della costruzione europea, l’Europa si trova balbettante a ripetere le stesse vuote parole che erano state pronunciate dopo Parigi e dopo Bruxelles.

La costruzione di una politica comune di sicurezza con scambi efficaci e concreti tra polizie e intelligence è lontana da venire. La fiducia e la collaborazione tra i Paesi membri è ancora molto scarsa. E’ uno dei motivi per i quali la Francia viene colpita è proprio per la sua politica nazionale in Medio Oriente, nel Maghreb e nell’Africa subsahariana.

Non c’è una politica europea. Ma questo non vuol certo dire che gli altri Paesi possano sentirsi al sicuro. Tra i continui attacchi del terrorismo e la Brexit, l’Europa sbanda come una nave in tempesta con le vele stracciate e senza un capitano.

Ci vogliono coraggio e determinazione, nuove idee, nuova capacità di leadership e di visione per tornare a pensare a un’Europa coesa che possa affrontare unita le tremende sfide di inizio millennio. Sulla nave bisogna fissare la bussola: non c’è più molto tempo per ritrovare la rotta.

(di Stefano Polli/ANSA)

Ultima ora

22:33Calcio: Lipsia ko, raggiunto da Bayer e M.Gladbach

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Il Lipsia perde 2-1 a Friburgo e viene agganciato al secondo posto dal Bayer Leverkusen, vittorioso 4-1 sul campo dell'Hoffenheim, e dal Borussia Moenchengladbach, impostosi 2-0 sull'Augusta. Dopo 19 turni di Bundesliga, la capolista Bayern Monaco ha 13 punti di vantaggio con una partita in meno e domani riceve il Werder Brema. Molto affollata la zona Champions-Europa League. Alle spalle del terzetto a 31 punti, ci sono a quota 30 il Borussia Dortmund, oggi un pareggio 1-1 a Berlino in casa dell'Hertha, lo Schalke 04, che battendo domani l'Hannover scavalcherebbe tutti portandosi al secondo posto da solo, e l'Eintracht, vittorioso per 3-1 a Wolfsburg. In coda, il Magonza batte lo Stoccarda 3-2 e lo raggiunge al quart'ultimo posto. Nella sfida Amburgo-Colonia ha la meglio il fanalino di coda, che vince 2-0 in trasferta.

22:27Calcio: tripletta di Aguero, il City riprende a correre

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Niente cambia in vetta alla Premier League dopo il sabato di incontri della 24/a giornata. Vince 3-0 il Manchester City nell'impegno tardo pomeridiano col Newcastle e mantiene 12 punti di vantaggio sul Manchester United, che si impone 1-0 in casa del Burnley, e 15 sul Chelsea, vittorioso 4-0 a Brighton. Il Liverpool giocherà lunedì a Swansea per riagganciare, in caso di vittoria, la squadra di Conte al terzo posto. Il Tottenham gioca domani e nel frattempo l'Arsenal, con un liberatorio 4-1 al Crystal Palace dopo due pareggi e una sconfitta, gli si è avvicinato. All'Ethiad Stadium il primo gol dei Citizens è stato assegnato ad Aguero, che su cross di De Bruyne ha sfiorato di testa il pallone. Nella ripresa, El Kun ha segnato altre due reti, la prima su rigore. Ed il City riparte dopo il ko con il Liverpool. Lo United ha capitalizzato al massimo una rete di Martial al 9' della ripresa, mentre l'Arsenal ha dilagato sul Palace segnando con Monreal, Iwobi, Koscielny e Lacazette.

22:16Incidenti montagna: alpinista scivola e muore

(ANSA) - PANIA DELLA CROCE (LUCCA), 20 GEN - Un alpinista è morto a seguito delle ferite riportate per una caduta nel Vallone dell'Inferno sul versante occidente della Pania della Croce (Lucca). L'uomo, secondo quanto si appreso, sarebbe finito nella Buca della neve. A dare l'allarme al 118, intorno alle 17, gli altri componenti del gruppo che si trovavano con l'uomo. L'elicottero Pegaso 3 a causa delle condizioni atmosferiche e dell'approssimarsi del buio non ha potuto raggiungere l'alpinista ma è riuscito a trasportare gli uomini della stazione di Lucca, insieme con il medico, a circa 1 ora e 20 minuti di distanza, lungo il sentiero del pastore che sale al Rifugio Rossi. Sul posto si è diretta anche la squadra di Querceta(Lucca). L'uomo era in condizioni disperate. In corso le operazioni di recupero della salma. Il Sast (Soccorso alpino e speleologico Toscano) ricorda che in quota le condizioni della neve non sono buone: vento e pioggia hanno fatto affiorare strati di neve molto ghiacciata.

22:07Calcio: serie B, Spezia-Palermo 0-0

(ANSA) - LA SPEZIA, 20 GEN - Il Palermo non va oltre il pari con lo Spezia ma mantiene la vetta della classifica del campionato di Serie B ora in coabitazione con il Frosinone. Al 'Picco' finisce 0-0 al termine di una partita intensa ma con poche occasioni da gol. Nel primo tempo meglio i liguri che sfiorano il gol in apertura con un tiro di Maggiore e premono di più mentre i siciliani provano a pungere senza successo con Nestorovski e Trajkovski. Nella ripresa, ancora i padroni di casa al 13' si fanno pericolosi con un colpo di testa di Granoche e al 19' confezionano la palla gol più nitida dell'incontro con Pomini che si supera deviando la conclusione di Gilardino sul cross di Granoche. I siciliani si fanno pericolosi al 25' con una conclusione da fuori di Coronado. Col pari odierno, il Palermo conserva la propria imbattibilità stagionale in trasferta e raggiunge quota 40 mentre lo Spezia con 31 punti occupa l'ultima posizione utile per i play-off.

22:03Italia team: Kostner bronzo a Europei pattinaggio

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Carolina Kostner conquista la medaglia di bronzo agli Europei di pattinaggio artistico in corso a Mosca. E' l'undicesimo podio consecutivo della campionessa azzurra nell'evento continentale. Terza dopo il programma corto, stasera la bolzanina ha commesso due errori ma è riuscita a salvare il bronzo con 204.25. L'oro è andato alla russa Alina Zagitova, 15 anni, che è stata perfetta nella sua esecuzione chiudendo a 238.24. L'argento alla connazionale Evgenia Medvedeva (232.86), campionessa uscente.

21:59Tre escursionisti scivolano in parete Corno alle Scale

(ANSA) - BOLOGNA, 20 GEN - Gli uomini del Soccorso alpino dell'Emilia-Romagna sono al lavoro dal pomeriggio cercando di recuperare tre escursionisti, che sono scivolati in un canale mentre stavano scalando con i ramponi una parete del Corno alle Scale, sull'Appennino Bolognese. L'intervento dei soccorritori è scattato poco dopo le 18. Inizialmente gli uomini del Soccorso alpino erano riusciti a parlare al telefono con uno dei tre escursionisti, ma poi sembra che il contatto si sia interrotto. Le operazioni per individuare e recuperare i dispersi sono particolarmente difficili a causa delle cattive condizioni meteo. (ANSA).

21:32Minacce a sindaco Empoli: in 400 a presidio con Barnini

(ANSA) - EMPOLI (FIRENZE), 20 GEN - Circa 400 persone hanno preso parte questo pomeriggio al presidio indetto a Empoli (Firenze) dal presidente del consiglio comunale Roberto Bagnoli in solidarietà al sindaco Brenda Barnini, oggetto di una missiva contenente due proiettili e minacce corredate da una svastica dopo che la città è stata insignita nei giorni scorsi della Medaglia d'oro per la Resistenza. Per l'occasione il monumento dell'Athena Nike in piazza della Vittoria, luogo scelto per la manifestazione, è stato illuminato con luci di colore rosso. Durante il presidio hanno preso la parola, oltre alla stessa Barnini, anche alcuni sindaci dell'Empolese e delle zone limitrofe ed esponenti politici locali. "Non è stato un attacco alla mia persona ma a una comunità - ha spiegato Brenda Barnini - Questa solidarietà però mi fa pensare che ci siano ancora gli anticorpi per combattere queste azioni". Proseguono intanto le indagini dei carabinieri per risalire all'autore del gesto minatorio.(ANSA).

Archivio Ultima ora