Giusto

Pubblicato il 18 luglio 2016 da Luigi Casale

mafalda

Giusto: aggettivo (o avverbio).

Contesti d’uso: “Non è giusto”; “Un uomo giusto”; ”Il giusto peso, o il prezzo giusto”; “Sei arrivato giusto in tempo ”; “Dico giusto?”; ecc. … .

Sono queste alcune delle accezioni della parola italiana: giusto.

Altre parole formate dalla stessa radice sono: giustizia e giudice.

Alla base della comune radice delle tre parole c’è l’antica voce latina ius, alla quale facciamo corrispondere il significato che oggi attribuiamo alla parola “diritto”.

[ Voglio segnalare, per inciso, che ancora oggi il termine ius viene usato come voce dotta; o meglio, è termine tecnico del linguaggio specialistico dell’area del diritto. Tuttavia fino ad una cinquantina d’anni fa esso era in uso anche da parte del popolo, nella provincia napoletana, per indicare l’esercizio di un diritto riconosciuto. E pertanto andrebbe indicata come voce dialettale.]

Quindi da ius derivano iustus [ius + il suffisso aggettivale -tus; “ciò che riguarda il ius”] e iudex [ius + il suffisso -dix, derivato dal verbo dico; “colui che fissa o sancisce il ius”]. Da iustus, poi, viene iustitia: “l’area di azione del ius, o la conseguenza del ius”.

Qualche giorno fa, nel commentare le parole fastus e festus (vedi articolo Feria e festa), siamo risaliti ad un’altra parola monosillabica, antichissima nella lingua latina: “fas” (= lecito), spiegandola come principio e fondamento del diritto divino.

Ora, in analogia alle considerazioni fatte, potremmo dire che il ius, parallelamente a fas, potrebbe corrispondere al principio del diritto umano; un principio fissato in una formula valida nelle relazioni sociali, e definito nella sua azione coercitiva; mentre il fas, in quanto fondato nella religione (o nella coscienza personale), resta tutto interiore e, pertanto, generico rispetto alla sua definizione di contenuto.

A conferma che il ius sia «il diritto espresso nella sua formulazione resa pubblica», sta la parola giuramento (anch’essa nella sua forma latina derivata da ius), che gli antichi Romani chiamavano ius iurandum (come a dire: “la formula che bisogna pronunciare”; e cioè: il limite della definizione dell’oggetto-ius). (Benveniste)
E con questo abbiamo fatto vedere come anche giurare (latino: iurare; da cui il gerundivo iurandum) si forma a partire dalla stessa radice latina di ius.

Concludo con una breve postilla, per spiegare perché oggi molti termini del lessico giuridico utilizzano anche parole che hanno alla base il termine “diritto”. L’aggettivo diritto, letteralmente, significa “che segue la linea retta”, e deriva dal verbo latino: dirigo/directum/dirigere (de + il verbo rego/rectum/regere), che significa (dirigere, far andare diritto, guidare, governare, ecc.) da cui derivano tante altre parole anche nella lingua italiana.

Luigi Casale

luigicasale
Luigi Casale

Luigi Casale, insegnante in pensione e pubblicista. È nato nel 1943 a Torre Annunziata, alle falde del Vesuvio. Oggi, continuando a mantenere contatti affettivi e culturali con la Campania, vive tra Bressanone (Alto Adige) e Lussemburgo. Durante la sua carriera professionale, ha insegnato nei Licei dell’Alto Adige, nella Scuola Europea di Lussemburgo, e presso il Dipartimento d’italiano dell’Università di Clermont-Ferrand (Francia). Si occupa di didattica delle lingue classiche e di linguistica generale. Nel più ampio quadro delle questioni pedagogiche e sociali, su queste tematiche offrirà la sua collaborazione in questa rubrica.




Ultimi articoli


03 luglio 2017

Idiota



21 giugno 2017

Auguri



12 giugno 2017

Preparare



02 maggio 2017

Ite Missa Est



25 aprile 2017

Virtù



17 aprile 2017

Studium



10 aprile 2017

La scuola



03 aprile 2017

Istruzione, educazione



27 marzo 2017

Amante



14 marzo 2017

“Cicero, pro domo sua”



20 febbraio 2017

Eccetera



13 febbraio 2017

Urbano e villano



23 gennaio 2017

Affatto



09 gennaio 2017

Oratorio



03 gennaio 2017

La Befana



19 dicembre 2016

I pastori



12 dicembre 2016

Tetto, tegola, proteggere



05 dicembre 2016

Marmellata



28 novembre 2016

Erario, fisco e moneta



21 novembre 2016

Primo pelo



14 novembre 2016

Carosello



31 ottobre 2016

Istruzione, educazione



24 ottobre 2016

Ozio e negozio



17 ottobre 2016

Emancipazione



12 settembre 2016

Implicito ed esplicito



22 agosto 2016

Anfiteatro



15 agosto 2016

Teatro



08 agosto 2016

Semplice



01 agosto 2016

Fato



25 luglio 2016

Rex



11 luglio 2016

Feria e festa