Venezuela: folla a frontiera brasiliana

(ANSA) – SAN PAOLO, 16 LUG – Centinaia di venezuelani attraversano quotidianamente il confine con il Brasile nel posto di frontiera di Pacaraima alla ricerca di cibo e medicinali. Lo scrivono oggi i media brasiliani, sottolineando che la cittadina frontaliera, di circa 10 mila abitanti, è invasa ormai ogni giorno da venezuelani che viaggiano anche per giorni interi pur di fare scorta di beni di prima necessità come riso, farina, olio, zucchero, burro e pasta, che a causa della grave crisi economica scarseggiano in Venezuela. “In Venezuela scarseggiano ormai riso, olio e zucchero e si trovano solo a prezzi altissimi. Abbiamo viaggiato 11 ore in macchina ma ne vale la pena per fare scorta di cibo”, ha detto al sito G1 Rosa Maria, 53 anni, di Puerto Ordaz, a 700 chilometri dalla frontiera. Alcuni negozi di elettronica o di autoricambi hanno cominciato a vendere anche prodotti alimentari per soddisfare la richiesta degli acquirenti venezuelani. Il posto di frontiera di Pacaraima è aperto e sorvegliato dalla polizia federale.

Condividi: