Un nuovo passo avanti

Pubblicato il 18 luglio 2016 da Mauro Bafile

Da oggi “La Voce d’Italia” inizia una nuova avventura; una nuova tappa della sua vita. Si trasforma, di fatto, in un “giornale elettronico”, nel “portale” della nostra Collettività. Scompare la versione Pdf del quotidiano, che è stata assai utile durante la fase di transizione; in particolare, per aiutare a navigare chi, pur avendo un computer, non aveva dimestichezza con le nuove tecnologie.

Resta il rammarico per l’edizione mensile del nostro Giornale, orientato a soddisfare quella fascia di Lettori, in maggioranza anziani, amanti del “cartaceo” e del quotidiano tradizionale. Insomma, quello che al mattino si sfogliava ancora fresco d’inchiostro mentre si sorseggiava un buon caffè.

Purtroppo la realtà del Paese ha obbligato i quotidiani indipendenti, quelli non legati a parzialità politiche, a reinventarsi e ad affrontare decisioni dolorose e grandi sacrifici. La materia prima – leggasi, carta, inchiostro, negativi e via di seguito – è irreperibile. E ciò non è un segreto.

“La Voce d’Italia”, fin dalla sua fondazione oltre 60 anni fa, ha accompagnato la Collettività, interpretandone le esigenze e difendendone i diritti. E’ sempre stata “cassa di risonanza” delle necessità e aspirazioni degli italiani del Venezuela.

Lo è stato ieri, quando arrivavano i bastimenti carichi di emigranti e di speranze, e lo è oggi, in un momento in cui molti giovani ripercorrono a ritroso il cammino dei nonni. E’ un ruolo, questo, svolto da sempre con immutata serietà e al quale “La Voce d’Italia” non rinuncerà. D’altronde, senza questa motivazione verrebbe meno la sua ragione d’essere.

La nuova avventura che “La Voce d’Italia” si appresta a vivere accanto alla Collettività vuole essere un ulteriore salto di qualità. Si cercherà di offrire una lettura più dinamica: articoli informativi e di approfondimento sugli avvenimenti che coinvolgono la nostra comunità in Venezuela e ora, grazie alla nostra Redazione a New York diretta da Mariza Bafile e Flavia Romani, con la collaborazione di Luca Marfé, anche nella “Grande Mela”.

Servizi di attualità politica ed economica dall’Europa, dal mondo e, naturalmente con particolare enfasi, dall’Italia. Non mancherà lo sport. La sezione audiovisiva verrà arricchita con servizi, interviste e reportage.
Sarà ampliata anche la rosa dei collaboratori con nuove firme.

“La Voce d’Italia” è aperta a chi, con onestà intellettuale, vorrà esporre le proprie idee e opinioni. Insomma, la nostra “Voce” sarà sempre più “Vostra”, sempre più dei lettori; una finestra aperta per chi vorrà saperne di più del Venezuela e degli italiani che vi risiedono.

Ultima ora

04:58Terremoto: scossa 3.2 nel Reatino, Amatrice trema ancora

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Una scossa di magnitudo 3.2 è stata registrata alle 4:08 dall'Ingv nella provincia di Rieti ad una profondità di 9 km. I comuni più vicini all'epicentro sono Amatrice, Campotosto, Accumoli e Capitignano. (ANSA).

00:24Mondiali 2018: Montenegro-Polonia 1-2

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Vittoria esterna delle Polonia che ha battuto 2-1 Montenegro in una partita giocata a Podgorica e valida per il gruppo E delle qualificazioni al Mondiale del 2018. Ha aperto le marcature Lewandowski al 40' per la Polonia, pari di Mugosa al 62'. La rete della vittoria porta la firma di Piszczek all'81'.

00:22Mondiali 2018: Scozia-Slovenia 1-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La Scozia ha battuto 1-0 la Slovenia in una partita giocata a Glasgow e valida per il gruppo F delle qualificazioni al Mondiale del 2018. La rete è stata segnata da Martin all'88'.

00:13Mondiali 2018: Irlanda del Nord-Norvegia 2-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - A Belfast l'Irlanda del Nord ha battuto 2-0 la Norvegia in una partita valida per il gruppo C delle qualificazioni ai mondiali di Russia 2018. Le reti sono state segnate da Ward al 2' e Washington al 32'.

23:28Calcio: Bari-Novara 0-0, pugliesi rallentano ancora

(ANSA) - BARI, 26 MAR - Il Bari, dopo la debacle di Trapani, rallenta ancora la sua marcia verso l'alta classifica pareggiando 0-0 con il Novara al San Nicola. Nonostante il sostegno dei 21mila sugli spalti, Floro Flores e Brienza non sono riusciti a scardinare l'ordinata difesa disposta da Boscaglia. Nella ripresa Floro Flores ha avuto due buone occasioni non concretizzate, mentre il Novara si è difeso con ordine. Nel finale c'è stato lo sterile forcing pugliese, ma l'innesto di Maniero per un attacco a due punte non ha accresciuto il potenziale balistico biancorosso e soprattutto non ha dato i risultati sperati. Il Bari sale a quota 47, mentre il Novara resta in scia con 46 punti.

22:32Ventenne pestato da branco ad Alatri, è morto a Roma

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - E' morto stasera all'Umberto I di Roma il ventenne di Alatri pestato a sangue in piazza nella città in provincia di Frosinone. Lo si è appreso da fonti investigative. Emanuele Morganti non ce l'ha fatta dopo ore di agonia ed un intervento chirurgico. Era stato aggredito due notti fa da un gruppo di persone dopo una lite in un locale nel centro storico del comune frusinate per difendere la fidanzata. Il pm della procura di Frosinone ed i carabinieri stanno interrogando alcuni sospettati.

21:49Marine Le Pen, ‘l’Ue morirà, la gente non la vuole più’

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - "L'Unione europea morirà perche' la gente non la vuole più". Ne è convinta Marine Le Pen, la candidata euroscettica alle presidenziali in Francia. Durante un comizio elettorale a Lille la leader del Front National ha rassicurato i suoi sostenitori che lasciare l'eurozona, come da lei proposto, "non trascinerebbe il Paese nel caos". "E' arrivato il tempo di sconfiggere i 'globalisti'. Il mio è un messaggio di libertà, emancipazione e liberazione", ha aggiunto Le Pen invitando "tutti i patrioti a riunirsi sotto la nostra bandiera".

Archivio Ultima ora