Renzi: Uniti contro il terrore, ma nessun allarmismo

Pubblicato il 18 luglio 2016 da ansa

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi presiede il vertice dei capigruppo di maggioranza e opposizione convocato dopo l'attentato a Nizza, 18 luglio 2016 a Roma. ANSA/ PRESIDENZA DEL CONSIGLIO - TIBERIO BARCHIELLI

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi presiede il vertice dei capigruppo di maggioranza e opposizione convocato dopo l’attentato a Nizza, 18 luglio 2016 a Roma. ANSA/ PRESIDENZA DEL CONSIGLIO – TIBERIO BARCHIELLI

ROMA – L’Italia non è immune da pericoli. Il Paese è esposto, anche per la sua posizione geografica, ai rischi legati al terrorismo: il rischio zero non esiste. Ma non ci sono allarmi specifici, diretti. Dunque, occorrono “prudenza ed equilibrio” davanti all’opinione pubblica.

Nessun allarmismo e unità politica di fronte alla minaccia del fondamentalismo. E’ il discorso con cui Matteo Renzi ha accolto questa mattina a Palazzo Chigi i capigruppo di maggioranza e opposizione. Tutti, tranne quelli della Lega.

Assenti in polemica con il governo, ma biasimati dagli altri partiti. Che hanno anche condiviso la linea italiana sulla Turchia: se Erdogan introduce la pena di morte – è la posizione in asse con l’Ue – è fuori dall’Europa.

Non è la prima volta che i numerosi presidenti di gruppo di Camera e Senato fanno ingresso a Palazzo Chigi per un confronto sulla lotta al terrorismo. Il primo vertice, su iniziativa di Renzi, risale a settembre dello scorso anno.

Ma questa volta, al termine di una settimana segnata dalla preoccupazione per l’attentato di Nizza e il tentato colpo di Stato in Turchia, il confronto dura quasi tre ore. In un clima sereno, raccontano, senza evidenti spigolosità. Tanto che quasi tutti biasimano la scelta della Lega di non partecipare a quella che il Carroccio ha definito una “inutile passerella”.

– Per noi questo tavolo è fondamentale – dice il Cinque Stelle Stefano Lucidi, che con la collega Laura Castelli (ma lo stesso fa anche Anna Cinzia Bonfrisco di Cor) scrive ai presidenti Grasso e Boldrini per chiedere la convocazione di un dibattito in Parlamento.

– Bene il dialogo, sia il governo per primo ad abbassare i toni della propaganda – dice Arturo Scotto di Si.

Mentre Renzi avanza una proposta:
– Possiamo sostituire, se volete, i tradizionali interventi in Aula prima dei vertici Ue, con dibattiti su temi specifici, dall’economia alla sicurezza.

Proprio in uno spirito unitario, il governo propone la nascita di una commissione indipendente di tecnici, incaricata di studiare la “radicalizzazione” nell’ambito delle comunità islamiche, che consegni un rapporto in 90-120 giorni. Ma esistono già documenti, segnala Angelino Alfano, come quello di alcuni studiosi che analizzano come distinguere nelle moschee ‘chi spara da chi prega’.

I ministri Alfano, Roberta Pinotti e il sottosegretario Marco Minniti, che parlano per il governo, offrono interventi ricchi di dati e dettagli. E concedono anche qualche apertura, come quella – riferisce Massimo Artini di Al – a rivalutare per il futuro l’operazione di impiego dei militari “Strade sicure”. Bisogna valutarne l’efficacia, di fronte a lupi solitari che agiscono, come a Nizza, con azioni di “car jihad”.

Nessuno si spinge a chiedere una risposta sul ‘modello israeliano’, evocata all’ingresso da Bonfrisco. Piuttosto, Minniti parla di cybersecurity e accenna alla possibilità di accordi antiterrorismo con i provider del Web. Alfano cita azioni specifiche come formare gli Imam a predicare in italiano. Mentre l’ex premier Enrico Letta, parlando a un convegno a Milano, sollecita una “Fbi europea”.

Tra i temi toccati nel vertice di Chigi anche la Libia: gli esponenti del governo notano la riduzione della potenza di fuoco dell’Isis, con il passaggio da migliaia a poche centinaia dei miliziani asserragliati a Sirte. Quanto alla Turchia, alcuni dei capigruppo esprimono perplessità sulla ‘autenticità’ del golpe o avanzano il sospetto di sostegni esterni ai golpisti, ad esempio dagli Stati Uniti.

Minniti per il governo si limita a dire che in base alle informazioni di intelligence è stato “un vero tentativo di colpo di Stato”. Ora, sottolinea il governo, la preoccupazione è per il rispetto dei diritti: se la Turchia reintroduce la pena di morte nel paese, “ha chiuso” con l’Ue. E così l’Italia resta in linea, come fin dall’inizio, sottolinea Renzi, con Usa e Unione europea.

Ai capigruppo il premier, riferiscono diversi partecipanti, racconta anche un episodio: al recente vertice Nato di Varsavia Erdogan ha proposto di tenere l’incontro successivo in Turchia, ma non ha ricevuto risposta. Un fatto che viene interpretato come il segnale di un certo isolamento di Ankara.

(Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

01:02Senato respinge revoca Obamacare

(ANSA) - WASHINGTON 27 LUG - Il Senato degli Stati Uniti ha bocciato il testo presentato dai repubblicani per la semplice revoca della maggior parte della riforma sanitaria detta Obamacare senza prevedere un testo che la sostituisca. Il Senato degli Stati Uniti ha respinto con 45 voti favorevoli e 55 voti contrari. Il senato ha già dato il via libera alla discussione su un nuovo testo da mettere a punto per sostituire la riforma sanitaria di Obama, visto che quello già elaborato non è andato avanti per le divisioni dei repubblicani.

00:29Tunisia: passa la legge contro la violenza sulle donne

(ANSAmed) - TUNISI, 26 LUG - Voto storico a Tunisi. Dopo un iter parlamentare accidentato e ostacolato da rinvii che avevano fatto temere un fallimento, il parlamento tunisino ha approvato all'unanimità con 146 voti a favore la legge organica contro la violenza e i maltrattamenti sulle donne e per la parità di genere. Quarantatrè articoli divisi in 5 capitoli per fornire misure efficaci per lottare contro ogni forma di violenza o sopruso basato sul genere. Il testo ha l'obiettivo di garantire alla donna il rispetto della dignità e assicurare l'uguaglianza tra i sessi, garantita dalla Costituzione, attraverso un approccio globale basato sulla prevenzione, la punizione dei colpevoli e la protezione delle vittime. La legge punta inoltre ad eliminare ogni forma di disuguaglianza tra i sessi anche sul lavoro.

00:27Calcio: Champions League, Nizza-Ajax 1-1

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Mario Balotelli a segno, ma il Nizza non riesce ad imporsi sull'Ajax che dalla Costa Azzurra porta via un prezioso 1-1 nell'andata di una delle gare del terzo turno preliminare di Champions League. Al vantaggio rossonero al 32' grazie all'attaccante italiano, infatti, i Lancieri hanno risposto al 4' della ripresa con van de Beek. Mercoledì prossimo la gara di ritorno che varrà l'accesso ai playoff. Tra gli altri risultati delle gare di oggi, da segnalare lo 0-0 fra gli scozzesi del Celtic e i norvegesi del Rosenborg e il 3-1 degli ucraini della Dynamo Kiev sugli svizzeri dello Young Boys.

00:03Sci: Italia Team, operata l’azzurra Marsaglia

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Francesca Marsaglia è stata operata presso la clinica La Madonnina, a Milano, per una sindrome pubico-inguinale che le impediva di allenarsi con regolarità. Lo rende noto la Federsci precisando che l'operazione è stata effettuata dal dottor Gianpiero Campanelli, sotto la supervisione della Commissione medica della Fisi. La 27enne sciatrice azzurra dovrà ora osservare una decina di giorni di riposo assoluto e ricominciare gradualmente la preparazione: l'obiettivo, conclude la Fisi, è quello di presentarsi regolarmente alla partenza del viaggio sudamericano con destinazione Ushuaia (Argentina), ad inizio settembre.

23:28Calcio: 1-0 al Lille di Bielsa, il “Bortolotti” all’Atalanta

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - L'Atalanta di Gian Piero Gasperini ha vinto la ventitreesima edizione del trofeo "Achille e Cesare Bortolotti", intitolato alla memoria dei due presidenti scomparsi, battendo per 1-0 il Lille di Marcelo Bielsa davanti a poco meno di diecimila spettatori. A segno nel primo tempo Cristante (14') che controlla e di esterno destro piazza sotto la traversa l'assist con scavetto di Gomez. Nella ripresa, Gollini salva il risultato parando a Benzia un rigore concesso per un contatto fra Palomino e Ponce. Per i nerazzurri una prova discreta in attesa delle altre sgambate internazionali: quella con il Borussia Dortmund del primo agosto ad Altach (19.30) e quella a Valencia l'11 dello stesso mese. Da giovedì, intanto, squadra a San Gallo per la seconda fase della preparazione.

23:24Calcio: Marotta, offerta a Lotito per Keita Baldé

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - "Abbiamo parlato con Lotito per Keita Baldé. Abbiamo fatto la nostra proposta, ora sta a lui valutarla". L'ad della Juventus Beppe Marotta esce allo scoperto e annuncia di voler acquistare l'esterno della Lazio. Non nega neppure una trattativa per Matuidi: "È un'ipotesi. Stiamo valutando alcune situazioni, non nascondiamo che cerchiamo un centrocampista d'esperienza". Poi, su Schick chiarisce: "Mi spiace che sia andata così e che non si sia arrivati alla conclusione per impedimenti oggettivi. È un talento emergente, ma per il momento è un'operazione chiusa". Quindi, esclude la cessione di Dybala, nonostante piaccia al Barcellona: "Abbiamo rifiutato tante offerte. Quando un giocatore è contento di rimanere alla Juve, ci resta finché vuole". Infine, sulla possibilità di affidare la maglia n.10 al neoarrivato Bernardeschi: "È una maglia pesante nella storia della Juventus e del calcio in generale, valuteremo. È anche una forma di protezione per non esporlo a troppe responsabilità. Bisogna essere molto cauti".

23:00Calcio: Tavecchio, col Var ci aspettiamo meno polemiche

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - "Con il Var ci aspettiamo molte meno polemiche. Sono stato fra i primi a chiederlo ai tempi di Blatter e sono felice che quest'anno entri in vigore. All'inizio bisognerà abituarsi, ma è una novità sicuramente positiva. Garantirà maggiore sicurezza nelle analisi degli arbitri". Il presidente della Figc Carlo Tavecchio, a margine della presentazione del calendario della prossima stagione di Serie A, parla dell'introduzione del Var.

Archivio Ultima ora