Deutsche Bank taglia 200 filiali in Germania

Deutsche Bank taglia 200 filiali in Germania
Deutsche Bank taglia 200 filiali in Germania
Deutsche Bank taglia 200 filiali in Germania

ROMA – Non sembrano essere solo le banche italiane le grandi malate d’Europa. Come annunciato, anche Deutsche Bank, colosso tedesco del calibro di JP Morgan o Goldman Sachs alle prese con una valanga di derivati che rischia di trasformarsi in un vero e proprio bubbone per il sistema finanziario internazionale, ha dovuto correre ai ripari, dando il via ad un piano di tagli di sportelli e personale in tutta la Germania.

L’intenzione resa nota dalla banca è quella di chiudere circa 200 filiali a livello nazionale. Una scelta “di austerità” dettata in gran parte, secondo la comunicazione ufficiale dell’istituto tedesco, al passaggio della clientela ai sempre più diffusi servizi bancari online. La chiusura – o l’accorpamento con altre filiali – coinvolgerà più di un quarto delle agenzie di Deutsche Bank in tutta la Germania, circa 200 su oltre 700. Il land più colpito sarà quello del Nord Reno-Westfalia.

Come contraltare, l’istituto ha annunciato di voler aumentare i servizi bancari via internet, investendo entro il 2020 750 milioni di euro nelle offerte digitali. Il piano non giunge come un fulmine a ciel sereno: a giugno la banca ha annunciato il taglio di circa 3.000 posti di lavoro in Germania, di cui 2.500 nella divisione clienti commerciali e privati.

Ripercussioni occupazionali di una situazione tutt’altro che rosea. Lo stesso mese la Fed ha infatti bocciato la divisione americana negli stress test per la distribuzione di capitale agli azionisti e il Fondo monetario internazionale ha lanciato un vero e proprio allarme sistemico basato sulle condizioni generali della banca, definita tra le più rischiose al mondo e fonte di possibile shock per il sistema finanziario globale.

Il 30 giugno il titolo ha toccato in Borsa il minimo degli ultimi 30 anni, ma i vertici del gruppo hanno negato l’esigenza di un aumento di capitale. Entro il 2019, Deutsche dovrà comunque generare tra 2 e 2,5 miliardi di euro di capitale per rispettare i requisiti di solidità.
(ANSA)

Condividi: