Proposte anti-Italicum, da greco a Mattarellum 2.0

Pubblicato il 19 luglio 2016 da ansa

Proposte anti-Italicum, da greco a Mattarellum 2.0

Proposte anti-Italicum, da greco a Mattarellum 2.0

ROMA – Non si è ancora mai votato con l’Italicum, anche perché la nuova legge elettorale è diventata applicabile soltanto lo scorso primo luglio. Ma in Parlamento già fioccano le idee per modificarlo. E c’è anche chi propone di ripartire da zero e scrivere un nuovo sistema elettorale, come la minoranza Pd che ha lanciato l’idea di un Mattarellum 2.0.

Ecco le proposte di legge in campo:

ITALICUM – E’ la legge elettorale, valida solo per la Camera, del governo Renzi: un sistema proporzionale con sbarramento al 3% e assegnazione di un premio di maggioranza (340 seggi su 630) alla lista che supera il 40%. Se nessuno lo raggiunge, si svolge un secondo turno tra i due partiti più votati, che assegna il premio. Nei 100 collegi in cui si vota il capolista è bloccato – cioè eletto automaticamente se il partito si aggiudica il seggio – mentre per gli altri candidati valgono le preferenze.

MATTARELLUM 2.0 – La minoranza Pd propone l’elezione di 475 deputati in collegi uninominali a turno unico (più 12 eletti all’estero con sistema proporzionale). Gli altri 143 seggi vengono così assegnati: 90 seggi vengono assegnati come “premio di governabilità” alla prima lista o coalizione, con un limite totale massimo, però, di 350 deputati; 30 vanno alla seconda lista o coalizione; 23 vengono divisi tra i partiti che superano il 2% e hanno meno di 20 eletti.

SISTEMA GRECO – I Giovani turchi, guidati dal presidente Pd Matteo Orfini, propongono un sistema sul modello greco, ovvero con turno unico e premio di maggioranza al primo partito. In Grecia il premio è al 15% (50 deputati su 350).

PREMIO ALLA COALIZIONE – I piccoli partiti – Ncd su tutti – ma anche un pezzo di Forza Italia e i franceschiniani del Pd chiedono di assegnare non alla lista ma alla coalizione il premio di maggioranza previsto dall’Italicum.

DEMOCRATELLUM – I Cinque stelle hanno una proposta di legge proporzionale, con collegi intermedi, soglie di sbarramento e preferenze, sia positive che negative.

ALTRE PROPOSTE – Agli atti della Camera ci sono già alcune proposte di legge per cambiare l’Italicum. Il deputato Pd Giuseppe Lauricella cancella il ballottaggio, di modo che solo se un partito supera da solo il 40% prende il premio di maggioranza, altrimenti il sistema è un proporzionale puro. Il presidente del Misto Pino Pisicchio propone il premio alla coalizione e che il ballottaggio sia valido solo se va a votare il 50% degli elettori, altrimenti il riparto è proporzionale.

(Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

11:01Rigopiano: Stefano vivo, a Valva si riaccende la speranza

(ANSA) - VALVA (SALERNO), 21 GEN - La notizia che Stefano Feniello è vivo ed è stato individuato assieme alla fidanzata Francesca Bronzi ed altre tre persone sotto le macerie del resort Rigopiano è giunta nel cuore della notte a Valva (Salerno). "Aspettiamo qualche buona notizia'' aveva detto ieri lo zio di Stefano, Claudio, che stamattina insieme con la sorella Graziella ed il figlio Carmine si sta dirigendo a Silvi Marina dove vive la famiglia di Stefano. "Per il momento non abbiamo notizie - dice Claudio Feniello - speriamo che quando saremo a destinazione nostro nipote sia stato estratto dalle macerie". A telefono il fratello di Stefano, Andrea, che si trova in queste ore a Pescara, dice: 'Aspettiamo notizie''.

10:57Bus ungherese: A4 riaperta, rimossa carcassa pullman

(ANSA) - S.MARTINO BUONALBERGO (VERONA), 21 GEN - E' stata riaperta poco fa l'autostrada A4, chiusa dalla notte scorsa tra Verona Sud e Verona Est in seguito al tragico incidente al bus ungherese. Il traffico, sia pur lentamente, ha ripreso a scorrere in direzione di Venezia, dopo che ciò che rimaneva del pullman straniero è stato rimosso. Sul posto sono ora in azione i mezzi della società autostradale per ripulire il tratto di autostrada interessato. Si resta in attesa, da parte della Polstrada di Verona Sud, di conoscere l'esatta dinamica dell'incidente. (ANSA).

10:55Bus ungherese in fiamme, 16 morti

(ANSA) - VERONA, 21 GEN - E' di 16 morti accertati il bilancio nell'incidente che ha coinvolto un pullman ungherese sul quale viaggiavano 55 persone, 39 delle quali sono rimaste ferite e sono state portate nei vari ospedali di Verona. L'incidente si è verificato poco prima di mezzanotte sulla A4 all'altezza dello svincolo di Verona Est in direzione Venezia: il pullman è andato a sbattere lateralmente contro il pilone del ponte, incendiandosi. A bordo si trovava un gruppo di ragazzi ungheresi fra i 14 e i 18 anni che stavano tornando da una gita scolastica: da una località montana della Francia il bus stava facendo ritorno a Budapest.

07:28Trump: Mattis e Kelly giurano, sono in carica

NEW YORK - L'ex generale James Mattis e il generale in congedo John Kelly hanno giurato, entrando ufficialmente in carica nell'amministrazione Trump. Mattis e' il nuovo capo del Pentagono. Kelly il ministro degli Interni.

07:25Trump in Studio Ovale, firma decreto su Obamacare

NEW YORK - Donald Trump, nel suo primo atto nello Studio Ovale, firma un decreto esecutivo diretto alle agenzie governative per ridurre il peso dell'Obamacare. Lo afferma il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer.

07:19Trump, bene conferme Mattis e Kelly, subito al lavoro

NEW YORK - ''Sono soddisfatto della conferma dei generali Mattis e Kelly''. Lo afferma il presidente americano Donald Trump, commentando la loro conferma in Senato. ''Sono due leader qualificati che inizieranno subito a lavorare per difendere il nostro paese e mettere al sicuro i nostri confini''.

07:01Trump: Senato conferma Kelly ministro dell’interno

WASHINGTON - Il Senato americano ha confermato il generale in congedo John Kelly come segretario dell'Homeland Security Department, corrispondente al ministero dell'interno. Poche ore fa il Senato ha confermato anche la nomina dell'ex generale James Mattis a segretario della difesa.

Archivio Ultima ora