Minoranza Pd propone il “Mattarellum 2.0”, il gelo di Renzi

Pubblicato il 19 luglio 2016 da ansa

Minoranza Pd propone il "Mattarellum 2.0", il gelo di Renzi

Minoranza Pd propone il “Mattarellum 2.0”, il gelo di Renzi

ROMA – Aprire subito un tavolo di confronto sulla legge elettorale, anche per convincere tanti ‘oppositori’ dell’Italicum a votare la riforma costituzionale. Lo chiede a Matteo Renzi la minoranza del Pd, che mette sul tavolo la proposta di un una legge totalmente nuova: il “Mattarellum 2.0”, un sistema con collegi uninominali e premio di governabilità. Ma, ferma restando la disponibilità al dialogo in Parlamento, sulla proposta dei bersaniani si registra una prima reazione assai fredda dei dirigenti Pd. E dal renziano Andrea Marcucci arriva una stroncatura:

– Sarebbe un passo indietro.

Renzi trascorre la giornata tra il Piemonte e la Campania, in visita a due aziende e all’istituto Telethon di Pozzuoli: lì dove c’è “l’Italia che non si lamenta ma rilancia” ed è “più forte di polemiche e paure”. Il governo, ribadisce, sta facendo la sua parte, a partire dalle riforme istituzionali, giunte a uno snodo cruciale:

– In questi due anni abbiamo tolto di mezzo l’agenda del passato, ora c’è il passaggio chiave del referendum che sancisce le riforme e poi potremo affrontare l’Italia dei prossimi 30 anni.

E’ sul referendum, conferma il premier, che sono concentrate tutte le energie del governo. Ma nella stessa maggioranza il fronte referendario mostra crepe. Il segretario Lorenzo Cesa, a nome dell’Udc (ma il presidente Gianpiero D’Alia fa sapere di non essere d’accordo) dice ‘No’ alla riforma Boschi e chiede a Renzi di rivedere almeno l’Italicum per evitare un “effetto Erdogan” con tutti i poteri concentrati nelle mani del vincitore.

E nelle stesse ore una parte di Ncd ribadisce una critica più complessiva alla linea del governo, dalla legge elettorale alla giustizia. Tanto che le fibrillazioni degli alfaniani al Senato, dove Renato Schifani rassegna le dimissioni da capogruppo, hanno come contraccolpo un rallentamento dell’attività parlamentare, a partire dalla sospensione dell’esame del ddl tortura.

Proprio per accogliere le preoccupazioni di un pezzo di maggioranza, il Pd ha aperto a modifiche alla legge elettorale. E lo stesso Renzi, pur difendendo il ‘suo’ Italicum, si è rimesso sul tema alla volontà del Parlamento. Ma i dirigenti Dem sottolineano che la condizione indispensabile per rimettere mano all’Italicum è che emerga una maggioranza parlamentare per approvare le modifiche.

E invece, osservano, non se ne vedono all’orizzonte. C’è chi – come Ncd – invoca il premio alla coalizione e non alla lista, chi – come i Giovani turchi guidati da Matteo Orfini – propone il modello greco (proporzionale a turno unico con premio al vincitore) e adesso la minoranza Pd avanza l’idea del Mattarellum 2.0.

– C’è una fioritura di nuove proposte – nota Andrea Marcucci – ma con quale maggioranza?

Il Mattarellum 2.0 proposto dai bersaniani Federico Fornaro e Andrea Giorgis prevede 475 collegi uninominali a turno unico, più un premio di maggioranza di 90 seggi alla lista o alla coalizione vincente, un ‘premietto’ di 30 seggi per il secondo partito e 23 seggi da assegnare a chi abbia superato il 2%.

– Garantisce governabilità e rappresentanza – assicura Roberto Speranza, che invia la proposta ai vertici Pd -. Non è un contributo “contro” qualcuno ma costruttivo.

Ma ‘in cambio’ chiede che il tavolo sulla legge elettorale venga aperto subito, prima del referendum. I vertici Pd per ora non commentano, ma alcuni parlamentari di maggioranza fanno notare che il modello del collegio uninominale difficilmente troverà consensi: la proposta di Mattarellum di Giachetti, ricordano, fu bocciata due anni fa. E con il Mattarellum 2.0, afferma Marcucci, “non ci sarebbero né vinti né vincitori la sera del voto”, con il rischio di larghe intese.

Dalla sinistra Dem invece Gianni Cuperlo esprime apprezzamento a “tutto ciò che va nella direzione di superare l’Italicum”. Cuperlo guarda con interesse, così come Sinistra italiana, anche alla proposta di modello “greco” di Orfini. Ma un possibile interlocutore, come il M5s, per ora chiude la porta.

– Discutiamo solo a partire dal nostro Democratellum – dice Danilo Toninelli.

(Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

00:30Calcio: Nicola, mantengo la promessa e vado in bici a Torino

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Io ci credevo". Davide Nicola è forse il meno sorpreso della salvezza del suo Crotone. "Sono molto soddisfatto e gratificato - le sue parole a Premium Sport - Ero convinto che attraverso il lavoro e la costruzione di un gruppo si potesse raggiungere quest'obiettivo. La squadra ha lavorato per meritare di rimanere in A: l'ho sempre detto ai ragazzi. Dal punto di vista tecnico, tattico e mentale c'è stato un grande lavoro dietro ed è per questo che non volevo sentir parlare del Crotone come di una favola. Avremmo potuto salvarci prima, ma anche retrocedere prima: la realtà è che più si vuole ottenere un obiettivo, più si deve essere disposti a perderlo". Poi il tecnico rivela che manterrà fede alla promessa fatta in caso di salvezza: "Crotone-Torino in bicicletta? È la parte più facile: lo farò con grande piacere, le promesse le mantengo. In questo momento la prima parola che mi viene in mente è gratitudine. E sono dispiaciuto per l'Empoli, perché so che per una squadra che festeggia ce n'è una che soffre".

00:27Auto: Indianapolis, guasto al motore e Alonso si ritira

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Il team Andretti Autosport si aggiudica la 500 Miglia a Indianapolis, ma non è Fernando Alonso a regalargli la vittoria, bensì l'ex pilota di Formula 1 Takuma Sato, primo giapponese a vincere su questo circuito in questa classe, che ha beffato Helio Castroneves nel finale di gara. Per lo spagnolo, che oggi ha saltato il Gran Premio di Monaco, restano invece da ricordare solo i 27 giri condotti in testa, prima di essere costretto al ritiro a 20 dalla fine per un guasto al motore della sua McLaren-Honda (in quel momento era settimo). Un peccato perché l'ex ferrarista stava ben animando la gara e il pubblico lo aveva anche accolto molto calorosamente.

00:04Totti: Zeman, oggi non è stata una festa ma una tragedia

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Mi spiace per Totti, perché non è stato lui a decidere. E oggi, anziché una festa, è stata una tragedia. Oggi gli consiglierei di continuare a giocare: lui ha ancora voglia. In Italia no, bisogna vedere se fuori troverà una squadra adatta alle sue qualità". Così Zdenek Zeman a Premium Sport sull'addio di Francesco Totti alla maglia giallorosa.

00:01Basket: semifinali playoff, Venezia-Avellino 88-77

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - L'Umana Reyer Venezia risponde alla sconfitta in gara-1 di semifinale dominando la Sidigas Avellino: l'88-77 finale, infatti, è frutto del relax con cui Venezia ha chiuso la gara, che aveva portato sull'88-65. A trascinare i veneziani è stato l'mvp Peric (23 punti), ma ha pagato anche la scelta di coach De Raffaele di inserire nel quintetto un centro di peso come Batista. Venezia, infatti, ha dominato anche a rimbalzo: 39-23 il conto. Avellino, invece, ha dovuto fare i conti con la serata negativa di Ragland, fermatosi a 5 punti in 19 minuti in campo, quando la sua squadra ha subìto un parziale negativo di 18 punti rispetto agli avversari. Avellino ha provato più volte a riavvicinarsi nel punteggio, ma non è mai scesa sotto i quattro punti di ritardo, soffrendo l'intensità difensiva e il dinamismo offensivo dell'Umana Reyer, che ha mandato in doppia cifra ben cinque giocatori: oltre a Peric, anche Haynes (13), Ejim (11), Batista e McGee (entrambi 10 punti personali). Martedì, ad Avellino, gara-3.

23:50Calcio: Roma, per Emerson rottura del crociato

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro: questa la diagnosi riscontrata ad Emerson Palmieri, infortunatosi oggi nel primo tempo dell'ultima di campionato tra Roma e Genoa. Il terzino giallorosso, peraltro, era stato appena convocato dal ct Ventura in azzurro, ma dovrà rimandare il suo esordio con l'Italia. Domani sarà operato a Villa Stuart, a Roma.

23:49Dante: Gifuni legge Paradiso dalla Torre di Pisa

(ANSA) - PISA, 28 MAG - Finale ad effetto per "Danteprima", la manifestazione dedicata a Dante Alighieri, con l'attore Fabrizio Gifuni che ha letto alcuni canti del Paradiso dall'alto della Torre pendente di Pisa. Quello di stasera è stato l'ultimo appuntamento con la rassegna che Pisa, capitale dantesca, dedica a Dante in vista delle celebrazioni per il settecentenario dalla morte del sommo poeta nel 2021. (ANSA).

23:46Pallavolo: verso la World League, all’Italia la Vesuvio Cup

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Con due vittorie su due, la Nazionale italiana di pallavolo maschile si aggiudica la prima edizione della Vesuvio Cup, torneo triangolare disputato a Napoli. Dopo aver sconfitto ieri l'Argentina 3-1, oggi i ragazzi del ct Blengini hanno battuto con lo stesso risultato il Giappone: 25-17, 11-25, 25-15, 25-22. Il gruppo azzurro si ritroverà a Pesaro martedì sera per riprendere la preparazione in vista del primo weekend di World League, da venerdì a domenica, con le gare contro Brasile, Polonia e Iran.

Archivio Ultima ora