False fatture: pm, da Ricucci soldi e donne a magistrato

(ANSA) – ROMA, 20 LUG – Per la Procura di Roma è “altamente probabile” che il magistrato Nicola Russo sia “stato indebitamente retribuito da Ricucci” in cambio della rivelazione della decisione della commissione tributaria regionale in favore della società del gruppo Magiste. E’ quanto emerge dall’ordinanza di custodia cautelare in base alla quale la Procura, chiedendo una misura interdittiva per il magistrato (non accolta dal gip), cita anche un incontro in un albergo tra Russo e una donna presentatagli dall’immobiliarista.

Condividi: