A scuola di calcio con il Celtic

Pubblicato il 20 luglio 2016 da redazione

CARACAS – Il calcio è uno sport divertente; le regole di base sono piuttosto semplici, ci sono degli avversari da evitare, c’è spirito di squadra e spesso una sana competitività (che, si badi bene, non dovrebbe mai essere esasperata, cosa che non tutti i genitori o istruttori comprendono appieno); quasi mai ci si annoia durante il gioco o l’allenamento.

Anche l’aspetto della socializzazione non è da sottovalutare; il calcio, in quanto sport di gruppo, insegna a condividere con i propri compagni di squadra molti dei momenti felici legati al gioco e all’allenamento e aiuta a creare delle amicizie che in diversi casi vengono portate avanti anche negli anni.

Questa settimana, a Caracas, si sta svolgendo un campus del Celtic Glasgow, uno dei team piú famosi e blasonati della serie A scozzese, insieme al club venezuelano Shantonella. All’iniziativa, che si sta svolgendo sul campo principale del complesso sportivo La Guacamaya, stanno partecipando circa 200 bambini provenienti da diversi angoli del Venezuela con un sogno nel cassetto: “diventare calciatori”.

Questa é la seconda edizione del campus e partecipano aspiranti calciatori con un’etá compresa tra i 5 ed 20 anni suddivisi in 8 categorie: (Under 20, U18, U16, U14, U12, U10, U8 ed U6).

“Questa é un’attivitá che svolgiamo grazie all’alleanza tra i due club (Shantonella e Celtic, ndr). Iniziative come queste servono a far crescere il calcio venezuelano e inoltre i più bravi potranno svolgere uno stage di una settimana a Glasgow con il settore giovanile della squadra.

A scuola di calcio con il Celtic

A scuola di calcio con il Celtic

Gli allenamenti si stanno svolgendo con la metodología che adotta il Celtic con le sue squadre. – spiega Alí Ribero direttore marketing dello Shantonella, aggiungendo – L’alleanza é nata grazie al fatto che la nostra metodología di allenamento è molto simile a quella della squadra di calcio di Glasgow. E’ nostra intenzione che i ragazzini vivano un’esperienza nuova praticando lo sport che ci unisce: il calcio”.

Dal canto suo Douglas Madera Buscarini, presidente del Shantonella Fútbol Club ci spiega: “Siamo fieri di essere stati inseriti nel programa di alleanze che ha il Celtic a livello mondiale. Noi abbiamo avuto il privilegio di essere stata la prima squadra sudamericana che sia entrata a far parte di questo programma. Siamo emozionati per questa seconda edizione e speriamo che nel futuro ce ne siano altre”.

Tra questi 200 campioncini c’erano anche tre italo-venezuelani, i cuginetti Destro che sono venuti da Barquisimeto per partecipare al campus del Celtic. “Questa é la seconda volta che partecipo. Mi sto divertendo tantissimo e sto imparando tante cose nuove durante gli allenamenti e le partitelle” ci dice Daniel Antonio De Farías Destro.

Suo cugino Adrian Corona Destro ci confessa: “Questa é la mia prima esperienza in un campus a Caracas. Ho imparato tante finte nuove, e quella che mi é piaciuta di piú é la Brown e non vedo l’ora di metterla in pratica in campo”.

Mentre suo fratello Sebastian racconta: “E’ un campus molto interessante, sto perfezionando tante cose su come fare un passaggio perfetto, finte e la definizione sotto porta”. I cuginetti Destro sono tutti attaccanti ed il loro sogno nel cassetto é emulare campioni del calibro di Leo Messi, Gonzalo Higuain e Carlos Tevez.

Per il secondo anno consecutivo, l’allenatore inviato dal Celtic é stato Craig Beveridge che ha parlato degli allenamenti che svolgono i ragazzini in questo stage: “Noi lavoreremo su tutti gli aspetti calcistici che servono per far crescre il bagaglio tattico di questi ragazzini. In Venezuela ci sono diversi giocatori bravi ed é stato dimostrato nella Coppa America dove la vinotinto ha avuto un’ottima performance. Nella nostra squadra ha militato anche un giocatore venezuelano: Miku Fedor. Le caratteristiche dei calciatori venezuelani sono la tecnica e e la velocità”.

Per chi volesse partecipare alla Celtic Soccer Accademy, c’é ancora tempo fino a venerdì e può contattare gli organizzatori tramite la posta elettronica celticfccamp@ unetealclub.com

Fioravante De Simone

Ultima ora

10:31Calcio: l’Inter festeggia i 54 anni di Zhang Jindong

(ANSA) - MILANO, 28 MAR - L'Inter e il vicepresidente Javier Zanetti festeggiano, su Twitter, il proprietario del club nerazzurro, Zhang Jindong. Il numero uno di Suning oggi compie 54 anni. "Buon compleanno chairman", scrive la società sul social. Sul sito, oltre ai messaggi d'auguri, sono state pubblicate le fotografie di Zhang ad Appiano Gentile, insieme con Erick Thohir, il figlio Steven, l'allenatore Stefano Pioli e a tutta la squadra nerazzurra.

10:28Calcio: Barcellona, quattro nomi per il dopo Luis Enrique

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - I dirigenti del Barcellona s'interrogano sul futuro tecnico della squadra, dopo l'annunciato addio di Luis Enrique al termine della stagione. Secondo il Mundo deportivo, la cerchia di candidati alla panchina dei blaugrana si è ristretta a quattro candidati: Ernesto Valverde, Juan Carlos Unzue, Eusebio Sacristan e Ronald Koeman. Nei giorni scorsi, durante una tappa del Giro di Catalogna di ciclismo, Unzue, attuale vice di Luis Enrique, di fatto, aveva avanzato la propria candidatura, ma questo non vuol dire - secondo il giornale spagnolo - che la sua successione a 'Lucho' sia ormai cosa fatta. Anzi. I dirigenti stanno valutando tutti i pro e i contro, in modo da affidare una delle squadre più forti del mondo a mani sicure.

10:26Calcio: ottimismo Neymar, il Barcellona può vincere tutto

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "E' stato qualcosa di unico. Ho vissuto quella partita come fosse una sfida al limite dell'impossibile. E' stata una vittoria che ci ha messo tanta euforia addosso". Così Neymar junior rivive la sfida fra Barcellona e PSG, che ha segnato la Champions 2016/17. Il brasiliano, in un'intervista pubblicata da El mundo deportivo, inoltre, lancia un messaggio trasversale alla Juve, dicendosi ottimista sul finale di stagione. "Penso che possiamo vincere nuovamente tutto, se saremo concentrati e felici", ha affermato Neymar, con chiaro riferimento alla Coppa del Re, alla Liga e soprattutto alla Champions, dove nei quarti affronterà i bianconeri. Neymar, che domenica a Granada può festeggiare il 100/o gol in blaugrana, ha già rinnovato il contratto con il club fino al 2021: "Il mio sogno era di giocare nel Barca, fin da bambino era quello che volevo. Giocare in questa squadra è un sogno che si realizza per me". Riguardo il rinnovo di Messi, Neymar si lascia andare a un "Messi è il Barca e il Barca è Messi".

10:16Truffe: indennità Inps a falsi braccianti, 34 denunce

(ANSA) - CROTONE, 28 MAR - Una frode perpetrata ai danni dell'Inps da un'azienda agricola è stata scoperta dalla Guardia di finanza di Crotone che ha denunciato 34 persone - il titolare dell'impresa, un consulente dell'azienda e 32 lavoratori fantasma - per truffa finalizzata al conseguimento di indebite erogazioni previdenziali ed assistenziali. Le indagini svolte dai finanzieri hanno consentito di accertare che l'azienda non disponeva effettivamente di strutture e terreni, indicati fittiziamente sulle domande di assunzione al solo scopo di giustificare il fabbisogno di manodopera. Il meccanismo fraudolento messo in atto ha permesso ai falsi lavoratori di beneficiare indebitamente di indennità varie come disoccupazione, malattia, maternità erogate dall'Inps per oltre 130.000 euro e della falsa costituzione di contributi utili ai fini pensionistici. A conclusione dell'attività sono stati disconosciuti sia i rapporti di lavoro, sia le connesse prestazioni previdenziali di cui hanno beneficiato i falsi lavoratori. (ANSA).

09:42Berlino:rubata moneta gigante da Guinness,vale 3,7 mln euro

(ANSA) - BERLINO, 28 MAR - Una moneta d'oro da record, del valore di 3,7 milioni di euro, e' stata rubata dal museo Bode di Berlino: e' la 'Big Maple Leaf', una moneta da 100 chili che su un lato ritrae il profilo della regina Elisabetta e sull'altro una foglia d'acero. La 'Big Maple Leaf', che era stata data in prestito al museo da un privato, e' spessa 3 centimetri ed ha un diametro di 53 centimetri, con un valore nominale di un milione di dollari canadesi: tuttavia, visto il suo peso e la purezza del suo oro (999,99/1.000), vale poco più di 3,7 milioni di euro. E proprio in virtù della purezza del suo oro, ha reso noto il museo, la moneta - coniata in quantità limitata dalla Zecca reale canadese nel 2007 - e' entrata nel Guinness dei primati. La moneta era esposta nel museo dal dicembre 2010. La polizia di Berlino ha reso noto che i ladri sono entrati nel museo da una finestra sul retro usando una scala verso le 3:30 di lunedì, hanno rotto la teca blindata che ospitava la moneta e sono fuggiti prima dell'arrivo della polizia.

09:41Sgominata banda, progettava furto salma Enzo Ferrari

(ANSA) - NUORO, 28 MAR - I carabinieri del Comando provinciale di Nuoro hanno sgominato una banda criminale dedita al traffico di droga e armi fra la Sardegna ed il nord Italia (Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Toscana). Gli inquirenti hanno accertato che la banda progettava anche il furto a scopo di estorsione della salma del costruttore automobilistico Enzo Ferrari. E' in corso l'esecuzione di 34 ordini di custodia cautelare assieme a numerose perquisizioni disposte dal gip di Cagliari su richiesta della Direzione distrettuale antimafia. All'opera 300 militari supportati da unità cinofile, elicotteri, uomini del Reggimento paracadutisti Tuscania e dello Squadrone eliportato Cacciatori di Sardegna. L'associazione a delinquere sarebbe radicata ad Orgosolo (Nuoro) ed avrebbe compiuto reati anche nel nord Italia. Il sodalizio era dedito anche a reati contro il patrimonio. (ANSA).

08:16Sudafrica: morto Ahmed Kathrada, uno dei padri antiapartheid

(ANSA) - JOHANNESBURG, 28 MAR - E' morto questa mattina a Johannesburg Ahmed Kathrada, uno dei padri della lotta antiapartheid in Sudafrica e compagno di prigione di Nelson Mandela: Kathrada aveva 87 anni, 26 dei quali trascorsi in carcere, molti insieme a Mandela. La sua fondazione ha annunciato che il 'grande vecchio' del partito di Zuma, detto anche Kathy, e' morto dopo essere stato ricoverato in ospedale per un'embolia cerebrale all'inizio di questo mese. Nato il 21 agosto del 1929 nel nordovest del Sudafrica, Kathrada e' stato impegnato contro l'apartheid fin da giovane. Arrestato nel luglio del 1963 alla periferia di Johannesburg, fu condannato all'ergastolo l'anno successivo.

Archivio Ultima ora