Scontro sulla liberalizzazione della Cannabis, il 25 in Aula

Pubblicato il 21 luglio 2016 da ansa

Scontro su liberalizzazione Cannabis, il 25 in Aula

Scontro su liberalizzazione Cannabis, il 25 in Aula

ROMA. – Inizia in un clima di scontro totale, che ricorda quello delle unioni civili, l’esame alla Camera della legge che depenalizza la cannabis: davanti ai 1.700 emendamenti, in gran parte di Ap, le commissioni competenti hanno deciso di portare il testo in Aula, dove l’esame inizierà lunedì prossimo 25 luglio, ma con la certezza che si entrerà nel vivo solo a settembre.

Il tutto mentre Roberto Saviano ha polemizzato con Ap che a sua volta ha replicato allo scrittore. Le commissioni Giustizia e affari sociali della Camera dovevano iniziare a votare oggi gli emendamenti al ddl che depenalizza la cannabis, inserito nel calendario dell’aula per il 25 luglio nella quota spettante all’opposizione, e più precisamente a Sinistra Italiana.

Ma le commissioni si sono trovate davanti 1.700 emendamenti, di cui 1.300 di Ap. Proprio la mossa degli “alfaniani” è stata criticata su Twitter da Saviano che l’ha definita “un’azione irresponsabile e da incompetenti”.

I due epiteti sono stati respinti al mittente da Maurizio Lupi, capogruppo di Ap, che ha ricordato all’autore di “Gomorra” come anche il procuratore Gratteri sia contrario alla legalizzazione. “Per me Gratteri sbaglia – è intervenuto il sottosegretario agli Esteri Benedetto della Vedova – ma almeno è coerente: vuole proibire anche alcool e tabacco. Anche tu?”.

Comunque sia, quando le Commissioni si sono riunite per esaminare gli emendamenti, la relatrice della Affari sociali, Margherita Miotto (Pd), ha chiesto tempo per esaminare le proposte, in questo appoggiata dal suo partito. Sinistra Italiana, che ha in Daniele Farina il relatore della commissione GIustizia, ha insistito a rispettare la data del 25 luglio e a non rinviare l’approdo in Aula.

Le commissioni hanno quindi convenuto di rispettare la volontà di SI e gli emendamenti non sono stati nemmeno letti. Il passaggio in Commissione serve a trovare le intese sul piano politico e dei contenuti: portare un testo in Aula senza questo esame significa esporre il testo a forti rischi.

Infatti tutti hanno convenuto che si entrerà nel vivo a settembre. Anche perché i 1.700 emendamenti (“ma anche 2.000” teme la presidente della Commissione Giustizia, Donatella Ferranti) saranno ripresentati in Aula, dove è difficile trovare intese tra 630 deputati, cosa possibile in una Commissione ristretta.

Farina ha spiegato che SI ha insistito di andare in Aula perché temeva che il ddl fosse “affossato”. Ncd ha alzato il tiro anche sul piano politico: Valentina Castaldini, portavoce di Ncd, ha detto che si tratta di “una battaglia di civilta’ e, soprattutto, una battaglia culturale”.

Paola Binetti ha addirittura evocato il governo, nonostante il ddl sia di iniziativa parlamentare: “Dopo la fiducia di oggi (sul dl Enti locali ndr) ci si puo’ fidare di un governo che apre alla legalizzazione della Cannabis?”. Come a dire che almeno una parte di Ap è indisponibile anche se venisse posta la fiducia, come accadde per le unioni civili.

(Giovanni Innamorati/ANSA)

Ultima ora

09:43Calcio:Mondiali 2018, Cile-Venezuela 3-1, Sanchez record gol

(ANSA) - ROMA, 29 MAR - Allo stadio Monumental di Santiago il Cile ha battuto per 3-1 il Venezuela in una partita del girone sudamericano di qualificazione ai Mondiali del 2018. Alexis Sanchez ha aperto le marcature al 4'. Grazie alla rete l'attaccante dell'Arsenal, ex Udinese, ha raggiunto Marcelo Salas a 37 gol come maggior cannoniere di sempre della 'Roja'. Sanchez avrebbe anche potuto scavalcare Salas se il portiere del Venezuela Farinez non gli avesse respinto un rigore al 75'. Sanchez ha comunque poi propiziato anche gli altri due gol del Cile, entrambi segnati da Esteban Paredes al 7' e al 23'. Per il Venezuela ha accorciato le distanze Rondon al 63'.

09:38Mondiali 2018: squalifica Messi, interviene anche Macri

(ANSA) - BUENOS AIRES, 29 MAR - Sulla pesante squalifica di Lio Messi da parte della Fifa si muove anche il presidente argentino Mauricio Macri, che ha definito ''esagerata'' la misura. ''Avergli dato il massimo, tra una e quattro gare... un'esagerazione, speriamo si possa appellare e ridurre questa condanna. E' terribile'', ha commentato il presidente dall'Olanda, dove si trova in visita.

09:38Morti marito e moglie, forse omicidio-suicidio

(ANSA) - NAPOLI, 29 MAR - Un probabile caso di omicidio-suicidio è avvenuto a Santa Maria Capua Vetere (Caserta), in via Della Valle, dove i carabinieri nella notte sono intervenuti rinvenendo sul selciato il corpo senza vita dell'80enne Gennaro Merola: si sarebbe lanciato dal balcone dell'abitazione al primo piano in cui risiedeva. In casa, é stato invece trovato nel letto, il cadavere della moglie, Gerarda Di Pietro di 77 anni. La donna aveva evidenti lesioni al volto causate da un probabile corpo contundente.

09:36Calcio: Mondiali 2018, Ecuador-Colombia 0-2, in gol Cuadrado

(ANSA) - ROMA, 29 MAR - La Colombia ha battuto l'Ecuador a Quito per 2-0 in una partita del girone sudamericano di qualificazione ai Mondiali del 2018. Le reti sono state segnate dal madridista James Rodriguez al 19' e dallo juventino Juan Cuadrado al 33'. I 'cafeteros' sono così tornati a vincere a Quito, a 2.850 metri di altitudine, dopo oltre 20 anni. L'ultimo successo risaliva infatti all'ottobre 1996 nelle qualificazioni ai Mondiali di Francia 1998 e la nazionale dell'allora ct Francisco 'Pacho' Maturana si era imposta per 1-0 grazie ad un gol di Faustino Asprilla, che vestiva la maglia del Parma.

05:58Trump: Melania padrona di casa a cena con senatori

WASHINGTON - Rara apparizione della first lady Melania Trump in una occasione ufficiale alla Casa Bianca ospitando da padrona di casa una cena con i senatori, sia repubblicani sia democratici. ''E' stato un grande piacere aprire le porte della Casa Bianca agli stImati membri del Senato degli Stati Uniti, insieme con consorti e ospiti'', ha detto intervenendo in apertura dell'evento.

05:54Trump: Clinton rompe silenzio,”su sanita’ vittoria di tutti”

WASHINGTON - ''Una vittoria per tutti gli americani''. Cosi' la ex candidata presidenziale Hillary Clinton ha descritto la mancata approvazione della legge sulla Sanita' dopo che i repubblicani non hanno trovato il consenso e quindi i voti necessari al Congresso provocando cosi' il fallimento della proposta appoggiata dalla Casa Bianca, e si tratta del commento 'piu' politico' che la ex segretario di Stato si e' concessa fino ad ora dopo la sconfitta di novembre con l'elezione di Donald Trump presidente.

05:49Trump a senatori a Casa Bianca, ‘spero in lavoro bipartisan’

WASHINGTON - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump riceve i senatori per una cena alla Casa Bianca e sembra lanciare un appello per un ''lavoro bipartisan'', su diversi temi, a partire dalla legge sulla Sanita'. ''So che troveremo presto un accordo sulla Sanita''', ha detto. ''Faremo un ottimo lavoro e speriamo comincera' ad essere anche bipartisan visto che vogliamo tutti la stessa cosa''.

Archivio Ultima ora