Grasso: “Il referendum non è il giudizio universale”

Pubblicato il 21 luglio 2016 da ansa

Il presidente del Senato Pietro Grasso in occasione della tradizionale cerimonia del ''Ventaglio'', Roma, 21 luglio 2016. ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Il presidente del Senato Pietro Grasso in occasione della tradizionale cerimonia del ”Ventaglio”, Roma, 21 luglio 2016.
ANSA/ALESSANDRO DI MEO

ROMA – Il referendum costituzionale previsto per ottobre dovrebbe svolgersi in un clima di serenità e con un serio confronto sul merito. La rappresentazione che se ne sta dando di una sorta di “giudizio universale” è del tutto “inopportuna, irrealistica e fuorviante”.

E’ questo uno dei passaggi chiave del discorso fatto dal presidente del Senato Pietro Grasso in occasione della tradizionale “Cerimonia del ventaglio” con la stampa parlamentare. Un intervento in cui parla non solo di referendum, ma anche dell’accelerazione che si dovrebbe dare a progetti di legge importanti come quello sull’editoria o sulla prescrizione; di Turchia e di migranti. Tema quest’ultimo che, secondo Grasso, non dovrebbe mai essere accostato a quello del terrorismo.

Il presidente del Senato dichiara di veder confermati i suoi timori circa una “forte polarizzazione intorno al referendum, che rischia” di essere celebrato in “un clima troppo conflittuale ed emotivo”. E fa l’esempio di quanto successo in Gran Bretagna con la Brexit per appellarsi alle forze politiche affinché non “spaventino gli elettori prefigurando conseguenze catastrofiche” che poi non darebbero gli “effetti sperati”.

Dopo aver augurato che comunque i mesi a venire diventino “un formidabile banco di prova per valutare lo stato di salute della cultura politica italiana”, Grasso sottolinea come ancora non si conosca la data del voto e chiede che i mezzi di comunicazione garantiscano “spazio adeguato ed equilibrato a tutte le ragioni di merito in ugual misura”.

Ma Grasso pensa anche al post urne quando insiste nel dire che leggi come quella per eleggere i nuovi senatori dovrebbero essere fatte il giorno dopo e quando spera che si riformino subito i regolamenti parlamentari e si chiarisca quale sarà la nuova connotazione dei gruppi senatoriali: se divisi per aree territoriali o per partiti di provenienza.

Quindi, punta il dito contro il ritardo con cui vengono affrontati certi provvedimenti cardine come quello della riforma della prescrizione (già invocata nella cerimonia del ventaglio dell’anno scorso…) che si augura approdi in Aula entro l’estate, anche perché il ddl contiene tante altre “soluzioni utili per velocizzare i tempi della giustizia”.

E sollecita l’ approvazione di testi come quelli su editoria, intercettazioni, concorrenza e quello contro il carcere per i giornalisti. Dopo aver sottolineato come sia sbagliato accostare il tema “terrorismo” a quello delle migrazioni, Grasso rivolge un altro invito a media e forze politiche: affinché non si strumentalizzi “irresponsabilmente” la paura dei cittadini. Anche perché, per quanto ci si possa preparare ad affrontare attacchi di ogni genere, c’è una componente di “imprevedibilità” difficile da arginare.

Quindi, tra i primi vertici delle istituzioni italiane a farlo, prende posizione contro le “massicce epurazioni” in atto in Turchia per le quali esprime “profonda preoccupazione” e afferma con forza che le “regole dello stato di diritto non sono derogabili” nemmeno in presenza dei reati più gravi, così come “non sono ammissibili trattamenti degradanti e disumani”.

E, a proposito di trattamenti disumani, Grasso, nel suo intervento, non parla di tortura. Ma dopo, interpellato dai cronisti sullo stop dei giorni scorsi all’esame del ddl che punta ad introdurre in Italia il reato, allarga le braccia e ammette:

– Che altro si doveva fare? Del resto se manca l’accordo politico…. Molti infatti – incalza – se la prendono con il bicameralismo quando invece a rallentare i lavori è spesso la mancanza di un accordo politico…
Grasso infine rivendica un successo del Senato: il risparmio in questa legislatura di 152 milioni di euro.

(Anna Laura Bussa/ANSA)

Ultima ora

01:51Cnn, Pyongyang ‘diplomazia con Usa? Prima i missili’

(ANSA) - NEW YORK, 17 OTT - La Corea del Nord non è al momento interessata alla diplomazia con gli Stati Uniti: prima vuole centrare l'obiettivo di un missile intercontinentale in grado di raggiungere la costa orientale degli Usa. Lo riporta la Cnn citando alcune fonti di Pyongyang. "Prima di impegnarci in sforzi diplomatici con l'amministrazione Trump vogliamo inviare un chiaro messaggio sul fatto che abbiamo le capacità di rispondere a qualsiasi aggressione americana" dicono le fonti alla Cnn.

00:02Brexit: Juncker-May, serve accelerazione negoziati

(ANSA) - BRUXELLES, 16 OTT - Per il presidente della Commissione Jean Claude Juncker e per la premier Theresa May i negoziati "si devono accelerare nei mesi a venire". Lo fanno sapere in un comunicato congiunto al termine della cena che si è svolta "in un'atmosfera costruttiva e amichevole".

23:26Calcio: Verona batte Benevento 1-0

(ANSA) - VERONA, 16 OTT - Il Verona ha battuto il Benevento 1-0 nell'ultimo incontro dell'ottava giornata della serie A. Autore del gol partita Romulo nella ripresa. Il primo successo in campionato porta i gialloblù a 6 punti consentendogli di scavalcare in un sol colpo Genoa, Spal e Sassuolo. Il Benevento, che ha giocato in 10 dal 38' del primo tempo per l'espulsione di Antei (rosso diretto), resta a zero punti.

23:24Catalogna, arrestati due leader indipendentisti

(ANSA) - MADRID, 16 OTT - Un giudice spagnolo ha ordinato l'arresto dei presidenti delle due grandi organizzazioni indipendentiste della società civile catalana Anc e Omnium, Jordi Sanchez e Jordi Cuixart, accusati di "sedizione" per le manifestazioni pacifiche di Barcellona il 20 e il 21 settembre, riferisce Tv3. "La Spagna incarcera i leader della società civile della Catalogna per avere organizzato manifestazioni pacifiche. Purtroppo ci sono di nuovo prigionieri politici": così il presidente catalano Carles Puigdemont ha reagito su twitter all'arresto. Il vicepresidente della Anc Agustì Alcoberro ha condannato l'arresto e ha definito i due "ostaggi politici nelle mani del governo spagnolo". Alcoberro ha lanciato un appello alla mobilitazione del popolo della Catalogna.

21:03Gb: Kate balla con orso Paddington per evento beneficenza

(ANSA) - LONDRA, 16 OTT - Kate Middleton si è lanciata in un ballo improvvisato con tanto di piroette insieme al noto orso Paddington partecipando a un evento di beneficenza legato al secondo film sul celebre personaggio amato dai bambini. Con William ed Harry e il cast del film 'Paddington 2' ha festeggiato proprio nella stazione di Paddington, a Londra, che ha dato il nome al celebre 'bear' creato dallo scrittore Michael Bond. La duchessa di Cambridge sta meglio dopo le nausee che l'avevano colpita per la sua terza maternità anche se continua a soffrirne, secondo quanto ha affermato una portavoce di Kensington Palace. Come hanno notato i tabloid del Regno, Kate indossava un abito rosa dal quale inizia ad emergere una piccola pancia, segno della sua gravidanza.

20:50Champions: Sarri,’Calendario? In Lega sono inadatti’

(ANSA) - ROMA, 16 OTT - "Qualcuno in Lega ha sbagliato i criteri di formulazione dei calendari. È impossibile giocare sabato contro la Roma, a Manchester con il City tre giorni dopo e poi fra tre giorni contro l'Inter. Evidentemente, in questo momento in Lega sono inadatti a fare certe cose": così Maurizio Sarri alla vigilia del match di Champions con il City. "A dicembre - aggiunge - giocheremo l'ultima gara del girone col Feyenoord pochi giorni dopo Napoli-Juventus: per noi che dovremmo rappresentare l'Italia in Europa non è una bella cosa".

20:30Iraq: media, ‘Peshmerga decapitati a Kirkuk’

(ANSA) - ROMA, 16 OTT - Alcuni Peshmerga "sono stati decapitati" da elementi delle milizie filo-Iran a Kirkuk. Lo scrive la tv del Kurdistan Rudaw, citando un proprio reporter sul posto. I militari fedeli al governo di Erbil decapitati sarebbero "almeno 10".

Archivio Ultima ora