A Chef per una sera è di scena il Venezuela con “el pabellón criollo”

Pubblicato il 22 luglio 2016 da redazione

Sandra Gatti, nata a Maracaibo, cresciuta a Caracas e titolare, ora in Italia, della scuola di ballo Salsavor

Sandra Gatti, nata a Maracaibo, cresciuta a Caracas e titolare, ora in Italia, della scuola di ballo Salsavor

CARACAS. – Il nuovo Format firmato Cocalo’s Club, vede protagonista, nella sua seconda serata, “el pabellon criollo”, un piatto unico tipico venezuelano, riconosciuto come il piatto nazionale per eccellenza, di cui però saranno svelati gli ingredienti ai commensali italiani durante la serata.

A proporcelo è la bella Sandra Gatti, nata a Maracaibo, cresciuta a Caracas e titolare, ora in Italia, della scuola di ballo Salsavor, insieme al maestro Nikpali Francesco.

Come membro della squadra, addetta alla presentazione degli Chef per una sera, sono stata a trovare Sandra e le ho chiesto notizie relative alla sua vita “venezolana”. Mi vanto di conoscerla bene perchè ci frequentiamo da qualche anno, sono un’allieva della sua scuola di ballo ed abbiamo partecipato insieme a numerosi eventi, sia in ambito culinario che “ballerino”, ma la parte della sua adolescenza vissuta in America Latina era per me ancora un mistero.

Con lei c’era la sua mamma, la signora Clodolinda o più semplicemente Tilde, che ha soddisfatto alcune mie curiosità.

Signora Tilde, mi racconta la storia di Sandra?

Sandra ha una storia piuttosto variopinta che sicuramente è stata determinante nella maturazione delle sue passioni.

I suoi genitori, che ancora non si conoscevano, si trasferirono in Venezuela negli anni ’50, ognuno con la rispettiva famiglia. La signora Tilde racconta di aver compiuto 20 anni sulla nave che la conduceva alla sua nuova vita.

Negli stessi anni in cui molti nostri connazionali decidevano di lasciare l’Italia per trasferirsi in un paese sconosciuto che però offriva molte probabilità di lavoro e vita dignitosa rispetto alla nostra nazione, la signora Tilde, insieme a sua madre e sua sorella, raggiungeva i suoi cari che le avevano precedute.

L’infanzia di Sandra ha come cornice la grande Caracas, il ballo in strada, una mamma dalle mani d’oro che confezionava vestiti e insieme alla nonna preparava in casa i pasti della famiglia. Da fanciullina curiosa qual era, lei osservava e riproduceva, tanto che all’età di tre anni, come racconta la signora Tilde, per imitare la sua mamma e sua nonna, rovesciò un chilo di farina sul tavolo iniziando ad impastare.

Se, come dice, in Venezuela si stava bene, perché avete deciso di tornare?

Il rientro non è stato facilissimo. E’ stato come rivivere la prima ormai lontana migrazione. Più volte Sandra ha pensato di tornare nella Venezuela dove era nata e cresciuta, esattamente come il suo papà aveva desiderato tornare nel suo paese natìo ma la vita da migrante comporta importanti rinunce, soprattutto affettive e la decisione finale è stata quella di rimanere e costruire in Italia il proprio futuro.

La sua professione di insegnante di scuola di ballo nasce sulla pista. Insieme ad alcuni suoi amici venezuelani, anch’essi rientrati in Italia, organizzava spesso feste. Già bravissima a ballare perché nata e cresciuta con la musica latino americana.

chef per una sera

Perché protagonista a Chef per una sera?

La cucina è un’arte. Che sia per professione o per passione, le doti fondamentali di chi ama pasticciare sono fantasia e creatività e, generalmente, chi possiede queste due doti non le dedica ad una sola attività. Come la nostra prima Chef Tania, titolare insieme al fratello Maurizio di “Sartarelli Parrucchierie”, crea fantastiche acconciature nel suo salone, così la nostra seconda Chef, Sandra Gatti, titolare insieme a Nikpali Francesco della “Scuola di ballo Salsavor” usa la sua fantasia per ideare coreografie nelle quali si esibiranno i suoi allievi.

Entrambe hanno proposto un piatto molto particolare, delizia per gli occhi e per il palato. Della prima serata conosciamo il successo, della seconda ne siamo ugualmente certi perché, oltretutto, a condurre la serata, come nel primo evento, sarà il nostro bravissimo e coinvolgente direttore artistico Luca Sestili

Maria Grazia Cichetti, Blogger

http://blog.giallozafferano.it/marygraceincucina/
http://diariodiunastrega.altervista.org/

Ultima ora

01:51Rigopiano:da hotel solo morti,altri 3.Bilancio sale a 9

(ANSA) - PENNE (PESCARA), 24 GEN - Continuano senza sosta le ricerche di superstiti tra le macerie dell'hotel Rigopiano a Farindola che ieri in tarda serata ha restituito 4 cadaveri: uno é della vittima individuata ieri, due sono un uomo e una donna ancora da identificare e l'ultimo é quello di Linda Salzetta, l'estetista del Rigopiano e sorella di Fabio, il tuttofare dell'hotel. Ormai i morti sono nove. E i dispersi sono ancora 20.

23:29Calcio: Coppa Africa, Senegal e Tunisia ai quarti

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Senegal e Tunisia promosse ai quarti della Coppa d'Africa, Zimbabwe e Algeria a casa. Così hanno deciso gli incontri del terzo ed ultimo turno del gruppo B del torneo in corso in Gabon. Il Senegal ha pareggiato 2-2 con l'Algeria ed ha vinto il gruppo. Nei quarti affronterà il Camerun. Spettacolare 2-4 tra Zimbabwe e Tunisia. Quest'ultima, come seconda, incrocerà il Burkina Faso.

22:27Calcio: Niang-Ocampos, idea scambio prestiti fra Milan-Genoa

(ANSA) - MILANO, 23 GEN - M'Baye Niang al Genoa e Lucas Ocampos al Milan. I due club starebbero lavorando sull'ipotesi di scambiarsi questi giocatori in prestito fino al termine della stagione, e secondo quanto filtra, l'epilogo della vicenda dipende soprattutto dalla volontà dell'attaccante francese, che ha già giocato al Genoa in prestito per sei mesi due stagioni fa, trovando spazio e gol che al Milan gli mancavano. La soluzione è tornata di attualità ora che l'attaccante francese sta vivendo un momento opaco e in rossonero rischia di trovare meno spazio per l'arrivo di Gerard Deulofeu. L'ad del Milan Adriano Galliani nel tardo pomeriggio ha annullato la sua partecipazione alla presentazione del libro di Ruud Gullit perché, secondo quanto filtrato, impegnato in un'operazione di mercato. E l'affare in questione sarebbe proprio lo scambio con il Genoa del suo amico Enrico Preziosi.

22:24Calcio: Rugani, pronti alla rivincita contro il Milan

(ANSA) - TORINO, 23 GEN - "Il passo falso di Firenze ci ha fatto bene, lo abbiamo dimostrato con la Lazio. E ora siamo pronti alla rivincita contro il Milan: le due sconfitte con i rossoneri, in campionato e in Supercoppa, ci hanno lasciato l'amaro in bocca, vogliamo assolutamente vincere". Così Daniele Rugani, che contro i rossoneri dovrebbe giocare dall'inizio, a Jtv, il canale tv bianconero. "Entriamo - ha detto il difensore bianconero - nella fase cruciale della stagione, dobbiamo dimostrare di essere solidi, per continuare a crescere e migliorare. Roma e Napoli sono pericolose, specie i giallorossi che hanno trovato una grande solidità difensiva". "Sappiamo - ha aggiunto Rugani - di dovere crescere, anche tecnicamente, per arrivare in fondo alla Champions: il segreto sta nel mettersi sempre in discussione ed essere a disposizione, poi i risultati arrivano".

22:10Province: Sardegna si ribella a taglio nazionale su risorse

(ANSA) - CAGLIARI, 23 GEN - Il Consiglio nazionale dell'Anci ha già detto che non darà l'intesa al decreto del presidente del Consiglio che taglia circa 60 milioni alle Province sarde e alla Città metropolitana di Cagliari e ora la Regione si prepara alla battaglia arrivando anche a proporre un ricorso se il Dpcm dovesse essere adottato. E' quanto emerso al termine della riunione di questa sera tra l'assessore degli Enti locali Cristiano Erriu, quello della Programmazione, Raffaele Paci, il presidente del Cal Sardegna, Andrea Soddu, il presidente regionale dell'Anci, Pier Sandro Scano, e il sindaco metropolitano di Cagliari, Massimo Zedda. E' stato proprio Zedda, che siede nel Consiglio nazionale dell'Anci, a annunciare la decisione dell'associazione che non dovrebbe dare l'intesa al decreto nella conferenza unificata Stato-Regioni in programma giovedì. "Ci opporremo in tutte le sedi - ha spiegato Erriu - viene a mancare un'importante somma che non permette agli enti locali sardi di espletare le proprie funzioni".

22:09Formazione: deputato Genovese condannato a 11 anni

(ANSA) - MESSINA, 23 GEN - Francantonio Genovese, ex parlamentare del Pd poi passato a Forza Italia, è stato condannato a 11 anni dal tribunale di Messina al processo - che vede altri 22 imputati - scaturito dall'operazione 'Corsi d'oro' sull'uso illecito di finanziamenti erogati dalla Regione siciliana a enti della formazione professionale. Il cognato di Genovese, Franco Rinaldi, ex deputato regionale del Pd e ora di FI, ha avuto una condanna a due anni e mezzo. Tra gli altri condannati anche le sorelle Schirò: Chiara, moglie di Genovese, ha avuto 3 anni e 3 mesi; Elena, moglie di Rinaldi, 6 anni e 3 mesi. Condannato anche l'ex consigliere comunale di Messina Elio Sauta: 6 anni e 6 mesi.

22:00Trump: Marchionne a Casa Bianca, con a.d. Ford e Gm

(ANSA) - WASHINGTON, 23 GEN - Il presidente Donald Trump riceverà domani alla Casa Bianca gli amministratori delegati di Fca, Ford e General Motors. Lo afferma il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer. Sergio Marchionne, Mark Fields e Mary Barra avranno una colazione con il presidente.

Archivio Ultima ora