Rio: Bach, Russia? Decisione forse non piace ma è presa

(ANSA) – ROMA, 24 LUG – “Questa decisione potrà non piacere a tutti ma ormai è stata presa”. Così il presidente del Cio Thomas Bach difende quanto stabilito oggi dal Cio, che ha deciso di non vietare la partecipazione a Rio 2016 a tutti gli atleti della Russia, nonostante quanto emerso nel rapporto McLaren della Wada sul cosiddetto ‘doping di Stato’. “Un atleta non deve soffrire o essere sanzionato – ha detto ancora Bach – per un sistema di cui non faceva parte. Noi non ci siamo regolati in base a ciò che ci si aspettava ma col desiderio di fare giustizia a favore degli atleti puliti”.

Condividi: