Oltre cento dipendenti cacciati dalla Turkish Airlines

(ANSAmed) – ISTANBUL, 25 LUG – La compagnia di bandiera turca Turkish Airlines ha cacciato oltre 100 dipendenti, tra cui membri della direzione e personale di cabina, per presunti legami con la rete di Fethullah Gulen, accusato da Ankara del fallito golpe. Lo riporta il quotidiano filo-governativo Sabah. Almeno altre 198 persone sono state allontanate con le stesse accuse dalla compagnia di telecomunicazioni Turk Telekom, partecipata dallo Stato al 30%. Alcuni di questi sono anche indagati. Al ministero degli Esteri turco “ci saranno dei licenziamenti, compresi alcuni al livello di ambasciatore”, anche se non si tratta di personale attualmente in missione. Nella ‘lista nera’ ci sarebbero, tra gli altri, un ex capo del personale e un consigliere dell’ex premier Ahmet Davutoglu, ai tempi in cui questi era ministro degli Esteri.