Orrore in Francia, sgozzato un parroco

Forze dell'ordine all'esterno della chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvrau, vicino Rouen, dove un ostaggio è stato ucciso, in un fermo immagine tratto da Sky. ANSA/
Forze dell'ordine all'esterno della chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvrau, vicino Rouen, dove un ostaggio è stato ucciso, in un fermo immagine tratto da Sky. ANSA/
Forze dell’ordine all’esterno della chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvrau, vicino Rouen, dove un ostaggio è stato ucciso, in un fermo immagine tratto da Sky. ANSA/

ROUEN – Di nuovo orrore in Francia. A Rouen due uomini armati di coltelli hanno fatto irruzione in una chiesa di Saint-Etienne-du Rouvray ed hanno ucciso il parroco, padre Jacques Hamel di 86 anni. Lo hanno sgozzato dopo averlo preso in ostaggio.

Assieme al parroco, i due uomini hanno preso in ostaggio anche due suore e due fedeli, uno di questi sarebbe stato colpito alla gola ed è in gravissime condizioni. Un’altra suora che è riuscita a scappare ha dato l’allarme.

Sebbene in un primo momento si sia parlato di due persone con problemi mentali, col passare delle ore si sta facendo sempre più concreta l’ipotesi di un attentato di matrice islamica. Stando a le Point, sono entrati in chiesa gridando ‘Daesh’, l’acronimo arabo per indicare l’Isis.

Una tv francese sostiene che “uno dei due assalitori era schedato con la lettera S”, quella che indica gli individui potenzialmente radicalizzati a rischio di passare all’azione.

Dopo l’assalto in chiesa e la morte del parroco, a Saint-Etienne-du-Rouvray è atteso il presidente, Francois Hollande e il ministro dell’Interno, Bernard Cazeneuve. Hollande è nato a Rouen, a poco meno di una decina di chilometri dal luogo in cui è avvenuto l’orrore.