Migranti: dal 1 settembre accolti al campo base Expo

Pubblicato il 26 luglio 2016 da ansa

Migranti: dal 1 settembre accolti al campo base Expo

Migranti: dal 1 settembre accolti al campo base Expo

MILANO – Dal primo settembre il campo base di Expo verrà utilizzato come struttura di accoglienza dei migranti in arrivo a Milano. Saranno 150 quelli ospitati nella struttura, a circa due km da Expo dove nei mesi del cantiere per il sito c’erano gli alloggi degli operai, con l’obiettivo di decongestionare le strutture della città ormai al completo.

– Dal primo settembre metteremo una prima quota di migranti nel campo base e stiamo trovando altre soluzioni, come quella delle caserme dismesse, per decongestionare le strutture che sono in una situazione difficile – ha annunciato il sindaco Giuseppe Sala dopo un vertice in prefettura con il capo dipartimento Immigrazione del Ministero dell’Interno, Mario Morcone, e il prefetto Alessandro Marangoni.

All’ipotesi si è sempre detto contrario il presidente della Lombardia Roberto Maroni, che anche oggi ha parlato di uno “scempio” promettendo che la Regione farà tutto quanto è in suo potere per evitarlo. Non senza una nota polemica perché all’incontro non è stata invitata.

– Se ne faccia una ragione perché noi ce li metteremo – ha commentato il sindaco ricordando che Milano ora sta ospitando 3.150 profughi – Oppure deve avere la capacita di fare sì che si riequilibri questa differenza fra Milano e la altre città.

Il prefetto di Milano, Marangoni, ha confermato che l’obiettivo è aprire le porte del campo base ai primi di settembre:

– Stiamo completando e verificando la fattibilità.

Un gestore del Terzo settore è già stato individuato con una gara ad evidenza pubblica. Contrario alla soluzione del campo base è Pietro Romano (Pd), il sindaco di Rho dove si trova il campo base: da un lato perché considera sbagliato concentrare centinaia di persone nello stesso posto e dall’altra perché gli accordi, secondo il sindaco, sono che la struttura venga smantellata per creare un’area verde “ceduta gratuitamente al Comune di Rho a titolo di compensazione ambientale”.

Nel corso del vertice si è parlato anche della possibilità di coinvolgere i migranti in progetti di avviamento al lavoro, o di farli lavorare su base volontaria per la manutenzione di giardini e contro il degrado urbano. Un progetto a cui Milano (che ha chiesto uno stop agli arrivi programmati) lavorerà nelle prossime settimane con il Viminale. Morcone ha fatto appello ai sindaci, per una “condivisione quanto più vasta, indipendentemente dalla posizione politica di ciascuno”.

Gli arrivi, ha ricordato, sono distribuiti in tutte le regioni secondo parametri che sono stati condivisi in Conferenza unificata il 10 luglio 2014.

– Qualcuno sostiene che in quel momento era distratto, o che guardava la luna o le stelle ma quella decisione c’è stata – ha ricordato – c’erano tutti, ribadisco tutti.

Per questo “ci aspettiamo che gli altri Comuni nelle altre province della Lombardia sostengano Milano”.

(Michela Nana/ANSA)

Ultima ora

18:38Basket: Payton, sono il miglior difensore di sempre

(ANSA) - MILANO, 20 SET - Gary Payton si autodefinisce il miglior difensore della storia della pallacanestro". Per lui, 'il guanto' come era soprannominato per la sua capacità di appiccicarsi all'avversario, parlano i numeri: 9 volte consecutive nel miglior quintetto difensivo della Nba (dal 1994 al 2002). "Era una lega diversa da quella di oggi - spiega come ospite d'onore alla mostra digitale 'Nba Overtime' che si tiene al Samsung District fino al 1/o ottobre - ma ugualmente competitiva.Nella mia carriera ho avuto l'onore di poter marcare gente come Michael Jordan, Kobe Bryant e Lebron James". Chi era il più difficile da contenere? "Per me nessuno di loro - risponde sorridendo - ma lo dico per una ragione. Sono giocatori che stavano in campo tanti minuti e prendevano quindi delle pause". Payton si dice un grande estimatore dei due italiani in Nba, Gallinari e Belinelli: "Peccato per il pugno di Gallinari che gli ha fatto perdere l'Europeo. Da agonista lo capisco ma ha sbagliato e ne paga ora le conseguenze".

18:36Mamma Noemi ai giovani, non odiate, porta solo violenza

(ANSA) - ROMA, 20 SET - "Non voglio odio, non odiate, perché l'odio porta solo violenza": questo l'appello che la mamma di Noemi Durini, Imma, ha rivolto ai giovani parlando dall'altare a conclusione della cerimonia funebre per la figlia uccisa dal suo fidanzato il 3 settembre. "Vi chiedo - ha aggiunto - se avete problemi, venite a casa di Noemi e parlate, la porta sarà sempre aperta per ascoltarvi". La bara bianca con la salma della sedicenne oggi è arrivata nella chiesa di Santa Maria Vergine, a Specchia (Lecce), per la cerimonia funebre. Due ali di folla l'hanno accolta al suo arrivo, rivolgendole un lungo applauso commosso. Intanto nella cittadina basso salentina è partita una raccolta fondi per creare un centro antiviolenza e di aiuto per le persone con disagi.

18:28Pugilato: morto Jack LaMotta, ‘Toro Scatenato’

(ANSA) - NEW YORK, 20 SET - E' morto Jack La Motta, ex campione del mondo dei pesi medi denominato 'Toro Scatenato' che ispirò il film interpretato da Robert de Niro. Lo riporta il sito di gossip di Hollywood Tmz, citando sua moglie La Motta aveva 96 anni e sarebbe morto per complicazioni legate a una polmonite.

18:21Iran: Rohani, ‘non tollereremo alcuna minaccia’

(ANSA) - NEW YORK, 20 SET - "Quella della moderazione e' la strada scelta e intrapresa dall'Iran. Noi non minacciamo nessuno, ma allo stesso tempo non tolleriamo e non tollereremo alcuna minaccia nei nostri confronti": lo ha detto il presidente iraniano Hassan Rohani parlando all'Assemblea generale dell'Onu. "L'Iran non sarà il primo a violare l'accordo sul nucleare, ma risponderemo in maniera decisa e risoluta a qualsiasi violazione", ha aggiunto sottolineando che se gli Usa dovessero uscire dall'intesa "distruggerebbero soltanto la loro credibilità".

18:21Moto: Costa ‘Rossi è un eroe, risorge e insegue i sogni’

(ANSA) - ROMA, 20 SET - Valentino Rossi proverà a partecipare al Gp di Aragon nonostante la frattura a tibia e perone di venti giorni fa. Una notizia che per molti ha dell'incredibile e la cui valenza è sottolineata dal dottor Claudio Costa, per una cinquantina d'anni il 'medico delle moto' con tanto di clinica mobile al seguito dei gran premi. Intervistato da Radio Sportiva, Costa spiega "d'aver una grande ammirazione per questo gesto. Valentino non smette mai di stupire e io che ho un'esperienza di mezzo secolo nella storia del Motomondiale, dico che questa è un'impresa favolosa, ancora più favolosa perché ha un duplice messaggio che riguarda tutti: il primo è che dalle ossa spezzate si può risorgere per tornare a inseguire un sogno, l'altro è che quando qualcuno viene inchiodato a una croce di sofferenza per questa frattura ha la possibilità di risorgere. Il dolore diventerà un amico che lo aiuterà a compiere questa impresa meravigliosa".

18:17Calcio: Best 2017 Fifa, c’è tutto il Real Madrid

(ANSA) - ROMA, 20 SET - Tredici giocatori di un singolo club fra i 55 preselezionati per il premio Fifa FifPro di miglior calciatore in assoluto della stagione calcistica scorsa. E' il record stabilito dal Real Madrid, campione d'Europa e del mondo, dopo che oggi è stato reso noto noto l'elenco dei prescelti. Il precedente record di 12 apparteneva allo stesso Real, che lo aveva stabilito nel 2014 e 2015. Uno dei giocatori della lista ha nel frattempo cambiato squadra, Pepe, passato al Besiktas, ma il primato rimane. 'Prima volta' nelle l'elenco dei 55 migliori del mondo per nove calciatori: Oblak, Umtiti, Valencia, Casemiro, Coutinho, Matic, Kane, Lukaku e Mbappé. Soltanto due, Buffon e Cristiano Ronaldo, sono invece i giocatori che ne hanno sempre fatto parte, da quando è stato istituito nel 2004/05, della lista dei preselezionati del 'World eleven'. Al voto di preselezione hanno preso parte 25 mila giocatori professionisti.

18:16Papa: “sogna”, il suo decalogo per i ragazzi

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 20 SET - "E soprattutto sogna, non avere paura di sognare, sogna". E' l'invito del Papa ai giovani, lanciato a piazza San Pietro durante l'udienza generale. Papa Francesco ha proposto un testo in cui si rivolge direttamente "con il 'tu' - ha spiegato - immaginando di parlare, come educatore e come padre, a un giovane, o a una qualsiasi persona aperta ad imparare". E in prima persona ha proposto una serie di consigli o esortazioni che formano una specie di decalogo. Ha cominciato con "Spera, sempre spera", passando per "non arrenderti alla notte", "credi che Dio ti aspetta", "non pensare mai che la lotta che conduci quaggiù sia del tutto inutile", "tutto nasce per fiorire in una eterna primavera, anche Dio ci ha fatto per fiorire". Il Papa ha continuato per diversi altri consigli, una decina, concludendo con "impara la meraviglia, coltiva lo stupore, vivi, ama, sogna, credi".

Archivio Ultima ora