Contratti Pa, Renzi promette più soldi

Pubblicato il 28 luglio 2016 da ansa

Contratti Pa, Renzi promette più soldi

Contratti Pa, Renzi promette più soldi

ROMA – E’ venuto il momento di “sanare un’ingiustizia” e il Governo è pronto a “mettere più denari” per i rinnovi contrattuali nella P.a, dopo “sette anni senza aumenti di stipendio”. Ad annunciarlo il premier Matteo Renzi, al termine di un Consiglio dei ministri che ha approvato in via definitiva un nutrito ‘pacchetto’ di decreti attuativi della riforma Madia, tra cui anche lo Sblocca opere.

Dal Cdm è arrivato anche il sì all’accorpamento della Forestale nell’arma dei Carabinieri e a nuovi meccanismi per slegare le nomine dei dirigenti sanitari dall’influenza del politico di turno.

L’apertura di Renzi sui rinnovi dà forza a una trattativa appena iniziata.

– Deve aprire una stagione nuova nei rapporti con i dipendenti della pubblica amministrazione – annuncia ma avverte:

– Sia chiaro che chi lavora in P.a deve essere premiato e chi fa il furbo va punito.

I sindacati apprezzano l’uscita del premier e sopratutto il passaggio sulle risorse.

– La cifra nella legge di stabilità è poco più che simbolica – ammette Renzi (sono 300 i milioni stanziati nell’ultima manovra). Cgil, Cisl e Uil in corso esprimono soddisfazione per le parole del premier. Per il leader della Uil, Carmelo Barbagallo, “se a un impegno così forte seguiranno i fatti, quella odierna sarà una svolta significativa”.

Secondo il segretario generale della Fp Cgil, Serena Sorrentino, arriva finalmente “una risposta alla rivendicazione dei lavoratori pubblici”. Un plauso giunge anche dal numero uno della Cisl Fp, Giovanni Faverin, che sottolinea:

– Ora vogliamo contratti dignitosi.

Sempre sul fronte P.a. diventano legge “quattro” provvedimenti targati Madia. Dall’esperienza francese l’Italia riprende l’acceleratore di procedimenti, spiega Renzi.

“Una corsia preferenziale” per le opere e gli insediamenti destinati ad esercitare un forte impatto sull’economia o l’occupazione: tempi dimezzati per le pratiche burocratiche e in caso di stallo intervento del premier. Quindi pratiche che oggi hanno scadenze fissate mediamente tra i 30 e i 180 giorni potranno ridursi a 15-90. In caso di inutile decorso del termine può scattare il potere sostitutivo del premier.

L’iter sprint sarà riconosciuto solo a determinati progetti, la lista sarà messa a punto con un decreto del presidente del Consiglio, ogni anno allo scadere del 31 marzo. L’obiettivo è attrarre, e non perdere, investimenti.

Diventa inoltre legge un altro provvedimento ‘figlio’ della riforma della P.a, il decreto che si propone di limitare la discrezionalità delle nomine dei manager delle Asl. Per la scelta dei medici si dovrà pescare da un elenco ad hoc.

– Mai più la sanità in mano della politica peggiore – sottolinea Renzi illustrando il provvedimento.

L’altro provvedimento incassato è quello sul riordino delle forze di polizia che passano da 5 a 4, con l’accorpamento della Forestale nell’arma dei Carabinieri. Operazione che non determinerà una diminuzione dei “poliziotti” nelle “strade” tiene a precisare il premier, mentre il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, assicura che verrà “salvaguardata la professionalità” della forestale, con la creazione di “un comando specifico”.

Tocca la meta anche un altro tassello della delega Madia: il riordino dei porti. Una nuova mappa degli scali, si passa “da 57 si passa a 15 autorità portuali” sottolinea il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio.

Inoltre, il comitato portuale si trasformerà in una sorta di cda snello, con una drastica riduzione delle poltrone. Oltre al fronte P.a, palazzo Chigi ha anche approvato delle nuove misure per risarcire i cittadini colpiti da calamità naturali, visti che finora è risultato “difficile restituire soldi a chi ha avuto un danno privato”, riconosce Renzi.

Ultima ora

21:17Incendi Vesuvio: interventi sul campo per prevenire roghi

(ANSA) - NAPOLI, 21 LUG - Rafforzare il meccanismo di controllo del territorio e il tempestivo avvistamento degli incendi. E' la priorità scaturita dall'incontro in Prefettura a Napoli sulla emergenza roghi che sta interessando il versante del Vesuvio. Al tavolo oltre al Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, c'erano i tredici sindaci (o loro delegati) della Comunità del Parco Nazionale del Vesuvio: Boscoreale, Boscotrecase, Ercolano, Massa di Somma, Ottaviano, Pollena Trocchia, San Giuseppe Vesuviano, San Sebastiano al Vesuvio, Sant'Anastasia, Somma Vesuviana, Terzigno, Torre del Greco, Trecase. ''L'incontro ha assolto egregiamente la sua finalità, cioè creare un piu' forte coordinamento tra tutti gli attori istituzionali che sono chiamati in causa da eventi come gli incendi boschivi, in modo da ottimizzare le risorse che di certo non sono illimitate'', ha spiegato il prefetto a termine della riunione che ha definito ''molto collaborativa e concreta''.

21:14Calcio: la Spal prende difensore finlandese Vaisanen

(ANSA) - BOLOGNA, 21 LUG - La Spal ha reso noto di aver acquisito a titolo definitivo dalla società svedese AIK Solna il calciatore finlandese Sauli Aapo Kasperi Vaisanen. Difensore, classe '94, ha firmato un contratto che lo legherà alla società biancazzurra fino al 30 giugno 2020, con opzione per la quarta stagione. Lo scorso anno il giocatore ha esordito nella nazionale maggiore della Finlandia, con cui fino ad ora ha totalizzato sei presenze.

20:45Terremoti: italiani arrivati a Bologna, ‘salvi per miracolo’

(ANSA) - BOLOGNA, 21 LUG - "Eravamo fuori a bere, poi ha cominciato a ballare tutto e a 20 metri da noi è crollato un palazzo". Comincia così il racconto di Mattia Girolami e Stefano Valori, 19enni della provincia di Lucca atterrati alle 18.37 a Bologna da Kos."È stata una scossa fortissima, abbiamo fatto appena in tempo ad aggrapparci a una ringhiera e scappare, mentre l'acqua cominciava a salire, ma per fortuna si è fermata". Attorno a loro, il panico: ''Subito si è formata una calca enorme, la gente ci veniva addosso, ma dopo un'ora la situazione è tornata alla normalità". Tanta paura anche per la lucchese Michela Nelli e i suoi 2bambini: "È stata un'esperienza bruttissima - racconta - eravamo sulla costa quando abbiano sentito una scossa fortissima, non riuscivo a raggiungere la camera dei bambini. Siamo salvi per miracolo, ci trovavamo vicino al centro, la zona è stata molto danneggiata. Abbiamo preso una macchina e siamo andati sopra una collina, praticamente abbiamo passato lì tutta la giornata. Non lo dimenticherò mai".

20:43Afghanistan: attacco talebani, uccisi 30 agenti

(ANSA) - KABUL, 21 LUG - Giornata di sangue per le forze di polizia afghane. Almeno 30 agenti sono stati uccisi in un attacco dei talebani nella provincia settentrionale di Badakhshan, mentre altri 12 poliziotti sono morti per 'fuoco amico' in un raid aereo americano in appoggio ad un'operazione dell'esercito afghano nella provincia meridionale di Helmand. Nel primo caso, i talebani hanno sparato e ucciso 30 agenti nel distretto di Tagab anche se un consigliere locale, Kamil Beg Husaini, riferisce che le vittime sono 35.

20:35Terremoto: scossa 3,6 gradi tra Veneto e Lombardia

(ANSA) - VERONA, 21 LUG - Una scossa di terremoto di magnitudo 3,6 è stato avvertito questa sera nel veronese e in nei comuni confinanti del bresciano. La scossa, che ha avuto epicentro a 8 km di profondità, in una zona ad una dozzina di chilometri da Crone (Brescia), è durata qualche secondo ed è stata sentita distintamente nella città scaligera, soprattutto da chi abita ai piani più alti di palazzi e condomini. Il movimento tellurico è stato avvertito anche in molti paesi della sponda veronese del lago di Garda. Non risulta tuttavia la segnalazione di danni.

20:33Due anni ai domiciliari per rapina, assolta in appello

(ANSA) - MESSINA, 21 LUG - La Corte d'appello di Messina ha assolto, per non aver commesso il fatto, Concetta Giorgianni, 53 anni, accusata di rapina e lesioni e condannata in primo grado a 7 anni e 7 mesi e ne ha trascorsi 2 ai domiciliari. Era stata accusata da una settantasettenne di averla rapinata della pensione sua e del fratello con la scusa di darle un passaggio. La rapinatrice, insieme a una complice, le aveva portato via mille euro. L'anziana aveva riconosciuto Giorgianni come una delle due donne che l'avevano rapinata. Sia i difensori della donna, Bonaventura Candido e Antonello Scordo, che il Pg hanno chiesto l'assoluzione, fondando la richiesta sulla evidente inattendibilità delle dichiarazioni della persona offesa. "Certamente la nostra assistita avrà ora diritto a presentare il conto allo Stato e noi non le faremo mancare il nostro supporto professionale", ha detto Bonaventura.(ANSA).

20:17Rapina alla biglietteria degli Scavi di Pompei

(ANSA) - POMPEI (NAPOLI), 21 LUG - Rapina a mano armata alla biglietteria degli Scavi di Pompei. I malviventi sono entrati in azione sotto gli occhi dei turisti. I banditi sono stati messi in fuga dall'arrivo della polizia. Il bottino, secondo una prima stima, ammonterebbe a circa 30mila euro.

Archivio Ultima ora