Le due anime della Lega su Parisi

Pubblicato il 28 luglio 2016 da ansa

Le due anime della Lega su Parisi

Le due anime della Lega su Parisi

ROMA – Sceso in campo per unire il centrodestra, Stefano Parisi rischia di spaccare la Lega Nord. Il “federatore” non convince Matteo Salvini, ma piace a Roberto Maroni e a quella parte del Carroccio critica nei confronti del progetto di una Lega “lepeniana” che dovrebbe imporsi anche fuori dalla “Padania”.

La bocciatura di Salvini nei confronti del candidato di centrodestra alle amministrative a Milano è perentoria:

– Ho sostenuto Parisi ma un sindaco deve far funzionare strade, metropolitane. Altra cosa è riproporre un’alleanza, una marmellata, un fritto misto che a livello nazionale ha dimostrato di non poter funzionare. Insomma, “chi vuole coinvolgerci in un’alleanza con Verdini, Alfano, Cicchitto, Tosi, Passera ha sbagliato indirizzo”. Sensibilità diverse.

Perché proprio questa alleanza piace a Roberto Maroni. Il governatore della Lombardia è stato il primo sponsor dell’ex ad di Fastweb per la candidatura a Milano e deve proprio ad una larga alleanza, aperta anche ai centristi, la sua elezione al Pirellone.

Al voto si tornerà nel 2018 e Maroni sembrerebbe puntare alla propria ricandidatura, magari riproponendo lo schema che lo ha visto vincere nel 2013. Salvini, che con i centristi non dialoga, spesso è uscito dall’imbarazzo di questa alleanza scomoda, sottolineando che “un conto sono le intese nazionali, un altro quelle locali”.

Ma l’arrivo di Parisi ha fatto venire i nodi al pettine, mettendo in crisi anche il suo progetto di conquistare la leadership di centrodestra. Per questo il segretario della Lega cerca una sponda tra chi, all’interno di Forza Italia, non vede di buon occhio “l’uomo nuovo” indicato da Silvio Berlusconi: Giovanni Toti e Paolo Romani sono stati tra i più freddi nell’accettare il progetto voluto ad Arcore di un rilancio di Fi attraverso un manager esterno.

E Parisi non convince neanche un ex azzurro come Raffaele Fitto e la leader di Fdi Giorgia Meloni. Ma le questioni ancora aperte per Salvini sono soprattutto quelle all’interno del partito. Sullo sfondo c’è il congresso federale, non ancora convocato ma il mandato triennale del segretario è prossimo alla scadenza.

Salvini – spiegano fonti interne – vorrebbe decidere la data dopo il referendum sulle riforme in modo da avere più chiaro lo scenario politico. In ogni caso entro dicembre 2016. Per i suoi detrattori, invece, vorrebbe rinviarlo nell’ipotesi che si vada al voto anticipato nel 2017: in quel caso, è il ragionamento, da segretario avrebbe la possibilità di decidere le liste della Lega e puntare alla leadership di centrodestra.

Secondo rumors interni, per la segreteria federale starebbero crescendo le quotazioni del segretario della Lega Lombarda Paolo Grimoldi: cresciuto con Salvini nei Giovani Padani è apprezzato da Maroni, Roberto Calderoli e Giancarlo Giorgetti.

Punto negativo è che non è veneto: in base alla regola dell’alternanza spetterebbe al Veneto esprimere il prossimo segretario dopo che i primi tre (Bossi, Maroni e Salvini) sono stati espressione della Lombardia. Grimoldi è stato autore di una forte auto-critica dopo le ultime amministrative in cui la Lega non ha sfondato al Nord e “Noi con Salvini” ha deluso al Centro-Sud. E molti nella Lega sono pronti a scommettere che possa essere lui il candidato anti-Salvini al prossimo congresso.

(Teodoro Fulgione/ANSA)

Ultima ora

01:51Rigopiano:da hotel solo morti,altri 3.Bilancio sale a 9

(ANSA) - PENNE (PESCARA), 24 GEN - Continuano senza sosta le ricerche di superstiti tra le macerie dell'hotel Rigopiano a Farindola che ieri in tarda serata ha restituito 4 cadaveri: uno é della vittima individuata ieri, due sono un uomo e una donna ancora da identificare e l'ultimo é quello di Linda Salzetta, l'estetista del Rigopiano e sorella di Fabio, il tuttofare dell'hotel. Ormai i morti sono nove. E i dispersi sono ancora 20.

23:29Calcio: Coppa Africa, Senegal e Tunisia ai quarti

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Senegal e Tunisia promosse ai quarti della Coppa d'Africa, Zimbabwe e Algeria a casa. Così hanno deciso gli incontri del terzo ed ultimo turno del gruppo B del torneo in corso in Gabon. Il Senegal ha pareggiato 2-2 con l'Algeria ed ha vinto il gruppo. Nei quarti affronterà il Camerun. Spettacolare 2-4 tra Zimbabwe e Tunisia. Quest'ultima, come seconda, incrocerà il Burkina Faso.

22:27Calcio: Niang-Ocampos, idea scambio prestiti fra Milan-Genoa

(ANSA) - MILANO, 23 GEN - M'Baye Niang al Genoa e Lucas Ocampos al Milan. I due club starebbero lavorando sull'ipotesi di scambiarsi questi giocatori in prestito fino al termine della stagione, e secondo quanto filtra, l'epilogo della vicenda dipende soprattutto dalla volontà dell'attaccante francese, che ha già giocato al Genoa in prestito per sei mesi due stagioni fa, trovando spazio e gol che al Milan gli mancavano. La soluzione è tornata di attualità ora che l'attaccante francese sta vivendo un momento opaco e in rossonero rischia di trovare meno spazio per l'arrivo di Gerard Deulofeu. L'ad del Milan Adriano Galliani nel tardo pomeriggio ha annullato la sua partecipazione alla presentazione del libro di Ruud Gullit perché, secondo quanto filtrato, impegnato in un'operazione di mercato. E l'affare in questione sarebbe proprio lo scambio con il Genoa del suo amico Enrico Preziosi.

22:24Calcio: Rugani, pronti alla rivincita contro il Milan

(ANSA) - TORINO, 23 GEN - "Il passo falso di Firenze ci ha fatto bene, lo abbiamo dimostrato con la Lazio. E ora siamo pronti alla rivincita contro il Milan: le due sconfitte con i rossoneri, in campionato e in Supercoppa, ci hanno lasciato l'amaro in bocca, vogliamo assolutamente vincere". Così Daniele Rugani, che contro i rossoneri dovrebbe giocare dall'inizio, a Jtv, il canale tv bianconero. "Entriamo - ha detto il difensore bianconero - nella fase cruciale della stagione, dobbiamo dimostrare di essere solidi, per continuare a crescere e migliorare. Roma e Napoli sono pericolose, specie i giallorossi che hanno trovato una grande solidità difensiva". "Sappiamo - ha aggiunto Rugani - di dovere crescere, anche tecnicamente, per arrivare in fondo alla Champions: il segreto sta nel mettersi sempre in discussione ed essere a disposizione, poi i risultati arrivano".

22:10Province: Sardegna si ribella a taglio nazionale su risorse

(ANSA) - CAGLIARI, 23 GEN - Il Consiglio nazionale dell'Anci ha già detto che non darà l'intesa al decreto del presidente del Consiglio che taglia circa 60 milioni alle Province sarde e alla Città metropolitana di Cagliari e ora la Regione si prepara alla battaglia arrivando anche a proporre un ricorso se il Dpcm dovesse essere adottato. E' quanto emerso al termine della riunione di questa sera tra l'assessore degli Enti locali Cristiano Erriu, quello della Programmazione, Raffaele Paci, il presidente del Cal Sardegna, Andrea Soddu, il presidente regionale dell'Anci, Pier Sandro Scano, e il sindaco metropolitano di Cagliari, Massimo Zedda. E' stato proprio Zedda, che siede nel Consiglio nazionale dell'Anci, a annunciare la decisione dell'associazione che non dovrebbe dare l'intesa al decreto nella conferenza unificata Stato-Regioni in programma giovedì. "Ci opporremo in tutte le sedi - ha spiegato Erriu - viene a mancare un'importante somma che non permette agli enti locali sardi di espletare le proprie funzioni".

22:09Formazione: deputato Genovese condannato a 11 anni

(ANSA) - MESSINA, 23 GEN - Francantonio Genovese, ex parlamentare del Pd poi passato a Forza Italia, è stato condannato a 11 anni dal tribunale di Messina al processo - che vede altri 22 imputati - scaturito dall'operazione 'Corsi d'oro' sull'uso illecito di finanziamenti erogati dalla Regione siciliana a enti della formazione professionale. Il cognato di Genovese, Franco Rinaldi, ex deputato regionale del Pd e ora di FI, ha avuto una condanna a due anni e mezzo. Tra gli altri condannati anche le sorelle Schirò: Chiara, moglie di Genovese, ha avuto 3 anni e 3 mesi; Elena, moglie di Rinaldi, 6 anni e 3 mesi. Condannato anche l'ex consigliere comunale di Messina Elio Sauta: 6 anni e 6 mesi.

22:00Trump: Marchionne a Casa Bianca, con a.d. Ford e Gm

(ANSA) - WASHINGTON, 23 GEN - Il presidente Donald Trump riceverà domani alla Casa Bianca gli amministratori delegati di Fca, Ford e General Motors. Lo afferma il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer. Sergio Marchionne, Mark Fields e Mary Barra avranno una colazione con il presidente.

Archivio Ultima ora