Delude il Pil Usa: solo l’1,2% nel secondo trimestre

Pubblicato il 29 luglio 2016 da ansa

pil

NEW YORK – Delusione. E’ questa la parola che accompagna la giornata di Wall Street dopo la diffusione sui dati del Pil americano. L’economia Usa nel secondo trimestre è cresciuta solo dell’1,2%, ben al di sotto delle attese degli analisti che prevedevano un 2,4-2,6%. Come se non bastasse, la crescita dei primi tre mesi dell’anno è stata rivista al ribasso, dall’1% allo 0,8%.

La Casa Bianca sdrammatizza, e punta il dito soprattutto sulla prudenza della maggioranza delle imprese che hanno investito poco, mentre i consumi delle famiglie sono schizzati del 4,2%. E non si vedono nemmeno particolari contraccolpi sulla giornata di contrattazioni alla Borsa di New York, che prosegue fiacca come nelle ultime sedute.

Sta di fatto che la locomotiva dell’economia globale, come sono stati considerati gli Stati Uniti negli ultimi tempi, mostra chiari segnali di rallentamento. E forse è anche per questo che la Fed a luglio ha deciso di lasciate invariati i tassi, al di là dei rischi legati alla Cina, all’Europa o alla Brexit.

La verità è che dall’ultima recessione terminata sette anni fa – sottolinea il Wall Street Journal – non si è assisto finora a quella ripresa impetuosa (ad un ritmo di almeno il 3,5%) che di solito è sempre seguita ai periodi di grande crisi in America.

Dati alla mano, la crescita annuale media nell’attuale ciclo espansivo è stata del 2,1%, la più bassa dal 1949. E le premesse – sottolineano gli analisti – sono quelle di un allontanamento del target annuo del 2% annuo. Qualche preoccupazione dunque c’è. Anche perchè dal Vecchio Continente continuano ad arrivare le cattive notizie di una ripresa che continua a stentare ancor più del previsto.

Il Pil europeo infatti, sempre nel secondo trimestre, è a sua volta rallentato: +0,3% in Eurolandia, +0,4% a livello di Unione Europea, contro lo 0,5% e lo 0,6% dei primi tre mesi dell’anno. Colpisce ancor di più il dato della Francia, diffuso a Parigi, che indica una crescita zero. Anche per colpa – si sottolinea – del forte impatto della recente ondata di scioperi contro la riforma del lavoro.

Rallenta anche il pil spagnolo, cresciuto dello 0,7% rispetto allo 0,8% del primo trimestre. Intanto la Banca centrale del Giappone ha annunciato una robusta manovra espansiva, con un raddoppio dell’acquisto di fondi comuni sul mercato per un valore di 6.000 miliardi di yen (52 miliardi di euro) su base annuale. Al termine della riunione di due giorni, l’istituto guidato dal governatore Haruhiko Kuroda ha ridotto le stime di crescita del 2016 all’1%, dal +1,2%.

Ultima ora

06:53Usa: morto Brezinski, consigliere sicurezza di Jimmy Carter

WASHINGTON - E' morto Zbigniew Brzezinski, consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti durante la presidenza di Jimmy Carter. La notizia e' stata data dalla figlia Mika, conduttrice televisiva nel programma mattutino 'Morning Joe' dell'emittente MsNbc. Brzezinski aveva 89 anni.

04:29Usa: retromarcia Casa Bianca, pubblichera’ permessi lobbisti

NEW YORK - La Casa Bianca fa un passo indietro e decide che pubblichera' le dispense e i permessi concessi ad alcuni ex lobbisti per lavorare nell'amministrazione. Le esenzioni e i permessi sono necessari per coloro che vogliono lavorare a politiche governative che li vedevano direttamente coinvolti nel settore privato come lobbisti o legali di settore. Le deroghe sono emesse da ogni singola agenzia governativa e dalla Casa Bianca caso per caso, e consentono a chi le ottiene di ignorare le politiche etiche.

04:26Russiagate: Reuters, spuntano 3 nuove telefonate Kushner

NEW YORK - Jared Kushner, uno dei piu' stretti consiglieri di Donald Trump e marito di Ivanka, avrebbe avuto piu' contatti di quanto finora noto con l'ambasciatore russo negli Stati Uniti, Sergei Kislyak. Lo riporta la Reuters citando alcune fonti, secondo le quali Kushner avrebbe avuto almeno tre telefonate, finora non note, con Kislyak fra l'aprile e il novembre 2016. Kushner, afferma il suo legale Jamie Gorelick, non ricorda le telefonate.

04:23G7: nessuna conferenza stampa in programma per Trump

NEW YORK - Nessuna conferenza stampa in programma per il presidente Donald Trump al termine del G7. Secondo le indicazioni offerte dalla Casa Bianca, il presidente americano partecipa ai lavori del G7, con il primo appuntamento alle 9,15 del mattino italiane di sabato. Alle 11,45 Trump partecipa al pranzo del G7 e alla sessione di lavoro. Poi il programma presidenziale passa subito all'appuntamento delle 17,15 a Sigonella, dove Trump rilascera' una dichiarazione davanti alle forze militari americane. Alle 17,54 e' prevista la partenza con direzione Washington.

04:21Russiagate: Senato chiede documenti a campagna Trump da 2015

NEW YORK - La commissione di intelligence del Senato, alla quale fa capo l'indagine sulla possibile interferenza della Russia alle elezioni del 2016, ha chiesto alla campagna di Donald Trump di raccogliere e presentare tutti i documenti, le email e le telefonate con la Russia a partire dal 2015, da quando Trump ha lanciato la sua campagna elettorale. Lo riporta il Washington Post citando alcune fonti.

04:16Russiagate: democratici attaccano, Trump licenzi Kushner

NEW YORK - Donald Trump ''non ha altra scelta'' che licenziare Jared Kushner, uno dei suoi consiglieri piu' stretti e marito di Ivanka. Lo afferma il Democratic National Committee, commentando le indiscrezioni del Washington Post, secondo le quali Kushner avrebbe chiesto all'ambasciatore russo negli Stati Uniti un canale di comunicazione diretto e segreto con il Cremlino.

04:13Russiagate: Wp, Kushner voleva canale diretto Cremlino

NEW YORK - Jared Kushner, il consigliere di Donald Trump e marito di Ivanka, ha discusso con l'ambasciatore russo negli Stati Uniti, Sergei Kislyak, la possibilita' di instaurare un canale di comunicazione segreto e sicuro fra il transition team di Trump e il Cremlino. Lo riporta il Washington Post citando alcune fonti, secondo le quali Kushner avrebbe suggerito di usare le strutture diplomatiche russe per le comunicazioni in modo da schermarle.

Archivio Ultima ora