L’italo-venezuelano Stifano prolunga il suo contratto con lo Zamora

Pubblicato il 29 luglio 2016 da redazione

L’italo-venezuelano Stifano prolunga il suo contratto con lo Zamora

L’italo-venezuelano Stifano prolunga il suo contratto con lo Zamora

CARACAS – “Un allenatore è qualcuno che ti dice quello che non vuoi sentire, ti fa vedere quello che non vuoi vedere, in modo che tu possa essere quello che hai sempre saputo di poter diventare” diceva l’allenatore Tom Lardy. Tutte queste doti, ce l’ha l’italo-venezuelano Francesco Stifano, e per questo motivo lo Zamora non vuol farsi sfuggire il suo condottiero e gli ha prolungato il contratto.

La carriera del tecnico di origine campana in bianconero continuerà fino al 2018. Lo Zamora ha prolungato il contratto del suo mister che, da quando è approdato a Barinas, ha arricchito la bacheca della società prima vincendo il Torneo Adecuación 2015 e poi il Torneo Apertura 2016.

“Sono orgoglioso per il supporto che mi sta dando la società, per me è fondamentale, per la mia carriera come allenatore, in un club così prestigioso come lo Zamora. Abbiamo esteso il contratto per un’anno e mezzo, questo mi obliga a continuare a lavorare sodo per raggiungere nuovi obiettivi” ha dichiarato Stifano dopo aver posto la firma sul contratto.

Lo stadio La Carolina sembra una sorta di sirena che incanta tutti gli allenatori che difendono i colori bianco e nero. Stifano non é il primo allenatore che si innamora della città llanera e del calore del suo pubblico. “Sono felice di lavorare a Barinas, la sua gente, il loro affetto. Senza dubbio spero di restare a lungo in questa città. Qui c’é una qualità umana stupenda, poi il senso di appartenenza alla società ti stimola a lavorare meglio per continuare a regalare gioie a questa meravigliosa tifoseria”.

Molte squadre puntano ad acquistare giocatori giovani per puntare a grandi risultati durante la stagione, nello Zamora la storia é diversa: qui si punta sui giovani del vivaio che ha dato i suoi frutti sia a livello sportivo che monetario.

“Questa squadra, con una rosa di giovanissimi, nelle ultime stagioni ha cambiato tantissimo, ma ciò nonostante i giovani sono sempre stati lo zoccolo duro della rosa. Da quando sono arrivato, ho schierato fino a sette giocatori che non avevano mai lottato per uno scudetto, ma in questa squadra tutti hanno una specie di ‘chip’ di campioni che vogliono sempre migliorare”.

Alla base dei parametri della tattica c’è il ‘tocco di Stifano’: Fase di possesso molto elaborata con una fitta trama di passaggi a partire dalla difesa e fino alla trequarti avversaria. Il pressing alto e la difesa che attua la tattica del fuorigioco. “Una delle chiavi di questa vittoria é l’unione del gruppo: la relazione allenatore-giocatore é importante”.

In meno di anno alla guida dello Zamora, il tecnico di origine campana ha fatto diventare una macchina del gol la sua squadra, portandola a vincere prima l’Adecuación e poi l’Apertura. Questi successi servono come motivazione per Francesco Stifano che ha sempre la stessa fame di vittorie, come il primo giorno in cui si è seduto sulla panchina bianconera.

“La cosa più difficile è tornare a vincere, siamo in una posizione dove vogliamo restare. Questo club ha un ottimo ambiente su tutti gli aspetti: societario, tecnico, giocatori e tutti quelli che fanno parte di questa grande famiglia. Tutti puntano ad una sola cosa: vincere!. Tutte le persone che fanno bene le cose e lavorano con onestá sicuramente avranno un futuro grandioso in questa squadra”.

In questo Torneo Clausura il suo Zamora naviga in vetta alla classifica con 13 punti, uno in più del Carabobo, secondo. Questo fine settimana ospiterà nella sua tana dell’Agustín Tovar l’Aragua. Tra le mura amiche la formazione allenata da Stifano nelle ultime 80 gare disputate nella Primera División ha perso soltanto in due occasioni: casualmente entrambi i ko sono arrivati contro il Trujillanos.

Il sesto turno del Torneo Clausura ha in programma le seguenti gare: Atlético Venezuela-Llaneros, Carabobo-Deportivo Lara, Deportivo Anzoátegui-Estudiantes de Mérida, Petare-Estudiantes de Caracas, Monagas-Deportivo Táchira, Portuguesa-JBL Zulia, Trujillanos-Caracas, Ureña-Mineros e Zulia-Deportivo Lara.

Fioravante De Simone

Ultima ora

14:03Tennis:ßAustralia, Nadal e Dimitrov agli ottavi

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Prosegue spedito il cammino di Rafael Nadal agli Australian Open: lo spagnolo numero uno del mondo si è qualificato per gli ottavi di finale battendo per 6-1 6-3 6-1 il bosniaco Damir Dzumhur, che al primo turno aveva eliminato Paolo Lorenzi. Prossimo avversario del mancino di Manacor l'argentino Diego Schwartzman, che ha avuto la meglio sull'ucraino Alexandr Dolgopolov, imponendosi per 6-7(1-7) 6-2 6-3 6-3. Supera il turno anche Grigor Dimitrov: il bulgaro, numero 3 del ranking mondiale e del tabellone, ha prevalso in quattro set sul 20enne russo Andrey Rublev per 6-3 4-6 6-4 6-4. Ha impiegato quattro set per staccare il pass per gli ottavi anche lo spagnolo Pablo Carreno Busta che ha sconfitto per 7-6(7-4) 4-6 7-5 7-5 il lussemburghese Gilles Muller.

14:01Sci: Goggia, risultato eccezionale

(ANSA) - CORTINA D'AMPEZZO, 19 GEN - "Sono stati una gara ed un risultato eccezionali. Ma non è stata davvero una discesa facile, qualche errore l'ho commesso anche io e la visibilità non era sempre perfetta. Ma avevo ben in testa la mia linea e l'ho seguita attaccando sempre, senza guardare quello che avevano fatto le altre, ma affidandomi solo alle indicazioni dei mie allenatori". Sofia Goggia - seconda vittoria in serie in discesa - è felicissima e super festeggiata nel parterre della Olympia delle Tofane. La sua è stata una cavalcata pazzesca, sempre al limite senza paura nella quale ha battuto la favorita Lindsey Vonn che ha commesso un errore dopo il terzo intermedio mettendo uno sci di traverso su un dossetto. "Se Lindsey non avesse fatto quell'errore avrebbe forse vinto lei ma sul gradino più alto del podio ci sono io" ha riconosciuto Goggia ben consapevole della sua impresa.

13:57Mo: Ue, Palestina al centro riunione ministri esteri lunedì

(ANSA) - BRUXELLES, 19 GEN - La discussione sul processo di pace in Medio oriente e il pranzo col presidente dell'autorità palestinese Abu Mazen saranno il momento principale della riunione dei ministri degli Esteri dell'Ue di lunedì, a Bruxelles. Secondo quanto spiegato da fonti europee, i ministri analizzeranno "diverse opzioni per rafforzare lo Stato palestinese, nell'ottica di un processo di pace che abbia una soluzione a due Stati". Tra i vari strumenti al vaglio, anche l'eventuale futuro lancio di un "accordo di associazione", che comunque - viene sottolineato - potrebbe entrare in vigore "solo nel momento in cui lo Stato palestinese venga riconosciuto". Nessuno nasconde però che la situazione sia "molto complicata" e in attesa di vedere quale sia il piano Usa, l'Ue "ritiene di avere un ruolo nel fare pressing per un impegno a creare un nuovo slancio".

13:54Baby gang: altri due minori denunciati a Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 19 GEN - Altri due minori sono stati denunciati dalla polizia per l'aggressione a Ciro, il ragazzo brutalmente colpito domenica sera nei pressi della stazione Policlinico della metropolitana, a Napoli. Ieri mattina gli agenti della questura di Napoli avevano individuato i primi due presunti responsabili. Le indagini continuano.

13:53Alluvione Sardegna: pm chiede quattro rinvii a giudizio

(ANSA) - OLBIA, 19 GEN - Quattro rinvii a giudizio per i tre morti di Monte Pino, nell'ambito dell'inchiesta bis sull'alluvione nel 2013 che provocò 19 vittime (compreso un disperso mai ritrovato a Bitti, nel Nuorese), di cui 13 in Gallura. La Procura di Tempio Pausania chiede che i dirigenti della Provincia di Sassari e della ex Provincia di Olbia Tempio, Giuseppe Mela e Pasquale Russo e i funzionari delle due amministrazioni provinciali, Francesco Prunas e Graziano Sini siano processati per omicidio colposo plurimo. La richiesta è stata formulata dal pm Laura Bassani e arriva a distanza di quattro anni dai tragici fatti del 18 novembre 2013 quando Bruno Fiore, Sebastiano Brundu e Maria Loriga che transitavano, a bordo di un fuoristrada, sulla provinciale 38 che collega Olbia a Tempio,furono inghiottiti dalla voragine provocata dall'alluvione."Finalmente siamo arrivati al passaggio decisivo che ci consentirà di conoscere il pronunciamento del Gup su questa tragedia", spiega all'ANSA l'avvocato di parte civile Maurizio Mani. Una storia giudiziaria rimasta drammaticamente intrappolata fra i rinvii causati da mancate notifiche, faldoni smarriti e giudIci finiti sotto inchiesta per altre vicende. Secondo i legali che assistono i parenti delle vittime (Maurizio Mani, Nicoletta Mani, Massimo Delogu) gli imputati sarebbero responsabili della mancata manutenzione del ponte crollato sotto la furia dell'acqua. Una struttura, fra l'altro, che non era mai stata collaudata. Spetterà ora al gup Giuseppe Grotteria stabilire se il processo per le morti di Monte Pinu si dovrà aprire oppure no. La lettura del dispositivo è prevista fra una settimana, venerdì 26 gennaio.

13:52Tennis: Australia, Svitolina agli ottavi

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Per la prima volta in carriera l'ucraina Elina Svitolina è arrivata negli ottavi agli Australian Open e lo ha fatto disputando un match impeccabile. "Lei non ha nulla da perdere e quindi giocherà senza pressione", aveva detto Elina alla vigilia parlando della giovanissima connazionale Marta Kostyuk, che dodici mesi fa conquistava il titolo junior. Invece la 15enne di Kiev l'emozione l'ha sentita. Svitolina, n.4 Wta e quarta testa di serie, si è aggiudicata per 6-2 6-2 il derby ucraino, interrompendo ad 11 la striscia di match vinti consecutivi a Melbourne dalla ragazzina di Kiev, appena n. 521 alla vigilia del torneo e che ora si consolerà avvicinandosi alle prime 250 del ranking. Gli altri risultati del terzo turno: Martic-Kumkhum 6-3 3-6 7-5; Mertens-Cornet 7-5 6-4; Allertova-Linette 6-1 6-4; Suarez Navarro-Kanepi 3-6 6-1 6-3; Rybarikova-K.Bondarenko 7-5 3-6 6-1.

13:43M5s: Di Maio, con noi “pensione di cittadinanza”

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - "Nel nostro programma di governo noi proponiamo la pensione di cittadinanza: sono 780 euro di minima a tutti i pensionati e 1.170 euro al mese per una coppia". Lo ha detto il candidato premier del M5s Luigi Di Maio a L'Aria che Tira.

Archivio Ultima ora