Rio, Svezia: “Con Ibra sarebbe stato oro”

Sweden's coach Erik Hamren thanks supporters after the UEFA EURO 2016 group E preliminary round match between Sweden and Belgium at Stade de Nice in Nice, France, 22 June 2016. EPA/PETER POWELL
Sweden's coach Erik Hamren thanks supporters after the UEFA EURO 2016 group E preliminary round match between Sweden and Belgium at Stade de Nice in Nice, France, 22 June 2016.  EPA/PETER POWELL
Sweden’s coach Erik Hamren thanks supporters after the UEFA EURO 2016 group E preliminary round match between Sweden and Belgium at Stade de Nice in Nice, France, 22 June 2016.
EPA/PETER POWELL

RIO DE JANEIRO (Ansa) – Il Brasile sogna l’oro olimpico nel calcio maschile, unico trofeo che la Seleçao non ha mai conquistato. Ma c’è chi si porta dietro un grosso rimpianto.

“Se Ibra fosse venuto qui, sarebbe stato fantastico e avremmo potuto coronare il nostro sogno”, dice il tecnico della Svezia, Erik Hamren, dal ritiro giallobù di Manaus, in Amazzonia, dove la ‘sua’ squadra esordirà mercoledì nel torneo dei Giochi, affrontando la Colombia.

Quella di Ibrahimovic è un’ombra che aleggia sulla spedizione svedese dei Giochi. Infatti, l’ex milanista, interista e juventino, nei mesi scorsi, aveva dato la propria disponibilità a ricoprire il ruolo di fuoriquota della squadra per Rio 2016, spiegando di essere interessato a fare un’esperienza fuori dal comune, e non solo sportiva, come quella olimpica. Poi, però, il fiasco con la selezione maggiore a Euro 2016 gli ha fatto cambiare idea e lo ha indotto ad annunciare l’addio definitivo alla Nazionale, Olimpica compresa.