Erdogan attacca l’Occidente

Pubblicato il 02 agosto 2016 da redazione

ISTANBUL – Erdogan  muove all’attacco dell’Occidente:

– Sostiene il terrorismo e sta dalla parte dei golpisti.

Ha poi aggiunto durante un discorso televisivo:

– Quelli che avevamo pensato fossero amici stanno invece dalla parte dei golpisti e dei terroristi.

Erdogan aveva già attaccato il capo della diplomazia europea Federica Mogherini per come hanno reagito al golpe in Turchia.

– In Turchia c’è stato un golpe contro la democrazia che ha fatto 238 martiri e nessuno è venuto qui – ha detto il presidente turco -. E Mogherini – ha aggiunto – non avrebbe dovuto parlare da fuori: Mogherini prima di tutto – ha detto idealmente rivolto alla diplomatica italiana – saresti dovuta venire in Turchia.

La risposta dell’Alto rappresentante per la politca esetera dell’Ue non si è fatta attendere:

– E’ stata già due volte in Turchia in meno di due anni e ha condannato il tentato colpo di stato, esprimendo il suo sostegno alle istituzioni legittime e democratiche e in particolare al Parlamento. Ha anche parlato con il ministro degli Esteri e la nostra delegazione ad Ankara è molto attiva e impegnata a seguire gli sviluppi della situazione – è la risposta della portavoce Maja Kocijancic.

Il fallito golpe in Turchia “è stato progettato all’esterno del Paese”. E’ l’accusa lanciata dal presidente Recep Tayyip Erdogan in quella che sembra una nuova allusione ad un possibile coinvolgimento di Paesi stranieri.

La Germania ha intanto respinto la minaccia turca di disdire l’accordo con l’Unione europea sui migranti.

– E’ assurdo – ha detto il ministro degli Esteri tedesco, Frank-Walter Steinmeier, in un’intervista a Rheinische Post -. Il problema -ha aggiunto- è che vi sono determinati obblighi e condizioni, che tutti conoscono. La Turchia ha ancora del lavoro da fare in questa direzione.

La minaccia turca era stata pronunciata dal ministro degli Esteri, Mevlut Cvusoglu, e oggi è stata ribadita da Erdogan.

– Senza la liberalizzazione dei visti, l’accordo tra la Turchia e l’Unione europea salta – ha affermato il presidente turco. Ankara, che ha negoziato con l’Ue un pacchetto di 6 miliardi di euro, chiede che Bruxelles avvii entro ottobre la liberalizzazione dei visti, in virtù di un’intesa che attribuisce al governo turco il compito in “outsourcing” di arginare il flusso di rifugiati provenienti dalla Siria.

Il segretario generale del Consiglio d’Europa, l’organismo di Strasburgo che tutela i diritti dell’uomo e del quale fa parte anche la Turchia, sarà domani in missione ad Ankara.

Come precisa una nota del Consiglio d’Europa, Jagland ha in programma incontri con il presidente Recep Tayyip Erdogan, il primo ministro Binali Yildrim, il ministro degli Esteri Mevlut Cavusoglu, il ministro della Giustizia Bekir Bozdag e i capi dell’opposizione. Subito dopo il tentativo di colpo di stato del 15 luglio scorso, Jagland aveva espresso la sua condanna nei confronti del dibattito sulla reitroduzione della pena di morte in Turchia.

– Nessuno dei paesi del Consiglio d’Europa ha il diritto di farlo – aveva detto in un’intervista – e la Turchia ha ratificato due risoluzioni che vietano in ogni caso la pena di morte.

Il 21 luglio, il segretario generale ha annunciato che, in seguito al tentato colpo di Stato, la Turchia aveva intenzione di derogare alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo. Tale deroga, ricorda l’organismo di Strasburgo, è prevista dall’articolo 15 nel caso di “un pericolo pubblico che minaccia la vita di una nazione” e recentemente vi hanno fatto ricorso la Francia e l’Ucraina. In ogni caso, si sottolinea, non può però riguardare gli articoli 2 (diritto alla vita), 3 (divieto di tortura e pene o trattamenti degradanti) 4 (divieto di schiavitu’) e 7 (nessuna pena senza legge); inoltre, la convenzione continua ad applicarsi in Turchia e ogni volta che il governo vuole una deroga sarà la Corte europea dei diritti dell’uomo a dover decidere se e’ il caso di concederla.

La procura generale turca ha inanto ordinato l’arresto di 98 dipendenti dell’ospedale militare Gulhane di Ankara, accusati di far parte della rete del predicatore Fethullah Gulen, considerato dal governo il regista del fallito golpe del 15 luglio. Lo riferisce l’agenzia Anadolu, aggiungendo che ne sono stati gia’ eseguiti 50 e tra gli arrestati figurano diversi ufficiali medici. La struttura ospedaliera gode di fama eccellente nel Paese, considerata all’avanguardia nella ricerca.

(AGI)

ERDOGAN 2

Ultima ora

16:23Macron Macron alla Sorbona: ‘Rifondiamo l’Ue’

(ANSA) - PARIGI, 26 SET - "Non cederò nulla a chi promette odio, divisione, ripiegamento nazionale": lo ha detto il presidente francese, Emmanuel Macron, in occasione del suo discorso sull'Europa alla Sorbona di Parigi. Il presidente ha quindi lanciato un appello a "rifondare un'Europa sovrana, unita e democratica".

16:20Terremoto: sogno aule 2.0 diventa realtà per bimbi Camerino

(ANSA) - CAMERINO (MACERATA), 26 SET - Avere un pc, una sala lim (lavagna interattiva multimediale) con un grande touch screen e accesso a Internet, stampanti a colori e in 3d in un'aula scolastica dove si apprende 'giocando'. Sono divenuti realtà oggi anche per gli alunni della nuova scuola primaria 'Salvo d'Acquisto' e delle medie 'Boccati' di Camerino (Macerata), centro pesantemente colpito dal terremoto del 2016, i sogni che i ragazzi avevano affidato a un libro con richieste e disegni sul tema "Il territorio e la scuola che vorrei". Un progetto realizzato grazie alla donazione di TotalErg che con un investimento di circa 40mila euro ha messo a disposizione degli alunni attrezzature all'avanguardia anche per testimoniare la propria vicinanza al territorio e alla comunità di Camerino. Oggi il doppio taglio del nastro alla presenza di Sebastiano Gallitelli, direttore di rete TotalErg, del dirigente scolastico Maurizio Cavallaro e del sindaco Gianluca Pasqui, tra gli applausi e le grida di entusiasmo dei ragazzi.

16:14Mafia: Torino ricorda Rostagno, giornalista ucciso Valderice

(ANSA) - TORINO, 26 SET - Acomos e Libera ricordano con un murales, a Torino, Mauro Rostagno, sociologo e giornalista assassinato dalla mafia a Valderice, in provincia di Trapani, il 26 settembre 1988. Progettato dagli alunni della scuola Passoni, e realizzato dallo street artist Karim, rappresenta il giornalista, ammazzato per le inchieste 'scomode' che portava avanti, sul muro della parrocchia Nostra Signora Sacro Cuore di Gesù. Nel 2014 la commissione toponomastica aveva deciso di dedicare a Rostagno la vicina area mercatale di via Vandalino, ma da allora non c'è stata nessuna intitolazione ufficiale. La famiglia del giornalista vittima della mafia, si è detta inoltre dispiaciuta per l'assenza all'inaugurazione del Comune di Torino. "Forse non hanno letto bene la storia di Mauro, una storia di pace e di lotta contro la mafia", dicono le figlie di Rostagno, Monica e Maddalena, polemizzando per l'assenza del presidente del Consiglio comunale Fabio Versaci, che si è però scusato per l'impedimento dovuto a motivi di salute. (ANSA).

16:12Calcio: Serie B, giudice, 2 turni di stop a Da Cruz (Novara)

(ANSA) - ROMA, 26 SET - Due turni di stop a Da Cruz (Novara), una a Nestorovski (Palermo) e Gastaldello (Brescia): queste le decisioni prese oggi dal Giudice sportivo di Serie B dopo la sesta giornata di campionato. Il giocatore del Novara è stato squalificato "per avere, al 22' st, all'atto dell'ammonizione, rivolto al Direttore di gara epiteti insultanti". Multe di 5.000 euro per Palermo e Perugia, di 4.000 per il Brescia, di 2.000 per la Cremonese e per il Foggia, di 1.000 per il Brescia e altre 1.000 per il Palermo "per avere ingiustificatamente ritardato l'inizio della gara di circa cinque minuti".

16:09Brexit: Tusk vede May, progressi ancora insufficienti

(ANSA) - LONDRA, 26 SET - Il tema delle relazioni future post Brexit fra Ue e Gran Bretagna potrà essere affrontato quando vi saranno "progressi cosiddetti sufficienti" sulle questioni negoziali preliminari (conto di divorzio, confini irlandesi, diritti dei cittadini Ue). Lo ha ribadito il presidente Donald Tusk dopo aver incontrato oggi la premier Theresa May a Downing Street, notando di non vedere "ancora progressi sufficienti" al momento, ma aggiungendo che le parti "stanno lavorando e lavoreranno" nei colloqui di Bruxelles per conseguirli.

16:09Champions: Snai, per Juve c’è solo l’1, Roma favorita a Baku

(ANSA) - ROMA, 26 SET - La Juve cerca i primi 3 punti Champions domani sera contro l'Olympiacos. Le quote SNAI danno ai bianconeri un favore schiacciante, con il segno 1 a un eloquente 1,13, quota più bassa del mercoledì europeo. I greci non stanno incantando in campionato e hanno perso in casa la prima di Champions contro lo Sporting Lisbona (2-3). Anche per questo la quota del 2 vola a 22, mentre il pareggio si colloca a 8,25. La Roma va a Baku alla scoperta del Qarabag, sconfitto 6-0 all'esordio dal Chelsea, ma capace comunque di eliminare ai play off il Copenaghen. Pronostico nettamente sbilanciato sui giallorossi, offerto a 1,43. Un altro pareggio, dopo quello che la Roma ha ottenuto soffrendo con l'Atletico Madrid, è a 4,50, mentre la vittoria azera vale 7,50. Entrambe le squadre sono alla ricerca del primo gol nel girone, una rete della Roma è quasi scontata, a 1,06, quella del Qarabag è a 1,70. (ANSA).

16:06Caccia caduto, anche nave Marina per cercare scatola nera

(ANSA) - LATINA, 26 SET - E' arrivata questa mattina a Terracina la nave Anteo della Marina Militare dotata di particolari apparecchiature per la ricerca di relitti. La nave specializzata inviata dalla Marina seguirà da oggi le operazioni di recupero della scatola nera dell' Eurofighter dell'Aeronautica Militare che domenica scorsa si è schiantato in mare durante l'Air Show. Dopo l'incidente, in cui ha perso la vita il pilota Gabriele Orlandi, sono state particolarmente complesse le operazioni di ricerca dei componenti del velivolo, che nell'impatto con l'acqua è esploso frantumandosi in pezzi di piccole dimensioni. Finora sono stati recuperati solo alcuni frammenti. Si cerca ancora quindi la scatola nera che potrà rivelare elementi importanti per le indagini sulle cause della tragedia.

Archivio Ultima ora