Mancini e quel sorriso ritrovato

Pubblicato il 03 agosto 2016 da Emilio Buttaro

Roberto Mancini intervistato dal giornalista Emilio Buttaro

Roberto Mancini intervistato dal giornalista Emilio Buttaro

Adesso può finalmente abbozzare un sorriso: c’è Candreva, Gabigol sembra vicino e Icardi attraverso i social lancia messaggi pro-Inter. Nel giro di pochi giorni la quotidianità nerazzurra di Roberto Mancini sembra essersi quasi ribaltata.

A fine luglio circolavano già i nomi dei suoi possibili successori e adesso invece il tecnico di Jesi pare sia tornato al centro del disegno. Già, perchè lui ci ha sempre tenuto a curare la regia dei suoi progetti, proprio come faceva da calciatore quando regalava magie in campo e suggeriva ai presidenti i giocatori da comprare.

Anche da tecnico il Mancio si è sempre distinto per la sua personalità, per la sua voglia di gestire tutto. Impossibile dunque tenerlo lontano dalla stanza dei bottoni nella nuova Inter che vuole al più presto ridurre il distacco dalla Juventus, i rivali di sempre.

Così la prossima settimana a Milano è atteso un rappresentante del nuovo azionista di maggioranza che tratterà proprio il rinnovo dell’allenatore nerazzurro. Il suo contratto con l’Inter è in scadenza nel 2017 e l’ipotesi sembra quella di un prolungamento per una sola stagione anche se la possibilità di un biennale non sembra esclusa.

Certo, le cose non si sono del tutto riappianate ed i contatti dei giorni scorsi tra la società e il Cholo Simeone non sono affatto andati giù all’ex tecnico di Lazio e Fiorentina, ma un bel po’ di sereno sul cielo nerazzurro è davvero tornato.

La dirigenza sta cercando di mettere a disposizione del tecnico una squadra da Champions ed in effetti il mercato dell’Inter fino al momento è di un certo spessore, di meglio in Italia ha fatto soltanto la Juventus.

Sulla panchina nerazzurra Roberto Mancini di scudetti ne ha già vinti tre e adesso sembra più che mai pronto ad una stagione importante, a condizione che la società punti davvero su di lui. Vita da numero uno!

emiliobuttaro
Emilio Buttaro

Classe 1967 ha iniziato a svolgere attività giornalistica all'età di sedici anni. Nell'85 ha vinto il concorso nazionale "Vota lo speaker" indetto dalla FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo) e l'anno dopo è stato il più giovane cronista accreditato al Festival di Sanremo. Laureato in scienze politiche, si occupa anche della conduzione di eventi sempre con uno stile giornalistico. Ha collaborato e collabora con varie testate nazionali tra cui: Il Messaggero, La Stampa (redazione sportiva), Radio 24 - Il Sole 24 Ore, Radio Tv Capodistria, SBS emittente radiotelevisiva continentale australiana, Agenzia di Stampa Italpress




Ultimi articoli


18 settembre 2017

L’ora dei bomber



28 agosto 2017

Samp con le grandi



22 maggio 2017

Juve, come te nessuno mai



02 maggio 2017

Inzaghi re di Roma



20 febbraio 2017

Riapre Zemanlandia



08 febbraio 2017

Il festival del gol



30 gennaio 2017

Juve normal, Inter dream!!!



16 gennaio 2017

Giochi riaperti



09 gennaio 2017

Anno nuovo, vita vecchia



19 dicembre 2016

Juve 100 punti in 12 mesi



13 dicembre 2016

L’anti-Juve si chiama Roma



29 novembre 2016

La rinascita di Candreva



21 novembre 2016

Insigne riconquista Napoli



31 ottobre 2016

La carica del Capitano



24 ottobre 2016

L’aeroplanino ora vola davvero



26 settembre 2016

Cuore Toro



19 settembre 2016

Vita da bomber



12 settembre 2016

Pupone no limits



29 agosto 2016

E’ sempre Napoli champagne



22 agosto 2016

Partita la caccia alla Juve



25 luglio 2016

Altafini, l’ex core ‘ngrato



08 luglio 2016

Quel Contismo da preservare