Cuba: Fidel, 10 anni lontano da potere e 90 candeline

Pubblicato il 03 agosto 2016 da ansa

Cuba: Fidel, 10 anni lontano da potere e 90 candeline

Cuba: Fidel, 10 anni lontano da potere e 90 candeline

L’AVANA – Dieci anni lontano dalla stanza dei bottoni, almeno formalmente, e una torta con 90 candeline. Per Fidel Castro questi sono giorni di ricorrenze e di feste di compleanno in una Cuba dove il disgelo va avanti, anche se con un andamento lento.

Il 31 luglio del 2006 annunciò ufficialmente che lasciava “in modo provvisorio” la guida del paese e che delegava il potere a Raul. Era il primo passo, quanto meno ufficiale, del tramonto del ‘comandante’: Cuba passava così, in modo graduale e felpato, dal ‘fidelismo’ al ‘raulismo’. Il 13 agosto Fidel compie d’altra parte 90 anni.

Nei media ufficiali, ormai da giorni sono scattati commenti e articoli, accompagnati da immagini, ricordi e annunci di eventi. Anzi, le celebrazioni ufficiali per il compleanno sono iniziate l’anno scorso e andranno avanti ben oltre il 13 agosto. Il sito web Cubadebate e altri media ufficiali danno spazio alle tante sfaccettature di Castro, con articoli per esempio su ‘Fidel e gli scacchi’ oppure ‘sull’impronta fondamentale del comandante nella medicina’.

Sulla stampa c’è poi il fronte più nettamente politico, dalla lotta negli anni ’50 contro il regime di Fulgencio Batista alle più importanti decisioni economiche, e non solo, prese da Fidel nel corso dei decenni dalla rivoluzione del 1959.

In attesa quindi che il maggiore dei Castro spenga fra dieci giorni la torta con le 90 candeline, L’Avana e Washington portano avanti il disgelo avviato nel dicembre di due anni fa.

Dopo l’annuncio, e il lancio dei rapporti bilaterali con la riapertura delle ambasciate, l’uscita dal freddo del passato va avanti, tra tante difficoltà tecniche e politiche. Non ultimo, quello del rispetto dei diritti umani oltre allo spinoso nodo embargo. Cuba è d’altro lato entrata in una nuova fase di turbolenze economiche dall’esito ancora incerto, sulla scia del crollo del Venezuela.

Sul fronte energetico l’isola è legata a doppio filo a Caracas fin dalla nascita del rapporto tra Fidel e lo scomparso Hugo Chávez: un’amicizia dal valore, per Cuba, di 100 mila barili al giorno di greggio.

Il dossier energia preoccupa Raul, il quale qualche giorno fa ha sottolineato che Cuba è “in migliori condizioni” rispetto alla grave crisi del 1990 dopo la caduta dell’Urss, smentendo la possibilità di un “collasso” economico.

Quello energetico è uno dei problemi del momento all’Avana, che si fa sentire tramite le misure di risparmio, per esempio con il minor uso dei condizionatori negli uffici pubblici.

Di positivo in questo periodo c’è il lato più gradevole, e importante, del disgelo nella vita di tutti i giorni di tanti cubani. L’Avana, e il paese, hanno fame dei ‘dolares americanos’, e il turismo aumenta. Sullo sfondo rimane poi il problema della transizione dal ‘castrismo’ a un nuovo sistema di potere che è ancora un’incognita. Di anni Raul ne ha 85 e ha già detto che nel 2018 andrà in pensione.

(Martino Rigacci/ANSA)

Ultima ora

20:41Calcio: altro stadio targato Allianz, sarà negli Usa

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Dopo che anche la Juventus ha ribattezzato il proprio impianto 'Allianz Stadium, il colosso assicurativo tedesco darà il proprio nome anche all'arena in cui gioca il Minnesota United, una delle squadre partecipanti alla Major League Soccer nordamericana. Si chiamerà Minnesota Field ed è è previsto che la capienza venga ampliata dagli attuali 19.400 posti a 24.474. Si tratterà dell'ottavo impianto nel mondo 'targato' Allianz, dopo quelli di Bayern Monaco, Rapid Vienna, Sydney FC, Nizza, Palmeiras, Juventus e London Saracens di rugby.

20:35Calcio: Galliani, questo Milan mi piace

(ANSA) - MILANO, 26 LUG - "Mi piace questo Milan. Sono un tifoso pazzo del Milan e non cambio maglia. I dirigenti passano, i presidenti passano ma la fede rimane": lo dice l'ex ad rossonero Adriano Galliani a margine della presentazione del calendario della prossima stagione di Serie A. "Bonucci? E' super", aggiunge poi con un sorriso Galliani.

20:35Calcio: Cairo, Belotti continuerà a indossare maglia Torino

(ANSA) - MILANO, 26 LUG - "In Torino-Milan, sicuramente Belotti giocherà con la maglia granata": lo dice il presidente del Torino Urbano Cairo alla presentazione del nuovo calendario di Serie A, in cui il primo derby sarà proprio quello tra i granata e la Juventus. "Quella sul futuro di Belotti è una domanda che mi farete ancora, lo so. E io continuerò a dire che resta. E' un grande attaccante - continua il patron - ma il Toro non è solo Belotti. E' la punta dell'iceberg, è reduce da un campionato molto buono e mi aspetto che lo faccia altrettanto positivo in vista del Mondiale". Cairo commenta anche il sorteggio del derby con la Juventus che si giocherà alla sesta giornata: "Speriamo di non farci rimontare all'ultimo minuto come negli scorsi anni".

20:34Calcio: Marotta, Bonucci?Via campione ma rimasti tanti altri

(ANSA) - MILANO, 26 LUG - "E' stata una cosa molto veloce. Scelte umane e professionali che vanno rispettate. E' andato via un campione ma e' rimasto un gruppo di campioni. Un rischio calcolato". L'ad della Juventus Beppe Marotta commenta così, alla presentazione del calendario della prossima stagione di Serie A, la cessione di Leonardo Bonucci al Milan. "Abbiamo un gruppo di difensori molti forti. Così come Bonucci si è formato da noi, abbiamo giovani interessanti che cresceranno e troveranno continuità".

20:31Calcio: Ferrero, dove va Schick? Da me che gli voglio bene

(ANSA) - MILANO, 26 LUG - ''Schick va da Ferrero che gli vuole tanto bene''. Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, a margine della presentazione del nuovo calendario di Serie A, risponde così ad una domanda sul futuro di Patrik Schick. La trattativa con la Juventus non sarebbe ancora chiusa definitivamente e sullo sfondo resta l'Inter, molto interessata al giovane attaccante. Schick però potrebbe anche restare un anno alla Sampdoria, come da richiesta di Ferrero. Il patron blucerchiato parla anche di Antonio Cassano che ha dato l'addio al calcio qualche giorno fa: ''E' un grande calciatore non credo che smetterà davvero. E' presto per perdere un talento come il suo''. Infine evita di sbilanciarsi sulla prossima stagione: ''Non faccio pronostici, il calcio è cambiamento''.

20:29Calcio: rissa in ristorante, Terim lascia panchina Turchia

(ANSA) - ANKARA, 26 LUG - Fatih Terim lascia la guida tecnica della nazionale turca. L'annuncio è stato dato dalla federcalcio locale, con la precisazione che "entrambi le parti, la federazione e Terim, hanno deciso che sia meglio per tutti separarsi", e che la decisione è stata presa per motivi extracalcio. I motivi di opportunità che hanno portato a questa decisione sono quelli del coinvolgimento del 63enne ex allenatore del Milan e i suoi due generi in una rissa con il proprietario di un ristorante, all'interno del locale. La stampa turca aveva dato ampio risalto a questo episodio.

20:24Vitalizi: Sì della Camera a testo Richetti

(ANSA) - ROMA, 26 LUG- L'Aula della Camera ha approvato la proposta di legge Richetti sull'abolizione dei vitalizi dei parlamentari. Il testo, approvato a Montecitorio con 348 voti a favore, 17 contrari e 28 astenuti, passa al Senato.

Archivio Ultima ora