A Sirte ancora raid Usa, l’Italia pronta per le basi

Pubblicato il 03 agosto 2016 da ansa

La pista della base italiana di Sigonella, 20 marzo 2011. ANSA/ORIETTA SCARDINO

La pista della base italiana di Sigonella, 20 marzo 2011. ANSA/ORIETTA SCARDINO

IL CAIRO – Raid chirurgici a Sirte mentre Tobruk tuona contro gli americani. La nuova campagna militare degli Stati Uniti in Libia giunge al terzo giorno con l’uso di caccia e droni che sganciano bombe sull’Isis, aiutando le milizie impegnate sul campo. Ma il Parlamento di Tobruk ha convocato l’ambasciatore americano per “chiarire i raid Usa e le violazioni aeree senza permesso”. E si riaccende il fronte a Bengasi dopo la strage di soldati legati a Khalifa Haftar da parte dei miliziani islamici che annoverano anche Ansar al Sharia.

Intanto l’Italia ha aperto ad una eventuale richiesta americana di utilizzo delle proprie basi, ha annunciato il ministro Roberta Pinotti, precisando che i blitz Usa non hanno finora interessato il nostro Paese. A Sirte il morale delle milizie sembra risollevato. I bombardamenti di Washington, mirati su specifici obiettivi, avrebbero consolidato le zone di conquista delle truppe.

Fonti militari Usa al New York Times hanno rivelato che i caccia Harrier sono decollati dalla portaerei d’assalto Uss Wasp nel Mediterraneo, mentre i droni Predator da una base in Giordania. Solo ieri sera il fuoco americano ha permesso di abbattere tra l’altro una rampa di lancio dei jihadisti.
Il generale Mohamed al Ghasri, portavoce delle milizie che partecipano all’operazione militare ha affermato – riporta Alwasat – che i “raid aerei americani diretti contro alcuni obiettivi di Daesh hanno avuto un grande effetto sul terreno”, aggiungendo che “circa il 90% di Sirte è ora sotto il controllo di al Bonyan al Marsous”.

I “jihadisti restano assediati in un superficie di 5 km”, ha aggiunto, mentre un’altra fonte militare ha annunciato l’arresto di un quadro importante dell’Isis pronto a scappare. Sirte a parte, nelle ultime 24 ore è stata Bengasi al centro di una mattanza. Almeno 22 i morti nell’attacco suicida contro i militari di Haftar rivendicato dal Consiglio della Shura dei rivoluzionari.

L’inviato Onu Martin Kobler si è detto “profondamente scioccato” e ha ribadito la necessità di avere una “Libia unita per porre fine al terrorismo”. Ieri Barack Obama aveva annunciato l’avvio di una missione di una trentina di giorni per riconquistare la città, senza “boots on the ground”, ma secondo il Nyt “gli effetti a lungo termine di questa ultima escalation nella guerra contro l’Isis sono incerti”.

Esperti sono convinti che il nuovo fronte aperto dagli Stati Uniti in Libia, sancisca di fatto un clima da guerra fredda dopo il ‘niet’ russo all’intervento americano. Contrarietà era stata espressa ieri anche da Tobruk che ha convocato l’ambasciatore americano, mentre il Consiglio supremo delle tribù e delle città ha definito i raid Usa un “intervento imperialista”.

Il sangue scorre anche a Derna dove le forze armate libiche (Lna) hanno bombardato l’area ovest, colpendo un’abitazione nel quartiere Saida Khadija, forse un deposito di armi del Consiglio della Shura dei mujaheddin, miliziani legati alla rete del terrore. Nel bombardamento sono rimaste ferite due persone ed un bimbo che abitavano in una casa vicina.

(Giuseppe Maria Laudani/ANSAmed)

Ultima ora

14:59Migranti: Unicef, 200 bimbi morti in 5 mesi nel Mediterraneo

(ANSA) - PALERMO, 25 GIU - Sono almeno 200 i bambini morti lungo la rotta del Mediterraneo centrale dal Nord Africa all'Italia, da inizio d'anno, per una media di più di un bimbo al giorno. Inoltre, tra il primo gennaio e il 23 maggio oltre 45 mila rifugiati e migranti sono arrivati in Italia via mare, con un aumento del 44% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Questo dato comprende anche circa 5.500 minorenni non accompagnati - con un aumento del 22% dal 2016 - che sono circa il 92% di tutti i bambini arrivati in Italia traverso la rotta del Mediterraneo centrale. Sono gli ultimi, drammatici, dati diffusi dall'Unicef, in vista dell'incontro tra i leader dei Paesi del G7 a Taormina. Alla spiaggia di Sant'Erasmo, a Palermo, l'organizzazione internazionale ha realizzato l'iniziativa "Barchette in mare, non per gioco", nel corso della quale il medico di Lampedusa, Pietro Bartolo, è stato nominato "ambasciatore di buona volontà per Unicef".

14:56Russia: fermati 4 ‘terroristi Isis’, obiettivo Mosca

(ANSA) - MOSCA, 25 MAG - I servizi di sicurezza russi (Fsb) annunciano di aver fermato a Mosca quattro presunti terroristi di un gruppo affiliato all'Isis che stava preparando attentati nella rete dei trasporti della capitale russa con ordigni artigianali. Secondo i servizi segreti, i quattro prendevano ordini direttamente dall'Isis in Siria, dove prevedevano di andare dopo gli attentati. I presunti terroristi sono cittadini russi e di paesi dell'Asia centrale. "Nel corso delle perquisizioni nelle abitazioni dei fermati - fa sapere l'Fsb - è stato trovato un laboratorio per la produzione di esplosivi, un ordigno artigianale pronto per l'uso con elementi lesivi, nonché armi da fuoco automatiche, munizioni, granate, letteratura e video di carattere estremistico e terroristico".

14:47Migranti: insulta e minaccia sindaco su Fb, denunciato

(ANSA) - MILANO, 25 MAG - E' stato individuato e denunciato un ventiquattrenne che, nei giorni scorsi, aveva pesantemente insultato via Facebook, augurandole di essere vittima di uno stupro, il sindaco di Cinisello Balsamo (Milano), Silvia Trezzi, dopo che il primo cittadino aveva aderito al protocollo per l'accoglienza diffusa elaborato dalla Prefettura di Milano. "Mi vergogno e chiedo scusa", avrebbe detto il giovane dai carabinieri di Sesto San Giovanni (Milano) per diffamazione aggravata. Il giovane, rintracciato a seguito della querela del primo cittadino, ha riferito di aver inviato a Silvia Trezzi un messaggio di scuse. Non apparterebbe a una particolare parte politica.

14:45Manchester: la regina all’ospedale in visita ai feriti

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - La regina Elisabetta è arrivata all'ospedale pediatrico di Manchester per visitare alcuni dei feritI nell'attacco alla Manchester Arena. La regina nel corso della sua visita ha incontrato i medici e il personale sanitario che stanno curando le decine di feriti nella strage. Oltre a loro la sovrana ha portato la propria solidarietà ai ricoverati, in particolare i bambini all'interno della clinica pediatrica, e i familiari. Sono 12 i bambini - su un totale di 64 feriti - che sono stati trasportati in ambulanza nel maggiore ospedale della città inglese. Elisabetta all'arrivo è stata accolta degli applausi della gente.

14:38Commenti non graditi su Fb, coniugi aggrediscono vicino

(ANSA) - BUCINE (AREZZO), 25 MAG - Coniugi aggrediscono e minacciano un vicino di casa come risposta a commenti su Facebook nei loro confronti. E' accaduto a Bucine (Arezzo). Secondo la ricostruzione dei carabinieri, la coppia, una 36enne e un 28enne, avrebbe sfondato la porta d'ingresso dell'abitazione dell'uomo, un 35enne, provocando danneggiamenti e minacciandolo poi di morte per aver postato sul social network un commento 'poco lusinghiero' soprattutto nei confronti della donna. L'uomo, spaventato, ha chiamato i carabinieri che hanno denunciato i due per danneggiamento aggravato e minacce.

14:34Ragazzi morti in cava: su cadavere zaino con arnesi scasso

(ANSA) - GENOVA, 25 MAG - Addosso a uno dei due albanesi morti dopo essere precipitati da un'altezza di oltre quaranta metri in una cava dismessa all'Acquasanta (La Spezia), è stato ritrovato uno zaino con oggetti per lo scasso. Lo si apprende dalla Questura. All'interno dello zaino sono stati ritrovati una decina di cacciaviti, un coltello, una mazza, una chiave inglese e alcune paia di guanti. Una delle ipotesi più accreditate dagli investigatori è che la coppia di giovani albanesi sia precipitata nel dirupo mentre si allontanava dopo aver tentato un furto. Secondo quanto si apprende da fonti investigative, infatti, domenica alle 23 è avvenuto un tentato furto in una villa situata sulla Litoranea, poco lontano dal luogo del ritrovamento dei cadaveri. Una donna, svegliata dall'allarme, ha visto allontanarsi due persone dalla propria abitazione. Gli investigatori stanno svolgendo accertamenti per stabilire se assieme ai due giovani trovati morti ci fossero altre persone.

14:26Migranti: in arrivo a Cagliari nave con 282 profughi

(ANSA) - CAGLIARI, 25 MAG - Tra sabato e domenica a Cagliari arriverà una nave con a bordo 282 migranti soccorsi nei giorni scorsi a largo delle coste della Libia. Al momento non è stato stabilito il molo d'attracco e nemmeno si conosce l'orario previsto di arrivo. I profughi sbarcheranno dalla nave della marina militare inglese Echo inserita nel dispositivo Eunavfor Med come la Canaries arrivata domenica scorsa a Cagliari. I 282 migranti fanno parte dei 1.800 soccorsi in dieci distinte operazioni, coordinate dalla Guardia costiera, portate a termine ieri nel Mediterraneo centrale. Si trovavano a bordo di quattro gommoni e sei barchini raggiunti dalle varie unità navali. (ANSA).

Archivio Ultima ora