Corea del Nord lancia 2 missili, uno cade in acque del Giappone

Pubblicato il 03 agosto 2016 da ansa

Corea Nord lancia 2 missili, uno cade in acque Giappone

Corea Nord lancia 2 missili, uno cade in acque Giappone

TOKYO – La Corea del Nord allunga la gittata dei suoi missili ‘riducendo’ drasticamente la distanza che la separa dalle coste del Giappone. In un nuovo affronto di Pyongyang, che non mostra segni di arrendevolezza e minaccia da vicino Tokyo come mai prima d’ora, questa mattina il regime di Pyongyang ha lanciato due nuovi missili balistici: il secondo, partito dalla provincia occidentale di South Hwanghae, ha sorvolato una distanza di 1.000 chilometri, prima di infrangersi a 250 chilometri a ovest della penisola di Oga, nella prefettura di Akita. E’ la prima volta che un missile nordcoreano penetra all’interno delle 200 miglia nautiche dalle coste del Giappone.

Il premier nipponico Shinzo Abe ha definito il lancio “una grave minaccia alla sicurezza del Paese e un atto intollerabile e sconsiderato”.

– Il ministero della Difesa – ha detto Abe – ha allertato le forze di autodifesa, mentre la diplomazia giapponese collaborerà col governo statunitense e con Seul.

Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha dal canto prontamente espresso “forte condanna” e in una nota ha affermato che “la Nato esorta Pyongyang a smettere subito e abbandonare tutte le attività nucleari e di missili balistici esistenti in modo completo, verificabile e irreversibile”.

Anche la Farnesina ha affermato che il nuovo lancio missilistico “accresce le preoccupazioni già espresse”, e ha ricordato che “si tratta di gesti che minacciano la pace e la sicurezza internazionale, in aperta violazione delle pertinenti Risoluzioni del Consiglio di Sicurezza Onu”. Allo stesso tempo, il ministero degli Esteri tedesco ha fatto sapere che convocherà domani l’ambasciatore della Corea del Nord in Germania.

I due razzi erano modelli Rodong, con una gittata di 1.300 chilometri. Il primo si è disintegrato al decollo. Secondo fonti militari, il regime comunista ha una disponibilità di almeno 300 di questi missili. L’ultimo lancio si era verificato lo scorso marzo, con una distanza percorsa di 800 chilometri; il precedente, nel marzo del 2014, ha raggiunto i 650 chilometri.

Gli esperti anticipano nuovi esperimenti del regime nelle prossime settimane, in primo luogo come forma di protesta alle esercitazioni militari congiunte di Corea del Sud e Stati Uniti, che il regime di Pyongyang considera una preparazione ad una eventuale invasione.

Oltre a infrangere le risoluzioni delle Nazioni Unite, ha aggiunto il governo nipponico, il test non era stato annunciato dalle autorità nordcoreane, e ha messo in pericolo per le tratte aeree commerciali e le rotte di navigazione. Il test odierno con ogni probabilità rappresenta una chiara illustrazione delle capacità dei missili nordcoreani di colpire le basi Usa presenti sul territorio giapponese.

Il regime di Pyongyang si è sempre dichiarato contrario all’ accordo tra Stati Uniti e Corea del Sud sul sistema di difesa antimissile (Thaad), che è stato sviluppato dagli Usa proprio per intercettare e colpire i missili balistici a medio e corto raggio e che sarà installato entro il 2017 nel sud del Paese. Secondo Pyongyang, la sua realizzazione potrebbe innescare una feroce corsa agli armamenti, destabilizzando l’intera area.

Il progetto Thaad ha sollevato critiche anche da parte di Cina e Russia, che hanno indicato come il dispiegamento dei potenti radar necessari al suo funzionamento potrebbero compromettere i propri apparati di sicurezza militare. Il timore di Tokyo, adesso, è che il dibattito tra i maggiori schieramenti si sposti sull’adozione o meno del Thaad, oscurando la condanna unanime delle attività di Pyongyang e consentendole di perfezionare una ricerca che diventa sempre più temibile.

(Alessandro Libri/ANSA)

Ultima ora

00:22Omicidio a Reggio Calabria, ucciso tabaccaio

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 25 MAG - Un commerciante, Bruno Ielo, di 66 anni, titolare di una rivendita di tabacchi, è stato ucciso stasera in un agguato a Catona, frazione di Reggio Calabria. Secondo quanto ricostruito dalla polizia di Stato, Ielo, mentre rientrava a casa alla guida del proprio scooter, sarebbe stato affiancato da un automezzo con a bordo almeno due persone che gli hanno sparato contro alcuni colpi di pistola. La morte del commerciante é stata istantanea. Ielo, nel momento dell'agguato, stava tornando a casa dopo avere chiuso la rivendita di tabacchi che gestiva nel quartiere Gallico. Il commerciante era preceduto in auto da una delle figlie. Tra le prime ipotesi avanzate dagli investigatori quella di un tentativo di rapina per sottrargli l'incasso della giornata. Ielo era armato ma non ha fatto in tempo a prendere la pistola per difendersi. Già lo scorso anno il commerciante aveva subito un tentativo di rapina ed anche in quell'occasione era stato fatto segno da alcuni colpi d'arma da fuoco.

23:53Moto:paura per Valentino Rossi, incidente in motocross

(ANSA) - RIMINI, 25 MAG - Paura per Valentino Rossi rimasto vittima di un incidente durante un allenamento in motocross nella pista di Cavallara. Nulla di grave comunque per il pilota di Tavullia che avrebbe rimediato un trauma cranico e toracico addominale. Valentino è cosciente e parla ma i medici dell'Ospedale 'Infermi' di Rimini hanno comunque deciso di tenerlo in osservazione nel Reparto di rianimazione ma solo per motivi di privacy e riservatezza. Ci sono con lui i genitori.

23:05Moglie uccisa a bastonate,rinvio a giudizio per Cagnoni

(ANSA) - RAVENNA, 25 MAG - E' stata depositata la richiesta di rinvio a giudizio per Matteo Cagnoni, il dermatologo 52enne di Ravenna, accusato di aver ucciso a bastonate la moglie Giulia Ballestri,di 39 anni. Le ipotesi di reato formulate dalla procura sono omicidio pluriaggravato da premeditazione, crudeltà e dall'avere agito nei confronti del coniuge, e l'occultamento di cadavere nella cantina della villa dove è stato compiuto il delitto. Matteo Cagnoni é in carcere dal 19 settembre scorso, giorno del fermo a Firenze, con l'accusa di avere ucciso tre giorni prima a bastonate in una villa di famiglia di Ravenna, da tempo disabitata, la moglie. Secondo quanto contestato dai Pm Alessandro Mancini e Cristina D'Aniello sulla base delle indagini della polizia, la premeditazione sul delitto la si può dedurre in particolare da due elementi: sin dal 14 settembre Cagnoni aveva dato disposizione alla segreteria della clinica di Bologna dove prestava attività ambulatoriale, di annullare tutti gli appuntamenti per il 16, giorno del delitto.

21:44Calcio: Prandelli riparte da Emirati, nuovo tecnico Al-Nasr

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - Cesare Prandelli ricomincia dagli Emirati Arabi. L'ex ct azzurro sarà infatti il nuovo tecnico dell'Al Nasr. Lo ha ufficializzato il club sul suo sito, facendo sapere che la presentazione avverrà lunedì prossimo, con una conferenza stampa. Prandelli è reduce dalla sfortunata esperienza nella Liga sulla panchina del Valencia, terminata con la risoluzione contrattuale dopo pochi mesi. Prandelli è il secondo tecnico italiano a sedersi sulla panchina dell'Al-Nasr dopo Walter Zenga (2011-2013).

21:34Usa: corte appello Virginia conferma blocco ‘bando’

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Una corte di appello federale della Virginia si è rifiutata di reintrodurre il 'bando' sugli ingressi in Usa da alcuni Paesi musulmani voluto dal presidente Donald Trump, mantenendo quindi il blocco al provvedimento anche nella seconda stesura presentata dall'amministrazione Usa. La vicenda è così a questo punto diretta alla Corte Suprema.

21:20Usa: corte appello Virginia conferma blocco ‘bando’

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Una corte di appello federale della Virginia si è rifiutata di reintrodurre il 'bando' sugli ingressi in Usa da alcuni Paesi musulmani voluto dal presidente Trump, mantenendo quindi il blocco al provvedimento anche nella seconda stesura presentata dall'amministrazione Usa. La vicenda è così a questo punto diretta alla Corte Suprema.

21:15Manchester: Cnn, kamikaze forse addestrato in Siria

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Il kamikaze autore della strage a Manchester, Salman Abedi, ha con tutta probabilità ricevuto addestramento dall'Isis in Siria nei mesi precedenti all'attacco, stando ad informazioni raccolte nella fase preliminare dell'inchiesta. Lo riferisce la Cnn citando fonti Usa.

Archivio Ultima ora