Grillo blinda Raggi: “No a processi, tutti con Virginia”

Pubblicato il 04 agosto 2016 da ansa

Grillo blinda Raggi: “No a processi, tutti con Virginia”

Grillo blinda Raggi: “No a processi, tutti con Virginia”

ROMA – “Siamo tutti con Virginia”. Beppe Grillo ed il direttorio del M5S scendono in campo a sostegno del sindaco di Roma, Virginia Raggi, dopo le polemiche per la “cena-processo” dell’altra sera a casa di Alessandro Di Battista con il vicesindaco Daniele Frongia e tutti i membri del direttorio pentestellato. Una cena che, secondo alcune fonti, si sarebbe trasformata in una sorta di interrogatorio sull’operato della Raggi in merito al caso Ama e all’assessore all’Ambiente Paola Muraro.

Ma il leader pentastellato e i cinque big del direttorio con un post sul blog contestano proprio queste ricostruzioni. E passano all’attacco.

“Virginia Raggi e tutti gli assessori stanno lavorando a testa bassa per restituire ai romani una città pulita, ordinata, funzionante, viva e risolvere i danni lasciati da venti anni di mala politica e di mala gestione da parte dei partiti e di certi dirigenti delle municipalizzate: il Pd e i giornali si occupano solo di colpire la Raggi e il M5S a suon di balle”.

Per i cinquestelle, in sintesi, si tratta di “retroscena e notizie false nel tentativo di screditare l’operato del sindaco e nella speranza (vana) di spaccarci”. La risposta del M5S non convince il Pd. Per il deputato Ernesto Carbone, “Grillo non fa altro che confermare il commissariamento della Raggi”.

– E’ vero che Grillo, la Casaleggio e i 5 stelle sono con Virginia, sì, ci sono proprio tutti visto che la sindaca è stata chiamata a rapporto prima dal direttorio e poi dal mini direttorio sulla paralisi del Comune di fronte all’emergenza rifiuti – chiosa con ironia.

Accuse, queste ultime, alle quali indirettamente replica la stessa Raggi al termine di un incontro in Regione Lazio con il governatore Nicola Zingaretti:

– I vertici del Movimento sono insoddisfatti di me? Direi proprio di no.

Al di là delle schermaglie verbali, dopo le prime settimane di shock per la conquista del Campidoglio, il direttorio M5S prova a superare il momento difficile ricompattando tutto il movimento attorno alla Raggi. La tenuta di Roma – è il ragionamento – è essenziale per il progetto di conquista di Palazzo Chigi.

“Se va male a Roma – spiegano fonti parlamentari – perdiamo credibilità a livello nazionale”. E’ per questo che Roma, per i pentastellati, ha assunto orami un valore strategico unico. Le divisioni tra bande sono state percepite dagli attivisti 5stelle che sui social hanno espresso forte disappunto per le polemiche interne ed i ritardi nella scelta degli assessori. Il modello del mini-direttorio e del direttorio nazionale a sostegno della giunta romana potrebbe anche essere rivisto. La parte più ortodossa del Movimento, invece, punta il dito contro le “lobby di destra e di sinistra”.

“I loro tentativi non serviranno a nulla: Virginia Raggi è forte del mandato di quasi 800.000 romani e del sostegno e della fiducia piena dell’intero Movimento 5 Stelle – scrivono Grillo e i membri del direttorio sul blog – I giornalisti continueranno a inventare di sana pianta ‘processi’ e ‘strigliate’ al sindaco, ‘guerre’ e ‘caos’, noi continueremo a stare al fianco di Virginia per sostenerla nella nostra battaglia comune. Non c’è solo la spazzatura da cancellare, ma un intero sistema marcio di poteri forti”.

Ultima ora

19:36Mose: Mazzacurati confuso e disorientato davanti a perito

(ANSA) - VENEZIA, 16 GEN - Giovanni Mazzacurati avrebbe manifestato una sostanziale incapacità di intendere e volere nel corso della perizia svolta nei giorni scorsi negli Stati Uniti, dove l'ex presidente del Consorzio Venezia Nuova risiede, ed effettuata nell'ambito del processo a carico di otto imputati nell'inchiesta Mose. La perizia è stata effettuata, per conto del Tribunale di Venexis, dal dott. Carlo Schenardi che presenterà l'esito dell'accertamento in aula il 26 gennaio. L'esame peritale si è svolto a La Jolla, in California, dove Mazzacurati abita, alla presenza del proprio legale di fiducia, Giovanni Battista Muscari Tomaioli, del prof. Pietro Pietrini, consulente di una difesa, e del giudice Massimo Manduzio, che si è recato negli Usa, a sue spese, per provvedere qualora fossero nati problemi sul fronte processuale con la giustizia americana. Secondo quanto si è appreso, Mazzacurati sarebbe apparso estremamente confuso e disorientato, tanto che a precise domande non avrebbe saputo dare adeguate minime risposte.

19:31Pugilato: Tricolore superwelter, c’è anche ricco sottoclou

(ANSA) - ANDRIA, 16 GEN - L'organizzazione Roundzero, in collaborazione con la Pugilistica Andriese e il Comune di Andria, sta lavorando per allestire al meglio la riunione pugilistica di sabato 21 gennaio al Palasport di Andria. Oltre al main event, la sfida per il titolo italiano dei pesi superwelter, che ora è vacante, tra i due pugliesi Francesco Lezzi, detto 'Il Gladiatore della libertà', e Felice 'Faccia d'angelo' Moncelli, in programma un ricco sottoclou, tra cui spicca il 'derby' tra due pesi medi laziali, Diego Di Luisa ed Alex Marongiu. Il vincitore combatterà per il titolo italiano.

19:29Maltempo: freddo record al Nord, disagi per neve al Centro

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - L'ondata di freddo polare che attanaglia lo Stivale non molla la presa: a Nord la colonnina di mercurio prosegue senza interruzioni la sua picchiata, con temperature quasi siberiane registrate sull'Altopiano di Asiago (-32 gradi); al Centro e in Sardegna la neve è caduta abbondante, costringendo molte amministrazioni a chiudere le scuole. I fiocchi sono caduti copiosi anche nelle zone terremotate, cosa che ha peggiorato ulteriormente la vivibilità degli sfollati ancora presenti nel cratere e allocati nelle tensostrutture. Massima attenzione poi dei Vigili del Fuoco e Protezione Civile sugli edifici pericolanti, resi ancora più fragili dal peso della neve. Nel frattempo le temperature artiche hanno prodotto un'altra vittima: a Canicattì, nell'Agrigentino, un senzatetto di 53 anni è stato trovato senza vita dai carabinieri.

19:17Grasso, modificare in tempi brevi codice antimafia

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - "Auspico che si dia corso immediatamente alla discussione delle modifiche al Codice Antimafia, che peraltro attengono anche proprio alla materia delle confische dei patrimoni illeciti, e alle riforme che riguardano il processo penale". Lo ha detto il presidente del Senato Pietro Grasso intervenendo all'incontro, a Montecitorio, per il novantesimo anno dalla nascita di Pio La Torre. Un appello in tal senso era stato poco prima lanciato dalla presidente della commissione Antimafia Rosy Bindi.

19:15Sci: Cdm donne, positiva verifica neve su Olimpia Cortina

(ANSA) - CORTINA D'AMPEZZO (BELLUNO), 16 GEN - I delegati e i tecnici della Fis hanno dato una valutazione positiva sullo stato dell'innevamento della pista Olimpia delle Tofane, a Cortina, dove si disputeranno due gare di Coppa del mondo di sci femminile il 28 e 29 gennaio prossimi. L'ispezione effettuata a partire da ieri, domenica, ha soddisfatto i requisiti di sicurezza e garanzia del regolare svolgimento delle competizioni del prossimo fine settimana. Cortina ospiterà la discesa libera il prossimo sabato 28 (partenza alle 10.30) e il Super G domenica 29 (start alle 11.30). Le prove della discesa saranno due e andranno in scena giovedì 26 e venerdì 27.

19:13Sci nordico: manca la neve, annullata la Millegrobbe

(ANSA) - TRENTO, 16 GEN - A causa della mancanza di neve, è stata annullata la Millegrobbe, una delle grandi classiche del calendario nazionale delle Gran Fondo. La decisione è stata presa oggi dal comitato organizzatore. La 35/a edizione, di 30 chilometri in tecnica classica, avrebbe dovuto svolgersi domenica 22 gennaio.

19:03Gioco d’azzardo: Bindi, la mafia si infiltra

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - "È un dato di fatto che la penetrazione mafiosa non riguarda solo più i tradizionali settori imprenditoriali, ma si snoda e permea di sé anche quelli di più recente sviluppo, rappresentati proprio dal gioco e dalle scommesse, dalla gestione delle slot machine, dalle scommesse sportive on line fino al fenomeno del match fixing". Lo ha detto nell'Aula della Camera la presidente della commissione Antimafia Rosy Bindi in discussione generale sulla relazione della commissione che sarà votata domani dall'Assemblea di Montecitorio.

Archivio Ultima ora