Alesi, un campione targato Fedeciv arrivato nell’elite dello sport

Pubblicato il 05 agosto 2016 da redazione

Alesi un campione targato Fedeciv che é arrivato nell’elite dello sport

Alesi un campione targato Fedeciv che é arrivato nell’elite dello sport

CARACAS – Tutti i bambini, quando iniziano a praticare uno sport, sognano di diventare dei campioni nell’attivitá dove stanno dando i primi passi, in questo caso bracciate. La favola che vi stiamo per raccontare è quella di Octavio Alesi.

Un ragazzo nato a Barinas 29 anni fa, che ha iniziato a dare le prime bracciate nei giochi Fedeciv e che grazie alla sua perseveranza ha realizzato il sogno di tutti gli atleti: partecipare ad una olimpiade. Senza dubbio il ragazzo di Barinas é uno dei punti di riferimento del nuoto venezuelano insieme ad Albert Subirats e la stella nascente l’italo-venezuelano Carlos Claverie Borgiani.

L’italo-venezuelano si cimenta tanto nello stile libero come nella farfalla. Il ragazzo di origine siciliana ha nel suo palmares due qualificazioni alle Olimpiadi (Pechino 2008 e Londra 2012), 6 partecipazioni ai campionati mondiali: Barcellona (2003), Shanghai (2006), Melbourne (2007), Roma (2009), Dubai (2010) e Shanghai (2011), e 2 presenze ai Giochi della Gioventù. Sono un bel biglietto da visita di Octoman. Il campione di Barinas ha stabilito in carriera 23 record nazionali, di cui è ancora il detentore in alcune specialità, più un record panamericano.

Conosciamo un po’ di più il campione di origini siciliane, l’atleta che per trovare la giusta concentrazione prima di ogni gara si rilassa ascoltando nelle cuffiette musica da discoteca e rock.

Alesi ci ha raccontato in un’intervista rilasciata prima dei giochi olimpici del 2012, che il suo primo contatto con il nuoto fu per raccomandazione medica: “Ho iniziato quando avevo 5 anni, dato che il nuoto era raccomandabile per prevenire malattie respiratorie. Poi ho iniziato a praticarlo a livello professionista quattro anni dopo”.

Con il passare degli anni, Alesi ha iniziato a capire che il nuoto sarebbe stata la sua passione: “Sì, penso che la scintilla di diventare un campione del nuoto sia scoppiata guardando i giochi olimpici di Atlanta ’96. Stavo tornando dai ‘Juegos Nacionales’ e vedendo in tv le gare e il campione del nuoto Francisco ‘tiburón’ Sánchez ho pensato: Un giorno voglio esserci anch’io a portare in alto il nome del mio paese”.

Come accade con tutti i campioni dello sport, grazie alla sua costanta ed il supporto della famiglia é riuscito a realizzare il sogno di diventare un campione di nuoto. La perseveranza ed il suo talento lo hanno aiutato ad entrare nel giro della nazionale e così ha nuotato nelle principali vasche del mondo.

Ha rappresentato il suo paese in piú 21 gare nelle vasche piú prestigiose del mondo, senza dimenticare l’evento più importante, i gochi olimpici. Alesi ha avuto l’opportunitá di vivere questa bellísima esperienza in un paio di occasioni: Pechino 2008 e Londra 2012.

Prima dei giochi che si sono svolti nella penisola britannica ci raccontava: “Il principale obiettivo è quello di essere il nuotatore più veloce del Venezuela nei 50 metri liberi, sono a soli 19 centesimi dal record nazionale. L’attuale primato (22.54) è in mano di Alberts Subirats, ma è stato stabilito con i costumi che poi sono stati proibiti dalla Fina”.

Durante i giochi olimpici, Alesi, non solo ha realizzato il sogno di una vita, ma ha anche incontrato nel villaggio olimpico campioni che tante persone ammirano attraverso lo schermo della tivú. “Nei giochi del 2008 ho avuto la fortuna di incrociare campioni del calibro di Rafael Nadal, Lebron James, Kobe Briant e Yao Ming. Tutti li ho incontrati nel villaggio olimpico. E’ un’esperienza indimenticabile, una sensazione molto bella”.

Per la cronaca, nei giochi che si svolsero nella capitale cinese il campione di origine siciliana chiuse la sua partecipazione nei 100 metri farfalla al 45/esimo posto. Mentre a Londra prese parte alla prova 4×100 stile libero piazzandosi al 15 posto.

Lo squalo di Barinas, grazie al nuoto ha anche partecipato ai Giochi della Gioventù, manifestazione organizzata dal CONI e dove sono presenti atleti di origine italiana provenienti da ogni angolo del mondo: “Quella è stata un’esperienza molto bella, era la prima volta che rappresentavo il Venezuela all’estero. Nelle due spedizioni ho fatto delle amicizie con ragazzi di diverse parti del mondo con cui spesso sono in contatto. E’ un campionato che serve per unire le diverse collettività italiane. Poi hai anche la possibilità di andare in Italia e ti aiuta a maturare sia a livello sportivo che personale.”

La prima partecipazione è stata nel 1998 in Sicilia e la seconda in Veneto nel 2000, in quest’ultima vinse la medaglia d’oro nei 50 farfalla.

La storia di Alesi, che ha iniziato le sue prime bracciate nei giochi Fedeciv, fino ad arrivare ai giochi olimpici, ci insegna che anche i sogni più difficili si possono avverare, ma per far sì che si realizzino bisogna allenarsi tutti i giorni e metterci tanta buona volontà.

Fioravante De Simone

Ultima ora

00:04Calcio: Cristiano Ronaldo premiato come miglior giocatore

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - Cristiano Ronaldo ha ricevuto il Best Fifa Awards come miglior giocatore della scorsa stagione, nel corso della cerimonia di premiazione svoltasi a Londra. La stella del Real Madrid e della nazionale portoghese, vincitore dell'ultima edizione della Champions League, ha battuto la concorrenza di altri due 'marziani' del calcio come Neymar (da questa stagione al Psg) e Messi (Barcellona). Il premio come miglior allenatore è andato al tecnico del Real Madrid, Zinedine Zidane, che ha superato due tecnici italiani: Massimiliano Allegri ed Antonio Conte, vincitori rispettivamente del campionato italiano con la Juventus e della Premier inglese con il Chelsea.

23:14Calcio: Serie B, Brescia-Bari 2-1

(ANSA) - BRESCIA, 23 OTT - Prima vittoria per il Brescia di Marino ai danni di un Brescia che in trasferta continua a non ingranare. L'anticipo dell'undicesima giornata di Serie B finisce 2-1 con la squadra di casa che passa al 17' con un gol di Caracciolo che infila Micaj con un diagonale in progressione. Il pareggio del Bari al 33' con Galano che batte Minelli di testa sotto misura. All'8' st Brescia di nuovo avanti con un autogol di Capradossi a deviare un innocuo cross di Furlan. Il Brescia sale a 13 punti in classifica, il Bari resta a 16.

22:01Calcio: Tavecchio, Var da valutare in base ai dati

(ANSA) - MILANO, 23 OTT - "Il Var si valuta sulle statistiche, non sulle dichiarazioni dei singoli. Bisogna vedere quanti elementi sono stati giudicati, quanti sono stati ritenuti errori e quanti quindi sono stati ripristinati nella legalità'". Così il presidente della Figc Carlo Tavecchio, a margine della consegna delle 'Stelle al Merito Sociale' al teatro Dal Verme di Milano, commenta le ultime polemiche scatenate dalla video assistenza agli arbitri, con Montella protagonista ("mi gioco la carriera"). "Certamente è un periodo di studio - aggiunge Tavecchio - dovete tenere conto che ci sono dieci campi di calcio e almeno tre arbitri che controllano: in totale sono 30 arbitri che devono avere una preparazione molto particolare e non è semplice. Ma il Var sarà il futuro del controllo del calcio".

21:56Calcio: Best Fifa Awards, Buffon miglior portiere

(ANSA) - LONDRA, 23 OTT - Gianluigi Buffon è stato votato miglior portiere al mondo della passata stagione. Il n.1 della Juventus si è aggiudicato il 'The best Fifa awards', ed è stato preferito a Keylor Navas e Manuel Neuer. "Sono felice e orgoglioso di aver ricevuto questo premio alla mia età - le parole di un Buffon commosso -. Ringrazio il mio club, il mio allenatore, e i miei compagni perché mi hanno aiutato a vincerlo. L'ultima stagione è stata fantastica, ma non abbastanza per vincere in Europa. Vorrei chiudere la carriera con una grande vittoria".

21:52Calcio: Bonucci, squadra è con Montella

(ANSA) - MILANO, 23 OTT - "Nel calcio moderno gli allenatori sono sempre messi in discussione ma la squadra è con Montella: vogliamo uscire da questo momento tutti insieme": così il capitano del Milan, Leonardo Bonucci, schierandosi con l'allenatore. "Ieri anche in dieci si è vista la voglia di rispondere sul campo alle critiche che ci stanno piovendo addosso dopo il grande mercato e le aspettative iniziali - ha detto a Premium Sport -. Dobbiamo rimanere uniti, credere nel lavoro: sono molto fiducioso e positivo per quello che verrà".

21:42Insulti antisemiti: Tavecchio, fatto inqualificabile

(ANSA) - MILANO, 23 OTT - "I volantini antisemiti offendono una comunità e tutto il nostro Paese. E' un atteggiamento inqualificabile". Così il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, a margine della consegna delle 'Stelle al Merito Sociale' al teatro Dal Verme di Milano, commenta le scritte antisemite apparse ieri sera allo stadio Olimpico di Roma durante la partita Lazio-Cagliari.

21:10Battisti, ‘se sarò estradato in Italia mi uccideranno’

(ANSA) - BRASILIA, 23 OTT - Nel caso in cui fossi estradato in Italia, "gli agenti penitenziari italiani hanno detto che mi uccideranno": lo ha detto alla stampa brasiliana Cesare Battisti alla vigilia della riunione del Supremo Tribunale brasiliano, ricordando "l'odio alimentato in tutti questi anni da una parte dei media e dalle forze politiche italiane. Quelli che mi vogliono uccidere sono quelli che dovranno avere cura di me in carcere... ho paura della violenza fisica da parte dell'Italia", ha aggiunto l'ex terrorista dei Pac condannato all'ergastolo per quattro omicidi. Battisti ha tuttavia affermato: "Sto aspettando la risposta del Supremo Tribunal Federal, credo sarà positiva. Stiamo parlando della legge, e secondo la legge la mia estradizione è impossibile. Un decreto non può essere derogato dopo cinque anni" dall'approvazione, ha detto alla stampa brasiliana Battisti. Domani è in programma a Brasilia un'udienza dell'Alta corte che esaminerà l'habeas corpus richiesto dai legali di Battisti.

Archivio Ultima ora