Rio 2016: Iemma sogna di emulare Forcella con i colori del Venezuela

Pubblicato il 08 agosto 2016 da redazione

Julio César Iemma sogna di emulare Forcella

Julio César Iemma sogna di emulare Forcella

CARACAS – Nel 1960, nelle olimpiadi che si disputarono a Roma, in Venezuela tutti fecero salti di gioia con la medaglia di bronzo vinta da Enrico Forcella, nella prova dei 50 metri con la carabina. Cinquantasei anni dopo, la terra di Bolívar, sogna di salire nuovamente sul podio di una olimpiade in una gara di tiro sportivo: il protagonista in questa occasione é Julio César Iemma, anche lui di origine italiana.

Il campione nato 32 anni fa a Caracas, ha centrato la qualificazione grazie alla medaglia d’argento vinta durante i Giochi Panamericani che si sono disputati l’anno scorso a Toronto, in Canadá. Nel Toronto International Trap & Skeet Club, il criollo con i suoi 202,2 si é appeso al collo l’argento a soli 0,3 punti dallo statunitense Connor Davis che aveva chiuso la prova con 202,5 punti. In terza posizione era arrivato Bryant Wallizer (Usa) con 180.8.

Attualmente, Julio César Iemma é il massimo rappresentante vinotinto in questo sport. Prima di lui Felipe Beuvrin (figlio) aveva partecipato a Sidney nel 2000, mentre per le donne avevano detto presente Francis Gorrin (Atene 2004), Diliana Méndez (Pechino 2008) e Maribel Pineda (Londra 2012).

La passione per questo sport é parte del suo pacchetto genetico, infatti anche suo padre, Julio César, ha partecipato a diverse competizioni internazionali prima difendendo i colori dell’Argentina e poi in rappresentanza del Venezuela. E quando rappresentava il Venezuela ha vinto il titolo di campione del mondo nel mondiale di arme lunghe disputatosi in Cile nel 1989. Adesso Julio César padre é l’allenarore della nazionale ed il mentore di suo figlio.

“Mio padre mi insegna tutti i piccoli segreti di questo sport. Quando ero piccolo, il mio sogno era diventare pilota d’auto, ho praticato il karting per diversi anni, però era uno sport assai costoso ed alla fine ho deciso di seguire i passi di mio padre” confessava il pistolero criollo in una intervista ad un quotidiano venezuelano.

Iemma ha svolto la sua preparazione ad Hannover in Germania. Puó vantare di avere nel suo palmarés quattro medaglie nei Giochi Centroamericani e dei Caraibi che si sono disputati nella localitá messicana di Veracruz nel 2014, dove vinse l’oro nei 50 metri a squadre, specialitá dove spera di salire sul podio anche in Brasile.

“Giorno dopo giorno sento che sto migliorando il mio livello, e così aumentano le mie possibilitá di entrare in finale e puntare ad una medaglia. Forse si realizzerà il mio sogno”.

Per la cronaca nella gara di oggi, quella della carabina 10 metri, prova vinta dall’azzurro Niccolò Campriani, l’italo-venezuelano Iemma ha chiuso al quarantacinquesimo posto con 612,7 punti. Il pistolero criollo avrá l’opportunitá di rifarsi venerdí nella carabina 50 metri a terra e domenica nella 50 metri tre posizioni.

In caso di vittoria farebbe ritornare alla mente l’impresa compiuta circa mezzo secolo fa da Forcella nei giochi olimpici di Roma.

Fioravante De Simone

Ultima ora

00:29Tunisia: passa la legge contro la violenza sulle donne

(ANSAmed) - TUNISI, 26 LUG - Voto storico a Tunisi. Dopo un iter parlamentare accidentato e ostacolato da rinvii che avevano fatto temere un fallimento, il parlamento tunisino ha approvato all'unanimità con 146 voti a favore la legge organica contro la violenza e i maltrattamenti sulle donne e per la parità di genere. Quarantatrè articoli divisi in 5 capitoli per fornire misure efficaci per lottare contro ogni forma di violenza o sopruso basato sul genere. Il testo ha l'obiettivo di garantire alla donna il rispetto della dignità e assicurare l'uguaglianza tra i sessi, garantita dalla Costituzione, attraverso un approccio globale basato sulla prevenzione, la punizione dei colpevoli e la protezione delle vittime. La legge punta inoltre ad eliminare ogni forma di disuguaglianza tra i sessi anche sul lavoro.

00:27Calcio: Champions League, Nizza-Ajax 1-1

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Mario Balotelli a segno, ma il Nizza non riesce ad imporsi sull'Ajax che dalla Costa Azzurra porta via un prezioso 1-1 nell'andata di una delle gare del terzo turno preliminare di Champions League. Al vantaggio rossonero al 32' grazie all'attaccante italiano, infatti, i Lancieri hanno risposto al 4' della ripresa con van de Beek. Mercoledì prossimo la gara di ritorno che varrà l'accesso ai playoff. Tra gli altri risultati delle gare di oggi, da segnalare lo 0-0 fra gli scozzesi del Celtic e i norvegesi del Rosenborg e il 3-1 degli ucraini della Dynamo Kiev sugli svizzeri dello Young Boys.

00:03Sci: Italia Team, operata l’azzurra Marsaglia

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Francesca Marsaglia è stata operata presso la clinica La Madonnina, a Milano, per una sindrome pubico-inguinale che le impediva di allenarsi con regolarità. Lo rende noto la Federsci precisando che l'operazione è stata effettuata dal dottor Gianpiero Campanelli, sotto la supervisione della Commissione medica della Fisi. La 27enne sciatrice azzurra dovrà ora osservare una decina di giorni di riposo assoluto e ricominciare gradualmente la preparazione: l'obiettivo, conclude la Fisi, è quello di presentarsi regolarmente alla partenza del viaggio sudamericano con destinazione Ushuaia (Argentina), ad inizio settembre.

23:28Calcio: 1-0 al Lille di Bielsa, il “Bortolotti” all’Atalanta

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - L'Atalanta di Gian Piero Gasperini ha vinto la ventitreesima edizione del trofeo "Achille e Cesare Bortolotti", intitolato alla memoria dei due presidenti scomparsi, battendo per 1-0 il Lille di Marcelo Bielsa davanti a poco meno di diecimila spettatori. A segno nel primo tempo Cristante (14') che controlla e di esterno destro piazza sotto la traversa l'assist con scavetto di Gomez. Nella ripresa, Gollini salva il risultato parando a Benzia un rigore concesso per un contatto fra Palomino e Ponce. Per i nerazzurri una prova discreta in attesa delle altre sgambate internazionali: quella con il Borussia Dortmund del primo agosto ad Altach (19.30) e quella a Valencia l'11 dello stesso mese. Da giovedì, intanto, squadra a San Gallo per la seconda fase della preparazione.

23:24Calcio: Marotta, offerta a Lotito per Keita Baldé

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - "Abbiamo parlato con Lotito per Keita Baldé. Abbiamo fatto la nostra proposta, ora sta a lui valutarla". L'ad della Juventus Beppe Marotta esce allo scoperto e annuncia di voler acquistare l'esterno della Lazio. Non nega neppure una trattativa per Matuidi: "È un'ipotesi. Stiamo valutando alcune situazioni, non nascondiamo che cerchiamo un centrocampista d'esperienza". Poi, su Schick chiarisce: "Mi spiace che sia andata così e che non si sia arrivati alla conclusione per impedimenti oggettivi. È un talento emergente, ma per il momento è un'operazione chiusa". Quindi, esclude la cessione di Dybala, nonostante piaccia al Barcellona: "Abbiamo rifiutato tante offerte. Quando un giocatore è contento di rimanere alla Juve, ci resta finché vuole". Infine, sulla possibilità di affidare la maglia n.10 al neoarrivato Bernardeschi: "È una maglia pesante nella storia della Juventus e del calcio in generale, valuteremo. È anche una forma di protezione per non esporlo a troppe responsabilità. Bisogna essere molto cauti".

23:00Calcio: Tavecchio, col Var ci aspettiamo meno polemiche

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - "Con il Var ci aspettiamo molte meno polemiche. Sono stato fra i primi a chiederlo ai tempi di Blatter e sono felice che quest'anno entri in vigore. All'inizio bisognerà abituarsi, ma è una novità sicuramente positiva. Garantirà maggiore sicurezza nelle analisi degli arbitri". Il presidente della Figc Carlo Tavecchio, a margine della presentazione del calendario della prossima stagione di Serie A, parla dell'introduzione del Var.

22:46Calcio: amichevole, la Samp supera 3-0 la Cremonese

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Buon test per la Sampdoria che supera la Cremonese, neopromossa in Serie B: finisce 3-0 per i blucerchiati nell'amichevole di Temù (Brescia), a pochi chilometri da Ponte di Legno, dove la squadra di Giampaolo sta svolgendo il ritiro. La Samp è partita inizialmente con Puggioni tra i pali, in difesa Bereszynski, Silvestre, Simic e Dodò; a centrocampo Capezzi, Barreto e Linetty, con Alvarez in appoggio a Quagliarella e Caprari. Poi, il tecnico ha mischiato tutto. Il primo tempo si è chiuso sull'1-0, grazie alla rete di Alvarez al 42' dopo uno scambio con Caprari. Nella ripresa, raddoppio al 17' con Djuricic e tris al 28' con il nuovo acquisto Kownacki. La notizia del successo sulla Cremonese arriva però in un giorno di lutto per il mondo blucerchiato: è morto a 108 anni "Nonno Pietro", il più anziano tifoso della Sampdoria. Nel 2013/'14 fu volto della campagna abbonamenti blucerchiata. Lo società lo ricorda così: "Ciao Nonno Pietro, tifa per noi anche da lassù".

Archivio Ultima ora