Rio 2016: Iemma sogna di emulare Forcella con i colori del Venezuela

Pubblicato il 08 agosto 2016 da redazione

Julio César Iemma sogna di emulare Forcella

Julio César Iemma sogna di emulare Forcella

CARACAS – Nel 1960, nelle olimpiadi che si disputarono a Roma, in Venezuela tutti fecero salti di gioia con la medaglia di bronzo vinta da Enrico Forcella, nella prova dei 50 metri con la carabina. Cinquantasei anni dopo, la terra di Bolívar, sogna di salire nuovamente sul podio di una olimpiade in una gara di tiro sportivo: il protagonista in questa occasione é Julio César Iemma, anche lui di origine italiana.

Il campione nato 32 anni fa a Caracas, ha centrato la qualificazione grazie alla medaglia d’argento vinta durante i Giochi Panamericani che si sono disputati l’anno scorso a Toronto, in Canadá. Nel Toronto International Trap & Skeet Club, il criollo con i suoi 202,2 si é appeso al collo l’argento a soli 0,3 punti dallo statunitense Connor Davis che aveva chiuso la prova con 202,5 punti. In terza posizione era arrivato Bryant Wallizer (Usa) con 180.8.

Attualmente, Julio César Iemma é il massimo rappresentante vinotinto in questo sport. Prima di lui Felipe Beuvrin (figlio) aveva partecipato a Sidney nel 2000, mentre per le donne avevano detto presente Francis Gorrin (Atene 2004), Diliana Méndez (Pechino 2008) e Maribel Pineda (Londra 2012).

La passione per questo sport é parte del suo pacchetto genetico, infatti anche suo padre, Julio César, ha partecipato a diverse competizioni internazionali prima difendendo i colori dell’Argentina e poi in rappresentanza del Venezuela. E quando rappresentava il Venezuela ha vinto il titolo di campione del mondo nel mondiale di arme lunghe disputatosi in Cile nel 1989. Adesso Julio César padre é l’allenarore della nazionale ed il mentore di suo figlio.

“Mio padre mi insegna tutti i piccoli segreti di questo sport. Quando ero piccolo, il mio sogno era diventare pilota d’auto, ho praticato il karting per diversi anni, però era uno sport assai costoso ed alla fine ho deciso di seguire i passi di mio padre” confessava il pistolero criollo in una intervista ad un quotidiano venezuelano.

Iemma ha svolto la sua preparazione ad Hannover in Germania. Puó vantare di avere nel suo palmarés quattro medaglie nei Giochi Centroamericani e dei Caraibi che si sono disputati nella localitá messicana di Veracruz nel 2014, dove vinse l’oro nei 50 metri a squadre, specialitá dove spera di salire sul podio anche in Brasile.

“Giorno dopo giorno sento che sto migliorando il mio livello, e così aumentano le mie possibilitá di entrare in finale e puntare ad una medaglia. Forse si realizzerà il mio sogno”.

Per la cronaca nella gara di oggi, quella della carabina 10 metri, prova vinta dall’azzurro Niccolò Campriani, l’italo-venezuelano Iemma ha chiuso al quarantacinquesimo posto con 612,7 punti. Il pistolero criollo avrá l’opportunitá di rifarsi venerdí nella carabina 50 metri a terra e domenica nella 50 metri tre posizioni.

In caso di vittoria farebbe ritornare alla mente l’impresa compiuta circa mezzo secolo fa da Forcella nei giochi olimpici di Roma.

Fioravante De Simone

Ultima ora

16:20Minaccia moglie con coltello, figlio 13enne lo fa arrestare

(ANSA) - FIRENZE, 28 MAR - Ha composto il 113 e ha chiesto l'intervento della polizia, mentre il padre stava colpendo con un coltello da cucina la porta della camera da letto dove si era rifugiato con la madre. Protagonista della vicenda, avvenuta ieri sera in un abitazione alla periferia di Firenze, un ragazzino di 13 anni. L'uomo, un 46enne italiano, è stato arrestato dagli agenti, che hanno fatto irruzione nell'appartamento sfondando la porta al termine di una lunga trattativa. Illesi il ragazzino e la madre, una quarantenne straniera. Secondo quanto ricostruito, l'uomo, che farebbe frequente uso di droghe a alcol, sarebbe tornato a casa intorno alle 22,30 e avrebbe chiesto 20 euro alla moglie, che stava guardando la televisione col bambino. Avuto il denaro, ha impugnato il coltello da cucina e l'ha minacciata chiedendo altri contanti. La donna, approfittando di un suo momento di distrazione, si è rifugiata in camera da letto col figlio, chiudendosi a chiave. Il 46enne ha iniziato a colpire la porta col coltello, riuscendo in parte a sfondarla, tanto che la moglie è stata costretta a sistemarci contro un mobile come rinforzo. A questo punto il 13enne ha preso il telefono e ha chiesto aiuto al 113. Gli agenti hanno fatto irruzione nella casa sfondando la porta, al termine di una trattativa. Il 46enne, in evidente stato di alterazione dovuto probabilmente all'assunzione di alcol e droghe, è stato sedato e portato in ospedale. Per l'uomo, disoccupato, già noto alle forze dell'ordine, è poi scattato l'arresto per i reati di rapina aggravata e maltrattamenti in famiglia. (ANSA).

16:15G7: ministri cultura Firenze, drone garantirà sicurezza

(ANSA) - FIRENZE, 28 MAR - Per garantire la vigilanza in occasione del G7 della cultura in programma il 30 e il 31 maggio prossimi a Firenze, "oltre all'elicottero sarà usato per la prima volta in città un drone in dotazione alle forze di polizia, che permetterà di effettuare controlli più dettagliati e di spostarsi più velocemente". Lo ha annunciato il questore di Firenze, Alberto Intini, illustrando alcune misure del piano sicurezza. Per la gestione del drone arriverà a Firenze un team di circa 20 uomini. Complessivamente, in occasione del G7 saranno centinaia gli uomini che saranno impiegati per garantire la sicurezza, anche, ha spiegato Intini, con "un impiego notevole di personale aggregato da altre sedi". "L'obiettivo - ha detto ancora Intini - sarà posto in particolare sull'area interessata dagli eventi, una sorta di triangolo compreso tra l'albergo dove alloggeranno le delegazioni, palazzo Pitti e palazzo Vecchio.". L'apparato di sorveglianza riguarderà "i luoghi di residenza, quelli dove si svolgeranno gli eventi e gli spostamenti delle delegazioni", con servizi di vigilanza "sia fissa che dinamica". "Ci sarà poi un'attività a più ampio raggio - ha precisato il questore - per evitare iniziative di disturbo alle cerimonie", sebbene al momento non siano previste "manifestazioni, proteste o minacce specifiche nei due giorni del vertice". Indette invece alcune manifestazioni, autorizzate dalla questura, per i giorni immediatamente precedenti. "Non ci sarà alcuna zona sottoposta a divieto di transito veicolare o pedonale". I musei degli Uffizi, di palazzo Vecchio e di palazzo Pitti saranno aperti normalmente, con controlli all'ingresso tramite "metal detector a portale e portatili, per tutti colore che accederanno nelle aree". Previsto inoltre l'impiego di unità cinofile e "di tiratori scelti, che saranno posizionati in alcuni punti considerati strategici".(ANSA).

16:08Calcio: Casillas verso la Francia, preaccordo col Marsiglia

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Il portiere spagnolo del Porto, Iker Casillas, potrebbe cambiare maglia, nella prossima stagione. L'ex pilastro del Real Madrid, oggi in Portogallo, ha dalla sua un'opzione per il rinnovo del contratto, ma solo se dovesse giocare 30 partite in campionato (attualmente è fermo a quota 26). Secondo 'A Bola', però, Casillas ha già firmato un preaccordo con il Marsiglia, squadra della Ligue 1 allenata dall'ex romanista Rudi Garcia.

15:52Terremoto: Ceriscioli,da Governo misure per Comuni e imprese

(ANSA) - ANCONA, 28 MAR - ''Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha annunciato che il Governo si impegna a recuperare nella manovra di aprile alcuni dei contenuti che non hanno trovato spazio nel decreto terremoto: le zone franche o comunque misure di fiscalità agevolata per le imprese, e un intervento a compensazione delle minori entrate dei Comuni del cratere, che rischiano il dissesto''. Così il presidente delle Marche Luca Ceriscioli, ''molto soddisfatto'' del confronto avuto dai governatori delle regioni terremotate con il premier. ''Abbiamo fatto il punto su tutte le questioni: casette, sfollati, sostegno alla ripresa delle attività produttive'' ha spiegato. Gentiloni ha assicurato ''lo stanziamento di un miliardo l'anno per tre anni, e la contestuale ricerca di risorse aggiuntive''. Uno degli obiettivi sarà poi trasformare in antisismici edifici ''non danneggiati nelle zone 1, quelle a rischio massimo''. Bene anche, conclude, l'impegno ''a un crescente trasferimento di protagonismo al territorio per la ricostruzione''.

15:38Sperona auto ex moglie e l’accoltella, in fin di vita

(ANSA) - VERCELLI, 28 MAR - Ha speronato l'auto dell'ex moglie, dopo averla aspettata all'uscita dal lavoro. E quando lei è fuggita a piedi, l'ha accoltellata ferendola in modo grave. L'aggressione a Borgo Vercelli, dove i carabinieri hanno fermato l'ex marito. Secondo le prime informazioni, la coppia di italiani si era separata e litigava da tempo. Colpita all'addome, la donna è stata trasportata all'ospedale Sant'Andrea di Vercelli, dove i sanitari la stanno sottoponendo a un delicato intervento chirurgico. (ANSA).

15:31Sci: supergigante, Paris campione italiano

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Terzo titolo italiano di supergigante per Dominik Paris. Il carabiniere altoatesino, già vincitore in questa specialità nel 2009 e nel 2013, ha messo a segno la tripletta in Trentino con il tempo di 1'18"38, precedendo di 94 centesimi il commilitone Peter Fill (che vinse lo scudetto nel 2015 e fu secondo nel 2012) e di 1"60 l'alpino Guglielmo Bosca, nuovamente sul podio dopo il successo nella combinata di ieri. Alla conclusione della stagione, a questo punto, manca solamente la discesa che si svolgerà venerdì 31 marzo a Bardonecchia (To).

15:12Scuola: Fedeli, Erasmus alle Superiori ma con gradualità

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Erasmus anche alle Superiori ma con gradualità. La ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, in occasione di un convegno sulla scuola promosso dalla Cisl, ha ribadito l'intenzione di estendere il progetto Erasmus. "Al consiglio dell'istruzione europeo di maggio - ha detto - porterò due questioni: estendere l'Erasmus anche alle famiglie che non possono permetterselo e operare, con gradualità, per consentire anche alle ultime classi della scuola superiore di costruire un proprio progetto Erasmus". La ministra si è quindi soffermata sulle risorse destinate all' istruzione. "Abbiamo cominciato a fare investimenti forti su scuola, università e ricerca. Credo che non siano sufficienti, ma è un buon inizio". "Certo è - ha osservato - che litigare su ciò che si fa per la scuola significa non vincere le sfide della globalizzazione".

Archivio Ultima ora