Referendum: soldi al “Sì” e spazi Tv, l’attacco delle opposizioni

Pubblicato il 09 agosto 2016 da ansa

Referendum: soldi al “Sì” e spazi Tv, l’attacco delle opposizioni

Referendum: soldi al “Sì” e spazi Tv, l’attacco delle opposizioni

ROMA – Fissare subito la data del referendum costituzionale. A ventiquattro ore dal via ufficiale alle procedure referendarie da parte della Corte di Cassazione, le opposizioni lanciano dal fronte del No il loro appello al presidente della Repubblica: il governo fissi subito la data a ottobre e non a novembre, è la richiesta.

Ed è polemica anche sui 500 mila euro che, come prevede la legge, andranno al Comitato per il sì, che ha raccolto 500 mila firme a sostegno della richiesta di referendum. Ma si riaccende lo scontro pure dentro il Pd: la minoranza insorge contro la scelta di intitolare la Festa nazionale dell’Unità ‘L’Italia che dice sì’.

Dal governo ribadiscono che la data sarà fissata nei tempi previsti dalla legge: il 20 o 27 novembre, restano le domeniche al momento più ‘quotate’. Ma lo slittamento rispetto all’ipotesi iniziale di ottobre è bersaglio di attacchi dal composito fronte del No. Il M5s, con Roberto Fico, chiede a Sergio Mattarella di “impedire al premier di rallentare la procedura di individuazione della data” e di non permettere che sia fissata “a ridosso della stagione invernale”.

– Renzi prende tempo in attesa di sondaggi a favore della sua riforma – sostiene da Sinistra italiana Loredana De Petris.

Un’accusa reiterata anche dal centrodestra, da Gaetano Quagliariello.

– E’ chiaro che il governo deciderà secondo le proprie convenienze – dice dal comitato del No Massimo Villone -. Forse se potesse – scherza – oggi Renzi vorrebbe non farlo più. Per me la cosa migliore sarebbe non sovrapporre il voto alla legge di stabilità, che rischia di oscurare la comunicazione sui temi della riforma.

Renato Brunetta afferma che finché non sarà fissata la data, non scatterà la par condicio. Ed è questo il secondo fronte caldo. Perché il Comitato del No, che sta organizzando per ottobre un grande evento nazionale, lamenta la mancanza di spazi di comunicazione: dopo aver scritto una lettera al presidente Mattarella, dovrebbero chiedergli un incontro a settembre.

Il Comitato del No non ha raggiunto la quota di 500mila firme e dunque non avrà la garanzia degli spazi televisivi, né i 500mila euro di rimborsi previsti dalla legge. Due risorse che invece avrà il Comitato del Sì, dal momento che ha superato quota 500mila. Ma anche su questo l’opposizione attacca.

– Quei soldi – accusa M5s – li intascherà il Pd.

Brunetta sostiene che Renzi ha fatto raccogliere firme solo per ottenere quei fondi. Senza neanche provare a entrare nel merito, è contro il Pd e i sostenitori del Sì che Beppe Grillo imposta la sua campagna:

“E’ inutile che vi spieghi del referendum, non lo capisco neppure io. Voi dovete decidere con l’istinto primordiale, guardare le facce di chi dice di votare Sì: non si avvicinino alla Costituzione”.

Ma il Pd rivendica nel merito la sua riforma e promuove la campagna referendaria dando anche alla festa nazionale dell’Unità il titolo: “L’Italia che dice sì”. Una scelta fin dall’inizio criticata da Pier Luigi Bersani e oggi definita “miope” e “politicamente sbagliata” dai senatori della minoranza Dem con Miguel Gotor e Federico Fornaro. Così, affermano, si tagliano fuori e “demonizzano” gli elettori di centrosinistra che sono orientati a votare No.

(Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

22:56Voto Gb: Corbyn, ‘con noi non ci sarà Brexit senza accordo’

(ANSA) - LONDRA, 29 MAG - La Brexit ci sarà, ma non avverrà "senza un accordo" con l'Ue se al governo in Gran Bretagna andrà il Labour. Lo ha detto il leader laburista, Jeremy Corbyn, nel dibattito televisivo elettorale a distanza di stasera, assicurando di voler "rispettare il risultato del referendum", ma di voler negoziare anche "un accordo di libero scambio con Bruxelles" e mantenere rapporti stretti con l'Europa. Il leader laburista si è poi detto pronto a pagare all'Ue "quanto legalmente dovuto" per il divorzio. Quanto all'immigrazione, Corbyn ha infine detto di ritenere "probabile" una leggera riduzione dell'immigrazione, ma senza fare alcuna promessa di limitarla. Secondo Corbyn, l'attentato di Manchester è stato un gesto orribile e non ci sono giustificazioni per chi la commesso, ma deve suggerire anche una revisione della politica estera, che "non significa una politica estera più soft", bensì una politica che punti a stabilizzare i Paesi devastati da guerre e interventi militari, come la Siria e la Libia.

21:29Auto ‘impazzita’ travolge 5 persone a Roma, 2 gravi

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Un'auto ha travolto 5 pedoni stasera a Roma. E' accaduto in via dei Colli Portuensi. I 5 feriti sono stati trasportati in ospedale dal 118 di Roma. Secondo quanto si è appreso, il più grave è un ragazzo di circa 30 anni rimasto incastrato sotto le ruote della macchina. Trasportata in ospedale in codice rosso anche una donna con vari traumi alla schiena. Gli altri tre sembrerebbero meno gravi. Sul posto polizia e polizia locale per i rilievi. Alla guida della Smart c'era una donna. Non si esclude che possa aver avuto un malore.

21:20Tennis: Roland Garros, Fognini al secondo turno

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Anche Fabio Fognini si aggiunge alla piccola pattuglia di azzurri che ha raggiunto il secondo turno al Roland Garros. Il tennista ligure e' riuscito solo al quinto set ad avere ragione del giovane statunitense Frances Tiafoe, col punteggio di 6-4, 6-3, 3-6, 1-6, 6-0, in due ore e 45 minuti di gioco. L'incrocio del tabellone lo porta ad affrontare un altro italiano, Andreas Seppi.

21:02Totti: Spalletti “Francesco vuole fare vicepresidente Roma”

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Totti? Gli devono far fare il vicepresidente della Roma, è quello che lui vuole. I fischi di ieri? Mi hanno fatto pagare il conto". Così Luciano Spalletti, in una intervista che andrà in onda integralmente in serata (alle ore 21) nel corso della trasmissione di Sportitalia 'La Partita Perfetta'. Il tecnico della Roma annuncerà il suo futuro domani in una conferenza stampa: "Dirò cose molto importanti, la prima di tutte è che la Roma è in Champions. Di Francesco? Ne parlerò domani..." aggiunge l'allenatore toscano, rifilando una stoccata al collega Sarri: "Il suo Napoli gioca un calcio da paradiso, ma non parli dei nostri rigori".

20:47Migranti: sbarchi 2017 a quota 60mila, +48% rispetto a 2016

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Con i quasi diecimila arrivi negli ultimi tre giorni il conto degli sbarchi nel 2017 ha superato quota 60mila, il 48% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando erano stati 40mila. Lo indicano i dati del Viminale. I nigeriani sono testa tra le nazionalità delle persone sbarcate (8.120), seguiti da bengalesi (7.567) e guineani (6.144). I minori non accompagnati sono 6.242, ma non sono ancora stati conteggiati i numerosi arrivati degli ultimi giorni. La Lombardia è sempre in testa tra le regioni per la quota di migranti8 ospitati (il 14% del totale), seguita da Campania e Lazio (9%).(ANSA).

20:45Alfano, con Renzi posizioni distanti, 1/6 Ap deciderà

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Le posizioni sono distanti sia sul tema della legge elettorale e sia sul tema della durata della legislatura. Sarebbe stato naturale per il Pd cercare prima un accordo con il suo alleato di governo e non con le forze che sono all'opposizione. Ho convocato la direzione nazionale del partito il primo giugno e in quella sede prenderemo le nostre decisioni". Lo afferma il leader di Ap e ministro degli Esteri Angelino Alfano parlando da Fabriano.

20:43Gb: custode zoo Cambridgeshire uccisa da una tigre

(ANSA) - LONDRA, 29 MAG - Una custode dello zoo di Hamerton nel Cambridgeshire è stata uccisa da una tigre. Ne dà notizia la polizia locale che ha evacuato e chiuso la struttura assicurando che nessun animale è fuggito. Secondo la ricostruzione, la tigre è riuscita ad entrare nella recinzione che doveva proteggere l'addetta dello zoo. I visitatori non sarebbero mai stati in pericolo.

Archivio Ultima ora