Referendum: soldi al “Sì” e spazi Tv, l’attacco delle opposizioni

Pubblicato il 09 agosto 2016 da ansa

Referendum: soldi al “Sì” e spazi Tv, l’attacco delle opposizioni

Referendum: soldi al “Sì” e spazi Tv, l’attacco delle opposizioni

ROMA – Fissare subito la data del referendum costituzionale. A ventiquattro ore dal via ufficiale alle procedure referendarie da parte della Corte di Cassazione, le opposizioni lanciano dal fronte del No il loro appello al presidente della Repubblica: il governo fissi subito la data a ottobre e non a novembre, è la richiesta.

Ed è polemica anche sui 500 mila euro che, come prevede la legge, andranno al Comitato per il sì, che ha raccolto 500 mila firme a sostegno della richiesta di referendum. Ma si riaccende lo scontro pure dentro il Pd: la minoranza insorge contro la scelta di intitolare la Festa nazionale dell’Unità ‘L’Italia che dice sì’.

Dal governo ribadiscono che la data sarà fissata nei tempi previsti dalla legge: il 20 o 27 novembre, restano le domeniche al momento più ‘quotate’. Ma lo slittamento rispetto all’ipotesi iniziale di ottobre è bersaglio di attacchi dal composito fronte del No. Il M5s, con Roberto Fico, chiede a Sergio Mattarella di “impedire al premier di rallentare la procedura di individuazione della data” e di non permettere che sia fissata “a ridosso della stagione invernale”.

– Renzi prende tempo in attesa di sondaggi a favore della sua riforma – sostiene da Sinistra italiana Loredana De Petris.

Un’accusa reiterata anche dal centrodestra, da Gaetano Quagliariello.

– E’ chiaro che il governo deciderà secondo le proprie convenienze – dice dal comitato del No Massimo Villone -. Forse se potesse – scherza – oggi Renzi vorrebbe non farlo più. Per me la cosa migliore sarebbe non sovrapporre il voto alla legge di stabilità, che rischia di oscurare la comunicazione sui temi della riforma.

Renato Brunetta afferma che finché non sarà fissata la data, non scatterà la par condicio. Ed è questo il secondo fronte caldo. Perché il Comitato del No, che sta organizzando per ottobre un grande evento nazionale, lamenta la mancanza di spazi di comunicazione: dopo aver scritto una lettera al presidente Mattarella, dovrebbero chiedergli un incontro a settembre.

Il Comitato del No non ha raggiunto la quota di 500mila firme e dunque non avrà la garanzia degli spazi televisivi, né i 500mila euro di rimborsi previsti dalla legge. Due risorse che invece avrà il Comitato del Sì, dal momento che ha superato quota 500mila. Ma anche su questo l’opposizione attacca.

– Quei soldi – accusa M5s – li intascherà il Pd.

Brunetta sostiene che Renzi ha fatto raccogliere firme solo per ottenere quei fondi. Senza neanche provare a entrare nel merito, è contro il Pd e i sostenitori del Sì che Beppe Grillo imposta la sua campagna:

“E’ inutile che vi spieghi del referendum, non lo capisco neppure io. Voi dovete decidere con l’istinto primordiale, guardare le facce di chi dice di votare Sì: non si avvicinino alla Costituzione”.

Ma il Pd rivendica nel merito la sua riforma e promuove la campagna referendaria dando anche alla festa nazionale dell’Unità il titolo: “L’Italia che dice sì”. Una scelta fin dall’inizio criticata da Pier Luigi Bersani e oggi definita “miope” e “politicamente sbagliata” dai senatori della minoranza Dem con Miguel Gotor e Federico Fornaro. Così, affermano, si tagliano fuori e “demonizzano” gli elettori di centrosinistra che sono orientati a votare No.

(Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

14:28Rissa dopo sconfitta a calcetto, denunciata intera squadra

(ANSA) - TORINO, 22 OTT - Una serata di sport, e di svago, è finita a botte, con i carabinieri costretti a intervenire in un centro sportivo di Venaria Reale, nel Torinese, per sedare una rissa. Denunciata una intera squadra di calcetto, cinque persone tra i 18 e i 52 anni che, sconfitti 14-0 sul campo, hanno pensato bene di vendicarsi aggredendo gli avversari negli spogliatoi. Tre le persone costrette a farsi medicare per le ferite, con prognosi tra gli otto e i dieci giorni. Per i calciatori violenti è scattata la denuncia per lesioni personali aggravate in concorso. Tre di loro hanno alcuni precedenti penali.(ANSA).

14:28Referendum: Martina, oggi astensione consapevole

(ANSA) - MILANO, 22 OTT - "Oggi astensione consapevole al #referendumlombardia. Si è sprecato tempo e denaro per un quesito inutile": lo scrive questa mattina in un tweet Maurizio Martina, ministro delle Politiche agricole e vicesegretario del Partito Democratico.

14:23Bersani,se replica Pd arrogante punto non ritorno

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Speranza ha preso una iniziativa importante e ha fatto una proposta seria. C'è da augurarsi che le risposte siano serie e non arroganti e propagandistiche. Sarebbe un punto di non ritorno". Lo scrive su Facebook Pier Luigi Bersani, rilanciando l'intervista in cui il coordinatore di Mdp Roberto Speranza chiede al Pd un tavolo per discutere di alleanze future.

14:23Pd: Rosato, ok a incontro con Mdp ma votino l.elettorale

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Se c'è la volontà di collaborare, e noi l'abbiamo tutta, le condizioni da mettere devono riguardare il futuro. Intanto approviamo insieme questa legge elettorale, che è un buon modello che ci consentirà di fare la coalizione". Lo dice il capogruppo del Pd Ettore Rosato al gr Rai rispondendo alla richiesta di un incontro con Renzi avanzata del leader Mdp Speranza.

14:10Terremoto: Arca a Norcia “dove progettare il futuro”

(ANSA) - NORCIA (PERUGIA), 22 OTT - Firmato il protocollo di intesa per la realizzazione del concorso internazionale di progettazione per la realizzazione dell'Arca di Norcia. Stamani, al centro polivalente Boeri, l'associazione "I love Norcia", l'Ordine nazionale degli architetti, la Regione Umbria e il Comune di Norcia hanno siglato l'accordo che porterà alla realizzazione di uno spazio dedicato alla città, "dove progettare il futuro, far vivere il presente e tenere viva la memoria", ha detto Vincenzo Bianconi, presidente dell'associazione, nata all'indomani della grande scossa del 30 ottobre scorso. "I love Norcia è un qualcosa che ha radici in città e occhi che guardano al mondo, è un sogno che oggi ha un suo punto di atterraggio con la firma che apponiamo e soprattutto dobbiamo aspirare ad essere un modello per il mondo, in particolare per il nostro saper convivere con i terremoti", ha aggiunto Bianconi. "L'Arca sarà la casa di tutti i nursini, sarà un luogo sicuro e un grande laboratorio di idee che guardano all'innovazione", ha evidenziato il presidente. Il concorso per la progettazione è promosso dall'Ordine nazionale degli architetti, il cui presidente, Giuseppe Capocchin, ha spiegato che si svolgerà in maniera diversa da tutti gli altri: "Le cinque idee migliori avranno l'incarico di realizzare i cinque progetti con un contributo di 20 mila euro ciascuno, il miglior progetto realizzerà l'Arca". Alla firma dell'accordo erano presenti la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini e il sindaco Nicola Alemanno. A raccordare gli interventi, Davide Rampello, docente al Politecnico di Torino. Nel corso del convegno si sono susseguite le testimonianze dei consiglieri di "I love Norcia" e della dirigente scolastica dell'istituto onnicomprensivo De Gasperi-Battaglia, Rosella Tonti. (ANSA).

14:06Referendum: alle 12 in Lombardia affluenza al 6,25%

(ANSA) - MILANO, 22 OTT - In Lombardia per il referendum sull'autonomia alle 12 hanno votato 492.061 elettori, il 6,25% del totale. L'affluenza più bassa è stata registrata nella città metropolitana di Milano, con 85.808 votanti, pari al 3,49%; la più alta, con il 9,58% e 26.116 votanti, a Lecco.

14:03Referendum: Veneto, alle 12 affluenza al 21,1%

(ANSA) - VENEZIA, 22 OTT - E' stata del 21,1% l'affluenza dei votanti alle ore 12 per il referendum consultivo sull'autonomia del Veneto. Il dato è dell'osservatorio elettorale regionale. La provincia con maggior affluenza percentuale è stata Vicenza con 25,2. Chiude, tra le sette province venete, sul piano percentuale Rovigo con il 16%. Le urne si chiuderanno alle 23 e il referendum veneto prevede per essere valido un quorum del 50%+1 degli aventi diritto al voto.

Archivio Ultima ora