Bye Bye Pogba, francese allo United per 110 milioni

Pubblicato il 09 agosto 2016 da ansa

Il Manchester United ufficializza l'acquisto di Paul Pogba, in una nota pubblicata sul suo sito, 9 agosto 2016. ANSA / WEB

Il Manchester United ufficializza l’acquisto di Paul Pogba, in una nota pubblicata sul suo sito, 9 agosto 2016. ANSA / WEB

LONDRA. – Paul Pogba è un calciatore del Manchester United. Il sigillo dell’ufficialità all’operazione più costosa nella storia del calcio è arrivato nella notte. Il francese torna a casa dopo quattro anni alla Juventus, che lo aveva preso dagli inglesi a parametro zero e che per restituirglielo ora incasserà 110 milioni di euro: 105 milioni in due anni più altri 5 milioni al verificarsi di determinate condizioni contrattuali.

“Ho apprezzato il tempo alla Juventus, ma è ora di tornare”, il commento del centrocampista, che ha firmato un contratto di cinque anni con opzione per il sesto. “Merci Paul et bonne chance”, lo saluta attraverso il suo sito internet il club bianconero.

“Le quattro stagioni vissute insieme non si potranno dimenticare – scrivono i campioni d’Italia -. E ora che ha deciso di proseguire la sua esperienza professionale altrove, non possiamo che salutarlo con affetto e ringraziarlo per la splendida avventura che abbiamo condiviso”.

In bianconero il centrocampista francese ha conquistato nove trofei: quattro scudetti, due Coppe Italia e tre Supercoppe italiane. Dal 2012 ha collezionato 178 presenze, risultando il giocatore più utilizzato dopo capitan Buffon e Bonucci.

“Ho dei fantastici ricordi di una grande squadra con giocatori che considero amici – sottolinea Pogba, -. Ma sento che è ora di tornare all’Old Trafford. Mi è sempre piaciuto giocare davanti a questi tifosi e non vedo l’ora di dare il mio contributo alla squadra. Questo è il club giusto per raggiungere tutto quello che spero”, dice il centrocampista, che avrà “un ruolo chiave – sottolinea il suo nuovo allenatore, Josè Mourinho – nella squadra che voglio costruire per il futuro allo United”.

I numeri delle ultime quattro stagioni, del resto, parlano chiaro. Con 1.152 palloni recuperati, 416 conclusioni, 32 assist e 34 gol, Pogba alla Juventus si è rivelato centrocampista totale, schermo a protezione della difesa e motore dell’azione offensiva. Sostituirlo non sarà facile, anche se il club bianconero ha pianificato l’addio per tempo.

Investiti i soldi dell’operazione nell’acquisto di top player come Pjanic e Higuain – che sono già arrivati insieme a Dani Alves, Benatia e Pjaca – gli uomini mercato bianconeri seguono da vicino diverse piste. Dal belga Witsel, al serbo Matic, che il Chelsea di Conte sembra però non voler cedere. Nel mirino anche Luiz Gustavo e Blaise Matuidi, un altro francese che alcuni sostengono stia già cercando casa a Torino.

Ultima ora

20:00Calcio: Atalanta, Cabezas ‘possiamo battere la Juve’

(ANSA) - BERGAMO, 26 APR - "Ci siamo preparati bene a un appuntamento importante sulla strada per la qualificazione all'Europa League, lo spogliatoio è motivato e fiducioso di poter battere la Juventus". A due giorni dal match clou con la capolista, Bryan Cabezas promette a nome dell'Atalanta che i bergamaschi faranno di tutto per centrare il colpaccio: "La qualificazione alla coppa è un obiettivo di tutti, il mio a breve è il Mondiale Under 20 in Corea - prosegue il ventenne esterno mancino ecuadoriano, prelevato l'estate scorsa dall'Independiente del Valle -. Se Gasperini lo vorrà, sono a disposizione: sarebbe comunque la mia ultima partita stagionale, perché lunedì prossimo parto per l'Ecuador per la preparazione. Con la nazionale a febbraio sono stato vicecampione e capocannoniere del Sudamericano Under 20, il periodo di adattamenti al campionato italiano mi ha aiutato moltissimo". In attivo, in nerazzurro, Cabezas ha solo l'esordio il 15 aprile nell'1-1 sul campo della Roma quando subentrò a Kurtic al 67'.

19:48Calcio: Insigne, al Borussia il mio gol più bello

(ANSA)- NAPOLI, 26 APR - "Per il gol al Bernabeu ho provato grandi emozioni, ma la mia rete più bella credo sia col Borussia Dortmund su punizione, vincemmo, poi i più significativi credo quelli in Coppa Italia in finale". Lorenzo Insigne passa in rassegna le sue reti pregiate nel corso di una diretta sui social network del Napoli con i tifosi. Insigne ha risposto alle tante domande arrivate dai supporter azzurri: "Avete un calore immenso - ha detto - seguivo il Napoli anche in C, l'affetto che c'è qui non c'è da nessuna parte. Spero che sarete sempre in tanti, solo così possiamo vincere tanti trofei". Insigne ha parlato anche delle partite più importanti con il Napoli. "La finale di Coppa Italia con la Fiorentina con la mia doppietta, l'esordio in A contro il Parma, la terza dico col Real Madrid. Ho fatto tanti sacrifici per arrivare a questi livelli, già da piccolo per aiutare la famiglia mi svegliavo presto per andare a lavorare. Questi sacrifici vengono sempre ripagati, ora gioco col Napoli e sono fiero di quello che ho fatto".

19:38Calcio: Lazio, domani allenamento a porte aperte

(ANSA) - ROMA, 26 APR - Bagno di tifosi in vista del derby: La Lazio apre le porte per l'allenamento di domani mattina, in vista di un derby che ha il sapore della rivincita dopo il successo dei biancocelesti in Coppa Italia e un successo in campionato che manca dal novembre 2012. E domani il primo assaggio, con il campo 'Fersini' del centro sportivo di Formello che aprirà alle 11:30 per consentire agli affezionati biancocelesti di assistere all'allenamento in programma alle 12. Radu torna a disposizione dall'influenza che lo aveva messo out con il Palermo. I ballottaggi più interessanti riguarderebbero l'attacco: con Lulic favorito su Lukaku per l'out sinistro e Basta per quello di destra, ci sarebbe una sola maglia per affiancare Immobile nel tandem offensivo e la scelta è tra Anderson e Keita. A centrocampo Milinkovic-Savic e Parolo ai lati di Biglia, mentre in difesa unico certo di una maglia resta de Vrij, Wallace favorito su Hoedt.

19:34Furto a Milano, presa collana di diamanti da 100mila euro

(ANSA) - MILANO, 26 APR - Un furto da 100mila euro è stato commesso questo pomeriggio in via Senato 7, nel centro di Milano. Due uomini con un cappellino si sono avvicinati alla vetrina di una gioielleria attorno alle 16.30, uno dei due ha usato una mazzetta da muratore per sfondare il vetro e ha afferrato un'unica collana di diamanti dal valore di 100mila euro. Entrambi sono scappati a piedi. Le due commesse, rimaste illese dall'assalto, hanno dato l'allarme chiamando i carabinieri.

19:34Voto Gb: Boris stavolta a margine della campagna Tory

(ANSA) - LONDRA, 26 APR - Non sarà l'istrionico ma incontrollabile ministro degli Esteri britannico, Boris Johnson, ad animare la scena dei comizi del Partito Conservatore in vista del voto politico fissato in Gran Bretagna per l'8 giugno. Lo scrivono il Times e altri media, citando fonti vicine alla premier e leader Tory, Theresa May. Secondo le fonti, Boris avrà (come già sta avendo) un ruolo relativamente marginale nella campagna, al contrario di quanto avvenne nei mesi che precedettero il referendum sulla Brexit del 23 giugno 2016, quando egli ebbe un ruolo chiave nel portare alla vittoria il fronte anti Ue. Qualche intervento lo farà, ma perlopiù continuerà a girare il mondo, tagliano corto le fonti. La decisione sembra legata alla volontà di May di apparire ora come leader incontrastata del partito e di cavalcare l'onda favorevole dei sondaggi senza rischiare 'sorprese'. Di qui la scelta di privilegiare al suo fianco i fedelissimi, dal ministro della Brexit, David Davis, a quello del Lavoro, Damian Green, ad altri.

19:25Calcio: Inter, Zhang Jindong sabato a Milano

(ANSA) - MILANO, 26 APR - Il proprietario dell'Inter Zhang Jindong è atteso a Milano nella giornata di sabato e sarà a San Siro per assistere alla sfida contro il Napoli di domenica sera. Una visita lampo, per il numero uno di Suning, che dopo la partita o al più tardi lunedì, farà ritorno in Cina. Non ci sarà invece il presidente Erick Thohir impegnato in Indonesia. Zhang incontrerà Stefano Pioli e tutti i dirigenti in un momento molto critico per l'Inter che non vince da più di un mese e ha conquistato solo due punti nelle ultime cinque gare. Tutti sono sotto esame e la partita contro il Napoli è determinante per il futuro.

19:21Rsf: ‘libertà di stampa mai così minacciata nel mondo’

(ANSA) - PARIGI, 26 APR - Mai la libertà di stampa "è stata così minacciata", secondo il rapporto 2017 di Reporters Sans Frontieres (RSF), l'organizzazione con base in Francia che vigila sullo stato dell'informazione. L'Italia, scivolata al 77/o posto l'anno scorso, risale al 52/o, con un balzo di 25 posizioni. La situazione viene definita "difficile" o "molto grave" in 72 paesi, fra cui Cina, Russia, India, quasi tutto il Medio Oriente, l'Asia centrale e l'America centrale, oltre che in due terzi dell'Africa. Ventuno i paesi classificati come "neri", in cui la situazione della libertà di stampa è "molto grave": fra questi Burundi 160/o su 180), Egitto (161) e Bahrein (164). Ultima assoluta, come negli ultimi anni, la Corea del Nord, preceduta da Turkmenistan ed Eritrea. Male anche Messico (147) e Turchia (155). In testa alla classifica, sempre i paesi del Nord Europa, ma la Finlandia cede il primo posto che deteneva da 6 anni alla Norvegia, a causa di "pressioni politiche e conflitti d'interesse".

Archivio Ultima ora