Rio 2016: Settebello non si ferma, col Montenegro altro show

Rio:Settebello non si ferma,col Montenegro altro show
Rio:Settebello non si ferma,col Montenegro altro show
Rio:Settebello non si ferma,col Montenegro altro show

RIO DE JANEIRO. – Tre su tre. Il Settebello non si ferma e ai Giochi di Rio si prende un altro successo, il terzo su altrettante gare disputate: la nazionale di Sandro Campagna ha battuto anche il Montenegro per 6-5 (2-1, 1-1, 1-0, 2-3) e vede la qualificazione sempre più vicina.

Con una tripletta di Di Fulvio, e le reti di Gallo, Figlioli e Christian Presciutti, il Settebello viaggia ai piani alti del girone, a punteggio piano: e alla prossima sfida il destino dell’Italia si incrocia ancora con la Croazia, in un revival della finale di Londra di quattro anni fa.

Dopo il 9-8 alla Spagna e l’11-8 alla Francia, la squadra di Campagna supera anche i vicecampioni d’Europa, prendendosi la parziale rivincita dopo la sconfitta del 19 gennaio al torneo continentale di Belgrado (7-10). Una difesa praticamente impossibile da superare e un Di Fulvio in gran forma sono stati gli elementi determinanti per la vittoria.

“E’ stata una gara di alto profilo tecnico e tattico – spiega il commissario tecnico della Nazionale Campagna -, ci dà fiducia e morale per affrontare i prossimi impegni. Sono contento per la tenuta atletica e per la solidità difensiva: non abbiamo concesso praticamente nulla agli avversari”.

La qualificazione del Settebello è ora a un passo: c’è da affrontare venerdì la Croazia, la fortissima avversaria della finale olimpica di Londra 2012, persa dagli azzurri 8 a 6. “La qualificazione è quasi in tasca – dice Campagna -, ma non dobbiamo abbassare la guardia. Venerdì ci attende la Croazia e sarà una partita difficilissima, che affronteremo con l’obiettivo di conquistare quei due punti che ci garantirebbero l’accesso ai quarti di finale come primi del girone B”.