Scatta l’allerta bomba su aerei, torna la paura a Zaventem

Pubblicato il 10 agosto 2016 da ansa

Security guards outside a provisional airport building at Brussels Airport in Zaventem, near Brussels, Belgium, 04 April 2016. The airport was reopened on 04 April after the terror attacks of 22 March, when at least 31 people were killed and hundreds injured in bombs explosions at the departures hall of the airport and at Metro stations in downtown Brussels. Militants of the so-called Islamic State (IS) have claimed responsibility for the attacks.  EPA/LAURIE DIEFFEMBACQ/POOL

Security guards outside a provisional airport building at Brussels Airport in Zaventem, near Brussels, Belgium, 04 April 2016. The airport was reopened on 04 April after the terror attacks of 22 March, when at least 31 people were killed and hundreds injured in bombs explosions at the departures hall of the airport and at Metro stations in downtown Brussels. Militants of the so-called Islamic State (IS) have claimed responsibility for the attacks. EPA/LAURIE DIEFFEMBACQ/POOL

BRUXELLES. – Torna il terrore a Zaventem, l’aeroporto internazionale di Bruxelles che il 22 marzo era stato uno dei due obiettivi dell’attacco alla capitale belga. Nel giorno in cui l’Isis, sulla piattaforma ‘Telegram’, chiede ai lupi solitari di lanciare nuovi “attacchi in Europa e “in particolare in Belgio, bollato come target per l’Islam”, un doppio allarme bomba su due aerei della Sas in arrivo da Oslo e Stoccolma fa scattare il piano di emergenza. Che rientra rapidamente, ma alimenta la paura quotidiana.

La minaccia, di cui non è stata precisata l’origine, “è stata presa molto seriamente”, ha detto il portavoce del procuratore federale, Eric Van der Sypt. I voli SK 4745 e SK2591, partiti rispettivamente da Oslo e Stoccolma, devono atterrare alle 19,19 e alle 19,37. Intanto un terzo volo diretto verso Bruxelles, dell’Air Arabia Maroc, viene deviato su Tolosa.

I piloti dei voli dalla Scandinavia vengono avvertiti della minaccia dai controllori. Un giornalista fiammingo a bordo dell’aereo in provenienza dalla Norvegia, su Twitter ha raccontato che i passeggeri sono stati informati della situazione quando mancavano una ventina di minuti all’atterraggio. Sono attimi di comprensibile angoscia a bordo, ma gli aerei atterrano regolarmente. I passeggeri possono scendere dopo qualche minuto di attesa.

“Non c’è una concreta minaccia contro l’aeroporto di Bruxelles”, ha detto il portavoce del ministro dell’interno, Jan Jambon, poco dopo che la Croce Rossa – attorno alle 20 – ha reso noto che le misure di emergenza erano state sospese.

“Non si è trattato di una minaccia seria” fanno sapere dalla procura.

Resta però alta la tensione in Belgio mentre il Califfato perde terreno in Siria, Iraq e Libia. Proprio oggi gli Stati Uniti hanno annunciato di aver ucciso 45.000 militanti jihadisti nei due anni di campagna in Siria e Iraq. Ma il ‘Belgistan’ resta apparentemente una base arretrata dei terroristi.

Dopo l’attacco di Charleroi a colpi di machete, è emerso che c’era un belga di Verviers nel commando di quattro kamikaze che ieri ha colpito l’esercito iracheno nei pressi di Mosul. Secondo i media belgi si tratta di Lotfi Aoumeur, che l’Isis ha ribattezato Abu Anwar al-Belgiki.

E Verviers continua a ritornare nelle notizie sui terroristi: era la città in cui venne sgominata una cellula pochi giorni dopo gli attacchi di Parigi del gennaio 2015 a Chalie Hebdo e al supermercato Hyper Cacher. E di Verviers è anche il figlio dell’imam radicale che domenica scorsa ha postato un video incitando alla vendetta contro i cristiani.

(di Marco Galdi/ANSA)

Ultima ora

07:57‘Ndrangheta: arrestato sindaco di Seregno, corruzione

(ANSA) - MONZA, 26 SET - Il sindaco di Seregno (Monza) Edoardo Mazza, di Forza Italia, è stato arrestato dai carabinieri del Comando provinciale di Milano in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dai Gip dei Tribunali di Monza, nell'ambito della maxi inchiesta sulle infiltrazioni della 'Ndrangheta in Brianza e in Lombardia. E' accusato di corruzione: avrebbe favorito gli affari con un imprenditore legato alle cosche, il quale si sarebbe a sua volta adoperato per procurargli voti. A legare a "doppio filo" politica e 'ndrangheta, secondo l'inchiesta della Procura di Monza e della Dda di Milano, sarebbe stato un imprenditore edile di Seregno il quale avrebbe intrattenuto rapporti con politici del territorio, e coltivato frequentazioni e rapporti fatti di reciproci scambi di favori con esponenti della criminalità organizzata. Il suo ruolo sarebbe stato "determinante" per l'elezione del sindaco arrestato.(ANSA).

07:55Mo: attacco Cisgiordania, 3 israeliani uccisi

(ANSAmed) - TEL AVIV, 26 SET - Tre israeliani sono rimasti uccisi nell'attentato avvenuto oggi a Har Hadar, in Cisgiordania. Lo rende noto la polizia israeliana secondo cui l'assalitore e' giunto ai cancelli del villaggio assieme con un gruppo di manovali palestinesi ed ha aperto il fuoco sui guardiani da distanza ravvicinata.

07:36Assegni sociali in Italia,ma residenti estero,370 denunciati

(ANSA) - ROMA, 26 SET - Percepivano l'assegno sociale erogato dall'Inps (circa 450 euro al mese per 13 mensilità), ma erano residenti all'estero. E l'emolumento - che rientra tra i principali strumenti cosiddetti 'di protezione' - spetta solo a chi risiede in Italia. Il Nucleo speciale spesa pubblica e repressione frodi comunitarie della Guardia di finanza ha denunciato per questo motivo 370 persone, che hanno indebitamente percepito oltre 10 milioni di euro. L'Inps ha immediatamente sospeso i pagamenti con un risparmio annuo di oltre 2,6 milioni di euro.

07:33‘Ndrangheta: maxi operazione in Lombardia, 27 arresti

(ANSA) - MILANO, 26 SET - Maxi operazione antimafia in Lombardia. I carabinieri del Comando provinciale di Milano hanno eseguito una serie di arresti nelle province di Monza, Milano, Pavia, Como e Reggio Calabria nell'ambito di un'inchiesta su infiltrazioni della 'ndrangheta nel mondo dell'imprenditoria e della politica in Lombardia. L'inchiesta è coordinata dalla Procura di Monza e dalla Procura Distrettuale Antimafia di Milano. In tutto, 27 misure cautelari: 21 in carcere, 3 ai domiciliari e 3 interdittive, firmate dai Gip di Monza e Milano Pierangela Renda e Marco Del Vecchio. L'inchiesta dei carabinieri, partita nel 2015, e che porta la firma dei Pm monzesi Salvatore Bellomo, Giulia Rizzo e del Procuratore della Repubblica di Monza Luisa Zanetti e dei Pm della DIA Alessandra Dolci, Sara Ombra e Ilda Boccassini, rappresenta una costola dell'indagine "Infinito", che nel 2010 aveva inferto un duro colpo alle "Locali" 'ndranghetiste in Lombardia.

02:35Etiopia: governo, centinaia di morti in scontri interetnici

(ANSA) - ROMA, 25 SET - "Centinaia" di morti in scontri interetnici e "migliaia" di sfollati nelle ultime settimane in Etiopia. A denunciarlo è stato il ministro dell'Informazione di Addis Abeba, Negeri Lencho, che ha accusato il vicino Somaliland, territorio semi-autonomo nel nord della Somalia, di avere espulso a forza oltre confine circa 3.000 persone di etnia Oromo. Il gruppo vive a cavallo tra i due Paesi. Lo scrive Bloomberg online. Il 'ministro' degli Esteri del Somaliland, Saad Ali Shire, ha chiesto al suo staff di fare chiarezza su quanto accaduto prima di poter commentare.

01:53Usa: Protesta a Congresso in difesa Obamacare, arresti

(ANSA) - NEW YORK, 25 SET - Centinaia di attivisti, fra cui diversi disabili in sedia a rotelle, stanno manifestando al Congresso americano contro il nuovo tentativo dei repubblicani di abolire e sostituire l'Obamacare, tentativo fallito con la defezione della senatrice Collins. Anche molti disabili sono stati allontanati con la forza dalla polizia e arrestati mentre chiedevano, cantando, di non tagliare fondi alla sanità.

01:35Usa: mancano voti Congresso per riformare Obamacare

(ANSA) - WASHINGTON, 25 SET - Affonda il nuovo tentativo dei repubblicani di abolire e sostituire l'Obamacare. Il progetto di legge per riformare la sanità messo a punto dai senatori Lindsey Graham e Bill Cassidy non ha i voti necessari per il passaggio in Senato. La senatrice repubblicana Susan Collins ha infatti annunciato che non sostiene il progetto, andandosi ad aggiungere ai senatori Rand Paul e John McCain. Nel frattempo è emerso che la nuova proposta dei repubblicani per abolire e sostituire l'Obamacare farebbe perdere la copertura sanitaria a "milioni di americani". Lo afferma il Congressional Budget Office, l'organismo bipartisan incaricato di fornire analisi economiche al Congresso. L'analisi preliminare condotta sulla prima versione del progetto di legge Graham-Cassidy farebbe "perdere la copertura a milioni. Il numero" di coloro che non sarebbero più coperti "è variabile e dipende da come gli stati attueranno la norma".

Archivio Ultima ora