Mafia: infiltrazioni clan, sciolto il Comune di Corleone

Pubblicato il 10 agosto 2016 da ansa

Un fermo immagine mostra un momento dell'operazione antimafia tra Corleone e Palazzo Adriano, finalizzata all'esecuzione di cinque ordinanze di custodia cautelare con l'accusa di associazione mafiosa.  ANSA/UFFICIO STAMPA

Un fermo immagine mostra un momento dell’operazione antimafia tra Corleone e Palazzo Adriano, finalizzata all’esecuzione di cinque ordinanze di custodia cautelare con l’accusa di associazione mafiosa.
ANSA/UFFICIO STAMPA

PALERMO. – Le sue ultime dichiarazioni pubbliche, seguite alla morte di uno dei capi storici di Cosa nostra, erano state nette: “gli onesti di Corleone si tolgono dalle spalle un pezzo di storia criminale che è stata rappresentata dal boss Bernardo Provenzano”.

Una sorta di appello da parte del sindaco a chiudere con un passato ingombrante rivolto ai suoi concittadini, gli abitanti di un paese diventato tristemente famoso nel mondo per aver dato i natali a boss di prima grandezza: dal medico Michele Navarra, a Luciano Leggio, Bernardo Provenzano e Totò Riina.

I “viddani”, i contadini, li chiamavano i mafiosi di città, i palermitani che, nella guerra con i paesani persero la guida di Cosa nostra. Ora Lea Savona, sindaco di Corleone eletto alle ultime amministrative con una lista civica di centrodestra, dovrà fare le valigie: costretta a lasciare dalla decisione del Consiglio dei Ministri, su proposta del ministro dell’Interno Alfano, di sciogliere per infiltrazioni mafiose il Comune, insieme a quello di Tropea (Vibo Valentia).

Una “sentenza” in qualche modo annunciata dalla dichiarazione fatta a gennaio dallo stesso Alfano che rese noto l’accesso agli atti del Comune. L’accesso – spiegò lo stesso sindaco per nulla sorpresa- riguardava l’assegnazione di alcuni appalti come quello relativo alla costruzione di un impianto polivalente nei pressi del campo sportivo.

La gara finì all’attenzione della Procura di Palermo che arrestò un dipendente comunale, Antonio Di Marco, indicato dagli inquirenti come il nuovo capo mandamento. Di Marco, custode del campo sportivo, dove si sarebbero svolti anche summit di mafia, in alcune intercettazioni avrebbe fatto riferimento alla possibilità di fare pressioni presso gli uffici comunali per pilotare i lavori.

“Nessuno immaginava – osservò allora il sindaco – che questo dipendente comunale potesse essere colluso”. Ma nel fascicolo della dda finì anche il fratello del primo cittadino, Giovanni Savona. Il capo famiglia di Chiusa Sclafani, Vincenzo Pellitteri, non sapendo di essere intercettato, diceva è “un grande amico nostro, solo che lui è allacciato con Mario”. Dove Mario era Mario Grizzaffi, fedelissimo di Totò Riina e fratello del boss Giovanni.

Dopo l’accesso agli atti fu la volta delle commissioni Antimafia nazionale e regionale. La Savona, che anni fa vinse anche il premio intitolato alla memoria del giudice Paolo Borsellino, venne ascoltata dall’Antimafia regionale. “Avrò peccato di leggerezza, inesperienza, di qualche sbavatura, ma non posso essere considerata vicina ad ambienti mafiosi. Rinnegherei il nome che porto e mi dissocerei dalla mia stessa famiglia se mio fratello fosse coinvolto in qualche organizzazione”, disse a conclusione dell’audizione.

Ultima ora

23:54Malta, migliaia a corteo per chiedere giustizia su blogger

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Migliaia di maltesi sono scesi per le strade de La Valletta per chiedere giustizia su Daphne Caruana Galizia, la giornalista uccisa lunedì scorso in circostanze ancora misteriose. Lo scrive The Times of Malta precisando che al corteo sono state chieste le dimissioni del capo della polizia e del procuratore generale. I manifestanti hanno proposto che un nuovo capo della polizia e un nuovo procuratore vengano immediatamente eletti dalla maggioranza dei due terzi del Parlamento. Le richieste, proposte dal leader dei manifestanti, Michael Briguglio, sono poi state sottoposte alla presidente della Repubblica Marie Louise Coleiro Preca, che ad un certo punto è stata anche vista al corteo. Preca ha detto agli organizzatori della marcia che l'omicidio è stato un atto di codardia e ha poi lanciato un appello ad avere fiducia nelle istituzioni e nella democrazia. Alla marcia non hanno partecipato il premier Joseph Muscat ed il leader nazionalista all'opposizione Adrian Delia.

23:48Slovenia, presidenziali, ballottaggio tra Pahor e Sarec

(ANSA) - LUBIANA, 22 OTT - La Slovenia dovrà attendere il ballottaggio del 12 novembre per conoscere il suo nuovo presidente. Tuttavia, al momento, tra l'uscente Borut Pahor e il principale antagonista tra i nove candidati presentatisi, Marjan Sarec, non sembra esserci storia. Pahor ha di fatto mancato la vittoria al primo turno per un paio di punti percentuale concludendo lo scrutinio delle schede a circa il 47% dei consensi. Sarec si è invece fermato al 25% circa. L'affluenza alle urne è stata del 42,02% per 1,7 milioni di votanti. Il presidente che sarà designato dalle urne in novembre, si insedierà il 23 dicembre.

21:48Pallavolo: serie A/1 donne, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Risultati della seconda giornata della seconda giornata del campionato di serie A/1 di pallavolo donne, Samsung Galaxy Cup: Imoco Conegliano - Il Bisonte Firenze martedì 25 Foppapedretti Bergamo - Liu Jo Modena 1-3 (27-29, 25-19, 16-25, 18-25) Savino Scandicci - Pomì Casalmaggiore 3-0 (25-18, 25-20, 25-19; giocata ieri) Unet E-Work Busto A. - Lardini Filottrano 3-0 (25-18, 25-21, 25-16; giocata ieri) Saugella Monza - Sab Legnano 3-1 (28-26, 21-25, 25-18, 25-14) Pesaro - Igor Gorgonzola Novara 0-3 (19-25, 19-25, 19-25). - Classifica: Scandicci 6; Novara 5; Busto Arsizio 4; Conegliano, Firenze, Legnano, Monza, Filottrano e Modena 3; Bergamo, Casalmaggiore e Pesaro 0.

21:39F1: Usa, al via Ferrari e Vettel subito in testa

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Partenza super di Sebastian Vettel nel Gp degli Usa di F1 appena cominciato sul circuito di texano di Austin, con Usain Bolt starter 'di lusso'. La Ferrari del tedesco è riuscita a sopravanzare la Mercedes di Lewis Hamilton, che era in pole position, e a prendere la testa della gara. Alle spalle dei due favoriti c'è l'altra Mercedes del finlandese Valtteri Bottas.

21:36Incidenti stradali: muore in Calabria bambina di 6 anni

(ANSA) - CIRÒ MARINA (CROTONE), 22 OTT - Una bambina di sei anni é morta in un incidente stradale accaduto stasera a Cirò Marina, in località "Boldito", lungo la statale 106 jonica. La bambina era a bordo di un'automobile condotta dal padre e sulla quale viaggiavano anche la madre e la sorella maggiore. Secondo una prima ricostruzione, il conducente dell'auto ha perso il controllo dell'automobile, forse a causa di un cane che ha attraversato la strada, finendo contro la barriera di protezione. La bambina é morta sul colpo, mentre i genitori e la sorella sono rimasti feriti e sono stati portati nell'ospedale di Crotone. Le loro condizioni, comunque, non sarebbero gravi. Sul luogo dell'incidente, per i rilievi, si é recato il personale della Polizia stradale insieme ai carabinieri. (ANSA).

21:29Pallavolo: Superlega, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Risultati della seconda giornata della Superlega di pallavolo: Lube Civitanova - Bunge Ravenna rinviata Calzedonia Verona - Sir Safety Perugia 0-3 Wixo Piacenza - Callipo Vibo Valentia 3-2 Kioene Padova - Diatec Trentino 1-3 Biosì Sora - Azimut Modena 0-3 Revivre Milano - Gi Group Monza 3-1 BCC Castellana Grotte - Taiwan Latina 3-1 - Classifica: Perugia e Modena 6; Milano 5; Piacenza e Trentino 4; Civitanova, Monza e Castellana Grotte 3; Verona 2; Ravenna, Latina e Vibo Valentia 1; Sora e Padova 0.

20:53Referendum: Veneto, 50,1%, superato quorum alle 19

(ANSA) - VENEZIA, 22 OTT - Con il 50,1% dell'affluenza alle ore 19 il referendum consultivo sull'autonomia del Veneto ha superato la soglia del quorum previsto. In Veneto gli elettori sono 4.068.577 e la metà più uno è pari a 2.034.280. Il dato emerge dall'affluenza ai seggi nei 575 comuni della regione secondo quanto riferito dall'osservatorio del consiglio regionale del Veneto. I seggi saranno aperti fino alle 23. In provincia di Belluno l'affluenza fino alle 19 è stata del 45% degli elettori, a Padova del 52,1%, a Rovigo del 41,9%, a Treviso del 51,6%, a Venezia del 47,1%, a Verona del 47,2% e a Vicenza del 55,9%.

Archivio Ultima ora