Papa pranza in Vaticano con 21 profughi siriani

(ANSA) – ROMA, 11 AGO – Papa Francesco ha pranzato oggi a Casa Santa Marta, dove lui abita, con un gruppo di 21 rifugiati siriani che adesso vivono a Roma, attualmente ospitati dalla Comunità di Sant’Egidio. Si tratta delle famiglie giunte in Italia dopo la visita di Papa Francesco all’Isola di Lesbo in Grecia. Il primo gruppo di profughi è venuto con il volo del Papa il 16 aprile; il secondo è arrivato a metà giugno. Lo ha reso noto il direttore della sala stampa della Santa Sede, Greg Burke: “Sia gli adulti sia i bambini hanno avuto la possibilità di parlare con Papa Francesco dell’inizio della loro vita in Italia. I bambini hanno regalato al Papa una raccolta dei loro disegni, e Lui ha ricambiato con giocattoli e altri doni”. Con Bergoglio erano presenti il Sostituto alla Segreteria di Stato, mons. Angelo Becciu; Andrea Riccardi, fondatore della Comunità, insieme con altri membri di S.Egidio; il comandante della Gendarmeria, Domenico Giani e due gendarmi che hanno collaborato nel trasferimento delle famiglie da Lesbo.

Condividi: