Rio 2016: Jhonattan Vegas il fenomeno venezuelano del green

Pubblicato il 11 agosto 2016 da redazione

Jhonattan Vegas il fenomeno del green

Jhonattan Vegas il fenomeno del green

CARACAS. – Dopo oltre 100 anni, in Brasile ci sarà spazio per uno degli sport più antichi e praticati al mondo: il golf. Dal debutto a Parigi del 1900, questa di Rio de Janeiro è la terza presenza del golf nella storia dei Giochi olimpici. Per trovare la precedente, dobbiamo risalire a quella di Saint Louis del 1904 (giacca e cravatta per gli uomini, copricapo e abiti lunghi per le donne). In questo affascinante sport la delegazione venezuelana sará ben rappresentata da Jhonattan Vegas.

Prima dell’arrivo sul Green di questo sportivo nato a Maturín nel 1984, c’era stato un altro fenomeno del golf in Venezuela: stiamo parlando di Ramón Muñoz, in principio era caddie (l’aiutante dei giocatori) poi ha fatto il grande salto nel Green diventando campione nazionale in 16 occasioni.

Alcuni anni dopo, é nata un’altra stella di questo sport con una storia simile, Jhonattan Vegas, figlio di una delle persone incaricate della manutenzione del manto erboso del campo di golf di Monagas. Tutto il tempo passato sul Green ha fatto sbocciare l’amore per lo sport dei bastoni fino a diventare il primo ed unico venezuelano que partecipa nella prestigiosa PGA. Esordio avvenuto il 23 gennaio del 2011 durante il torneo Bob Hope in California. Oggi Vegas avrá l’onore di essere il pioniero venezuelano sul Green olimpico.

La gara, si svolgerá sul “Campo de Golfe Olimpico”, disegnato dall’americano Gil Hanse ed Amy Alcott, (ex giocatrice e hall of fame della LPGA), sarà in seguito utilizzato come Campo pubblico, con l’obiettivo di diffondere il gioco del Golf in Brasile.

Questo Green é caratterizzato da un fondo sabbioso e dalla totale assenza di alberi, il percorso è un par settantuno di 6.720 metri, con ampi fairway e insidiosi bunker, a simiglianza dei links britannici: molto tecnico, adeguato a un gioco di massimo livello.

Il manto erboso per fairway, rough, e aree di partenza è stato realizzato con Zeon Zoysia, e con Paspalum vaginatum per i green, entrambe essenze native di quella regione caratterizzata da caldo estremo. Robuste, resistenti alla siccità e tolleranti l’azione dell’acqua salmastra, determinano una eccellente superficie di gioco.

Il presidente della Federazione Golf brasiliana, Paul Pacheco, così si è espresso: “Si tratta di un campo molto impegnativo. La sua posizione aperta lo rende potenzialmente ventoso, aumentando così il coefficiente di difficoltà dei giocatori. Oltre a soddisfare i requisiti tecnici, offre spettacolari scenari del mare e dei monti circostanti”.

Il torneo maschile si disputerá tra oggi e domenica e vi parteciperanno 60 golfisti, uno di questi il venezuelano, che ha dichiarato:

“Lunedí é stato il primo giorno in cui ho visto il campo ed ho notato che é abbastanza impegnativo. Ci sono zone dove tira assai vento ed i green sono un po’ complicati per il fatto che sono molto piccoli. Secondo me la precisione sará fondamentale. Questo campo é immerso in una riserva naturale e per questo motivo c’é tanta acqua ed aree che dobbiamo evitare. Mi sento bene sia a livello fisico che mentale, ma soprattutto sono felicissimo di rappresentare il Venezuela”.

Il campione di Maturín in un comunicato stampa ha anche parlato sulla partecipazione alle olimpiadi: “Questa é stata una settimana spettacolare, per il semplice fatto che essere qui per rappresentare il tuo paese é una cosa speciale. Qui sto rappresentando il Venezuela in un evento importantissimo, per questo motivo devo pensare che devo fare bene per portare in alto il nome del mio paese. L’esperienza di partecipare alla cerimonia d’apertura e stare insieme agli altri membri della delegazione é indescrivibile”.

Nel suo cammino verso il podio, Jhonattan Vegas, dovrá superare gli ostacoli Rickie Fowler (Stati Uniti) e Justin Rose (Regno Unito).

Fioravante De Simone

Ultima ora

07:59Corea Nord: media, Usa inviano terza portaerei

(ANSA) - NEW YORK, 28 MAG - Gli Stati Uniti avrebbero inviato una terza portaerei nel Pacifico occidentale come deterrente per i test missilistici e il programma nucleare della Corea del Nord. Lo riportano i media americani, sottolineando che la USS Nimitz si unirà alla USS Carl Vinson e alla USS Ronald Reagan già presenti nell'area.

07:56Usa: Mattis, Trump ‘molto aperto’ su clima

(ANSA) - NEW YORK, 28 MAG - Il presidente Donald Trump è "molto aperto" sul tema dell'accordo sul clima di Parigi e "valuta i pro e i contro" di un'eventuale permanenza degli Stati Uniti nell'intesa. Lo afferma il segretario alla Difesa, James Mattis, in un'intervista alla Cbs di cui sono stati diffusi gli estratti. "Stiamo valutando quale sarà la nostra politica sul tema. Ho partecipato ad alcuni degli incontri a Bruxelles dove il clima è stato uno degli argomenti, e il presidente era aperto. Era curioso del perché gli altri avevano assunto una certa posizione sul tema", mette in evidenza Mattis.

00:17Calcio: 3-1 all’Alaves, il Barcellona vince la Coppa del Re

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Il Barcellona saluta Luis Enrique vincendo 3-1 la finale di Coppa del Re contro l'Alaves. Per i blaugrana si tratta del 29/o successo nel torneo, il terzo consecutivo. L'allenatore lascia dopo tre anni e con un bottino di nove titoli. L'incontro al 'Vicente Calderon' di Madrid non ha avuto storia, con il Barca che ha chiuso il primo tempo in ampio vantaggio grazie alle reti di Messi (30'), Neymar (45', in dubbio offside) e Paco Alcacer (48'), più che sufficienti a stroncare ogni velleità dell'Alaves che pure aveva trovato il pareggio su punizione al 33' con Hernandez.

00:14Calcio: un autogol piega l’Angers, coppa di Francia al Psg

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Il Paris Saint Germain vince la 100/a edizione della coppa di Francia, conquistando il trofeo per l'undicesima volta, la terza consecutiva. Nessuna sorpresa nel risultato della sfida tra la corazzata di Unai Emery, forse al passo d'addio, e la cenerentola Angers, ma la partita allo Stade de France è andata in maniera diversa rispetto alle attese. Il 93' il risultato era ancora sullo 0-0 e solo una sfortunata autorete di Cissokho ha consentito al Psg di passare in vantaggio e vincere l'incontro quando ormai i bianconeri speravano di aver conquistato i supplementari.

23:54Basket: playoff, Milano-Trento 71-78

(ANSA) - ASSAGO (MILANO), 27 MAG - La sfrontatezza di Flaccadori, la versatilità di Craft e la prestanza atletica di Sutton: con questi ingredienti la Dolomiti Energia Trento sorprende nuovamente una deludente EA7 (71-78), portandosi avanti 2-0 nella serie di semifinale. Il Forum d'Assago è spaccato in due ma unito in un clima di contestazione generale: la curva prende di mira la dirigenza e chiede le dimissioni del presidente Proli e del gm Portaluppi, il resto dell'arena becca coach Repesa, poco convincente in molte delle sue scelte. Trento è piena zeppa di meriti, Milano confusa e infelice. E ora senza più possibilità di sbagliare: per riportare la serie al Forum dovrà sbancare almeno una volta Trento.

23:24Calcio: playoff serie B, Benevento-Perugia 1-0

(ANSA) - BENEVENTO, 27 MAG - Il Benevento supera 1-0 il Perugia e si aggiudica il primo atto della semifinale playoff di serie B. Di Chibsah, al 14' st, la rete che decide il match e consente ai sanniti la possibilità di passare il turno anche con un pareggio nel ritorno allo stadio 'Curi'. I giallorossi partono a spron battuto ma al 10' una conclusione sbilenca di Mustacchio diventa un assist per Dezi che di testa batte Cragno. Dopo un lungo conciliabolo, però, l'arbitro annulla per offside. Il gol decisivo giunge nella ripresa. Ingenuità di Gnahoré che al limite dell'area si fa rubar palla da Chibsah, lesto ad entrare in area e freddo nel battere Brignoli. La reazione del Perugia è veemente ma sterile e di nitide chance non se ne registrano.

23:01Calcio: Borussia Dortmund vince la coppa di Germania

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Il Borussia Dortmund si aggiudica la coppa di Germania battendo 2-1 l'Eintracht Francoforte nella finale disputata allo stadio olimpico di Berlino. Dopo tre ko consecutivi nella partita decisiva, la squadra guidata ha Thomas Tuchel ha conquistato la quinta coppa nazionale della sua storia, ritrovando un successo che mancava dal 2012. Andato in vantaggio all'8' con Dembele, il Borussia ha subito al 29' il pareggio di Rebic, tornando poi avanti in maniera definitiva grazie ad un rigore trasformato da Aubemeyang al 22' della ripresa.

Archivio Ultima ora