Mose: Galan, sistemati i danni causati a Villa Rodella

(ANSA) – VENEZIA, 11 AGO – I danni che la l’ex ministro Giancarlo Galan e la moglie avevano causato nel trasloco da Villa Rodella, l’ex residenza del politico confiscata dallo Stato nell’ambito del patteggiamento per l’inchiesta Mose, sono stati riparati, e tutto è tornato al proprio posto. Lo hanno accertato oggi gli uomini della Guardia di Finanza, del comando di Rovigo e del Gico di Venezia, compiendo il sopralluogo nella villa per verificarne lo stato. La Procura di Rovigo, competente per territorio, aveva aperto un fascicolo per danneggiamento. Al momento di lasciare la casa, infatti, erano stati prelevati senza autorizzazione i sanitari ed i termosifoni, danneggiando le stanze e svalutando la villa, che dovrà coprire parte dei 2,6 milioni di multa oggetto del patteggiamento raggiunto da Galan con i giudici.

Condividi: