Rio 2016: Abagnale e Di Costanzo, due scugnizzi di bronzo

Pubblicato il 11 agosto 2016 da ansa

Rio: Abagnale-Di Costanzo, 'noi due scugnizzi bronzo'

Rio: Abagnale-Di Costanzo, ‘noi due scugnizzi bronzo’

RIO DE JANEIRO. – Due “scugnizzi” di bronzo. Da Napoli a Rio de Janeiro per dire a tutto il mondo che “il Sud Italia non è solo le cose negative che si raccontano”. L’esempio migliore ai giovani meridionali lo hanno dato nel canottaggio Marco Di Costanzo e Giovanni Abagnale, campani di 24 e 21 anni, che con il 2 senza targato Italia hanno chiuso al terzo posto la finale olimpica di Rio 2016.

E così la gioia immensa per un’inattesa medaglia alla prima avventura a Cinque cerchi ha definitivamente cancellato “la paura che c’era – ammette Di Costanzo – di venire qui in Brasile dopo tutto quello che è successo negli ultimi mesi”.

Ecco perché anche i due canottieri hanno apprezzato il gesto di Elisa Di Francisca di portare sul podio la bandiera dell’Europa. E pensare che fino a poche settimane fa questo equipaggio non esisteva. Poi, a causa della squalifica per doping di Niccolò Mornati, il direttore tecnico Giuseppe La Mura ha deciso di formare la coppia Abagnale-Di Costanzo.

“Un pezzo di questa medaglia – ci tengono a precisare i due giovani azzurri – è di Niccolò e del suo compagno Vincenzo Capelli (tesserati con l’Aniene Roma)”. C’è stato quindi poco tempo, più e meno 20 giorni, per preparare la gara della vita, “ma fin dal primo momento – raccontano Di Costanzo e Abagnale – siamo andati d’accordo e ci siamo detti che dovevamo dare tutto quello che avevamo. In molti ci avevano dato per spacciati: ebbene, questa è la nostra risposta”.

In alcuni momenti della finale olimpica al Lagoa Stadium di Copacabana la medaglia di bronzo sembrava poter sfuggire agli azzurri, capaci, però, di un eccezionale finale di gara, tanto da non chiudere troppo lontani addirittura dal secondo posto del Sudafrica. L’oro è andato alla Nuova Zelanda.

“E’ stata una gara molto difficile – spiega Di Costanzo – resa ancora più complicata dal vento contrario. La nostra arma vincente? Siamo giovani, ma con la testa da campioni. E poi io dopo aver cambiato equipaggio (doveva competere con il 4 senza campione del mondo in carica e domani impegnato nella finale olimpica) avevo troppa voglia di tornare a casa con questa medaglia.

E ce l’ho fatta anche per chi, da Napoli, dai ‘Quartieri spagnoli’ dove vivo, mi ha tanto incoraggiato in questi giorni anche attraverso i social network. Oggi – quasi si commuove – si è concretizzato quel sogno che inseguivo fin da bambino, quando ho seguito le orme di mio fratello Fabio e sono salito per la prima volta sulla barca: con il canottaggio è stato un amore a prima vista che non si è mai interrotto”.

Vive a Sant’Antonio Abate, a pochi chilometri da Castellammare di Stabia, invece, Abagnale, una sola ‘b’ nel cognome e non due come i fratelloni, Giuseppe e Carmine Abbagnale, i più famosi della storia del canottaggio italiano.

“Li devo ringraziare per tutto quello che mi hanno insegnato, ma il mio idolo è il terzo fratello, Agostino”. A vogare, Giovanni, ha cominciato solo al liceo, convinto da un professore. Prima c’era stato il basket. Per fortuna dell’Italia e del suo medagliere a Rio 2016, poi c’è stato solo il canottaggio.

(dell’inviato Francesco Loscalzo/ANSA)

Ultima ora

00:28Slovenia: decapita nonna e fratello, poi brucia le teste

(ANSA) - LUBIANA, 22 MAR - Uccide la nonna di 80 anni e il fratello di 31, poi li decapita, brucia le teste e si autodenuncia alla polizia. Si è consumato così nel villaggio di Lukovec, piccolo paesino di una quindicina di case a Nord-Ovest di San Daniele del Carso, nel Comune di Komen, nel cuore del Carso sloveno, un delitto familiare che - secondo gli investigatori - assume i contorni dell'atto di follia. Il protagonista è un uomo di 35 anni, Marko Abram, che nella serata di lunedì ha ucciso i due familiari. Ancora da capire il movente del delitto, così come ancora poco chiare sono gli strumenti utilizzati per il delitto, che secondo alcune ricostruzioni, potrebbero essere due coltelli e un'accetta, al momento in possesso della Polizia scientifica che li sta esaminando ed esprimerà le proprie valutazioni nei prossimi giorni. L'avvocato dell'assassino, Gorazd Gabri, oggi, all'uscita dal Tribunale dove Abram è stato interrogato per sei ore, ha detto ai giornalisti che il suo cliente ha riconosciuto la propria colpevolezza.

00:23Calcio: Podolski saluta con un gol

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Sconfitta immeritata per l'Inghilterra, battuta 1-0 dalla Germania nell'amichevole di lusso giocata questa sera a Dortmund. L'unica rete porta la firma di Lukas Podolski, gran sinistro all'incrocio dei pali al 24' della ripresa. L'ex interista, campione del mondo nel 2014, ha così salutato nel migliore dei modi la maglia bianca dopo 130 presenze e 49 reti. Ma fino al momento in cui è passata in svantaggio ha fatto più bella figura l'Inghilterra, che nel primo tempo ha colpito un palo con Lallana ed è andata ancora vicino al gol con Dele Alli, tiro centrale parato da ter Stegen.

23:08Fillon denuncia ‘un complotto di Stato’

(ANSA) - PARIGI, 22 MAR - Il candidato della Destra alle elezioni presidenziali francesi, Francois Fillon, denuncia un "complotto" e violazioni del "segreto istruttorio" con fughe di notizie organizzate dai "servizi dello Stato". "Le maschere cadono, il complotto è ormai sotto agli occhi di tutti i francesi", ha detto ai microfoni di radio France Info, aggiungendo: "Ogni settimana ci sono fughe (di notizie) contro il segreto istruttorio, fughe di notizie organizzate dai servizi dello Stato".

22:34Attacco Londra: chiusa la London Eye

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Il London Eye, la ruota panoramica della capitale britannica sulla riva del Tamigi, ha sospeso il suo servizio. Lo hanno riferito le autorità precisando che tutti i turisti, dopo essere rimasti bloccati per quasi un'ora nelle cabine, sono stati fatti scendere e non hanno avuto problemi.

22:24Siria: i turchi bombardano zona curda

(ANSAmed) - BEIRUT, 22 MAR - L'artiglieria turca ha bombardato nelle ultime ore postazioni curdo-siriane nella Siria nord-occidentale, un giorno dopo l'arrivo in quella stessa area di mezzi blindati russi a protezione dell'area a maggioranza curda. Lo riferisce l'Osservatorio per i diritti umani in Siria (Ondus), secondo cui i colpi di artiglieria hanno colpito il distretto di Afrin e quello di Jenderes. Non si registrano uccisi ma solo feriti tra civili e miliziani curdi. La stampa araba aveva dato ampio risalto ieri all'arrivo ad Afrin di truppe russe a bordo di mezzi blindati. E' la prima volta che le forze di Mosca si schierano al confine con la Turchia.

22:18Milan: arrivati 20 mln, resto caparra atteso entro venerdì

(ANSA) - MILANO, 22 MAR - Sarebbero arrivati nelle casse di Fininvest 20 dei 100 milioni di euro della terza caparra che i cinesi di Sino-Europe Sports devono pagare per ottenere una nuova proroga del closing per l'acquisto del Milan. Secondo quanto filtra, due sono le ricostruzioni della vicenda. La società cinese di Li Yonghong si starebbe muovendo con più di una banca per completare il pagamento di questa terza caparra da 100 milioni di euro e questo bonifico sarebbe avvenuto con tempistiche diverse da quello da 80 milioni di euro, atteso fra domani e venerdì. Oppure Ses si sarebbe affidata a un unico istituto finanziario che ha deliberato i bonifici in momenti diversi.

22:16Calcio: Spalletti a cena con Pallotta, il contratto nel menù

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Il presidente della Roma James Pallota si trova in questo momento a cena col tecnico toscano Luciano Spalletti, appena rientrato nella capitale dopo due giorni in Toscana. All'incontro, in un ristorante non distante dall'albergo che ospita Pallotta, è presente anche il dg Mauro Baldissoni. I due si erano già incontrati a Trigoria prima della partita col Sassuolo, ma non avevano approfondito i discorsi sul futuro e sul rinnovo del contratto dell'allenatore.

Archivio Ultima ora